FORMULA E Marrakech: Buemi torna in pole davanti a Bird

Ottimo giro di superpole per lo svizzero, di Grassi quinto di 13 gennaio 2018, 14:42 Condividi
Formula E | Marrakech: Buemi torna in pole davanti a Bird

Sébastien Buemi ha conquistato a Marrakech la nona pole della sua carriera in Formula E, al termine di un giro di Superpole non da record ma sufficiente per precedere i due vincitori dello scorso ePrix di Hong Kong, Sam Bird e Felix Rosenqvist. Dopo l'appannato weekend cinese, il team DAMS-Renault è tornato al vertice della categoria sul circuito forse più adatto di tutto il calendario per stabilire i valori in campo.

La pole dell'elvetico in 1:20.355, come detto, non rappresenta il nuovo record del tracciato marocchino poiché nella sessione a gruppi Felix Rosenqvist si è spinto fino a 1:20.115, ma lo svedese della Mahindra ha commesso un errore piuttosto grave nel secondo settore del giro di Superpole, dove invece Buemi è stato pressoché perfetto, perdendo all'incirca mezzo secondo e accodandosi così anche alla Virgin del leader di campionato, Bird. Anche l'inglese ha vissuto attimi di terrore nella fase a gruppi, qualificandosi per il giro secco con appena quattro millesimi di vantaggio sul compagno di squadra Alexander Lynn, ma nel momento decisivo ha mostrato ancora una volta le sue grandi abilità di qualificatore conquistando la prima fila a due decimi e mezzo da Buemi.

Eccezionale il quarto posto di José María López, al debutto sulla vettura del team Dragon lasciata libera da Neel Jani. L'argentino ha ribadito di essere un punto di riferimento della categoria elettrica, spingendo fino alla seconda fila quella che attualmente è (forse) la monoposto meno competitiva dello schieramento. Ultimo classificato della Superpole è il campione in carica Lucas di Grassi, molto veloce nelle libere e anche nella fase a gruppi ma impreciso nel giro secco finale. Le Audi hanno comunque mostrato uno stato di forma ben migliore rispetto a Hong Kong, pagando con Daniel Abt anche una certa dose di sfortuna.

Nel mezzo di un giro in cui aveva stabilito il record della pista nel primo settore, il tedesco al volante della #66 (che nella FP2 ha stabilito il primato ufficioso in 1:19.760) è stato fermato con bandiera rossa per l'incidente di António Félix da Costa e nell'ulteriore tentativo che in questi casi viene sempre concesso non è riuscito a ripetersi, staccando solo l'ottavo tempo finale. Coinvolto in questo episodio anche Oliver Turvey, poi decimo al volante della NIO-NextEV proprio davanti alla vettura gemella di Luca Filippi.

Il primo escluso dalla Superpole è stato Alexander Lynn, che ha preceduto la Jaguar di Nelsinho Piquet. La seconda delle vetture britanniche, quella di Mitch Evans, ha concluso nona tra Abt e Turvey. Buono anche il debutto di Tom Blomqvist, 12° con la Andretti #27 rilevata da Kobayashi davanti ad uno spento Jean-Éric Vergne.

Solo 15° Nicolas Prost, con la stessa vettura portata in pole da Buemi, alle spalle della Venturi di Maro Engel. Parlando del team monegasco va segnalato il duplice stop accusato da entrambe le vetture nella prima sessione di prove libere, inconveniente che ha disturbato Edoardo Mortara anche in qualifica. L'italo-svizzero ha poi subito un altro colpo di sfortuna quando Nick Heidfeld ha colpito le barriere di protezione durante il suo giro lanciato, causando una bandiera gialla e costringendo dunque Mortara a rallentare. La Venturi #4 scatterà quindi dall'ultima casella della griglia, alle spalle di da Costa e Heidfeld.

Alle ore 17:00 italiane prenderà il via la seconda edizione dell'ePrix di Marrakech, con diretta televisiva su Italia 1 ed Eurosport 1.

Classifica:

Immagine copertina: twitter.com/Sebastien_buemi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.