FORMULA E Marrakech: Bird in pole dopo un incidente, Audi ufficiali in difficoltà

Tamponato da Frijns in pit lane, il britannico non si arrende e batte tutti in Superpole
Formula E | Marrakech: Bird in pole dopo un incidente, Audi ufficiali in difficoltà
di 12 Gennaio 2019, 13:47

Gli anglofoni sono soliti dire "never give up" e sicuramente Sam Bird lo sa bene. Il britannico ha conquistato la sesta pole position della carriera in Formula E, sul tracciato di Marrakech, dopo un incidente che lo ha visto incolpevole protagonista al termine del suo gruppo di qualifica: fermo all'ingresso della pit lane, in attesa di entrare al controllo del peso, Bird è stato tamponato dal suo compagno di squadra Robin Frijns, che a sua volta è stato colpito dalla NIO di Tom Dillmann. Ripartito per la Superpole con il diffusore posteriore della sua Spark-Audi danneggiato, Bird ha segnato il miglior tempo anche in Superpole precedendo Jean-Éric Vergne per soli 44 millesimi.

Presentatosi in Marocco con il capo completamente rasato, è proprio il caso di dire che il campione in carica abbia perso la pole per... un pelo. Alla luce di quanto visto un mese fa in Arabia Saudita, comunque, Vergne può guardare alla corsa di oggi pomeriggio con grande fiducia, da favorito. Alle sue spalle partirà il leader della classifica generale, António Félix da Costa, entrato in Superpole con il miglior tempo nel suo gruppo e poi autore di un giro secco efficace, che lo ha tenuto lontano dalla pole per appena un decimo.

Sorpresa di giornata è la Nissan, che dopo il buon risultato ottenuto nel caos di Ad-Diriyah è riuscita a ripetersi anche in una situazione più lineare. Sébastien Buemi ha staccato il quarto tempo nella sessione decisiva e anche Oliver Rowland ha mostrato il suo potenziale nelle libere, pur qualificandosi solo 12°. Il campione 2015-2016 ha preceduto la seconda Andretti-BMW, quella di Alexander Sims, e la Jaguar di Mitch Evans. Il neozelandese ha commesso un grave errore in Superpole, sbagliando la frenata della curva 7 e sprecando la possibilità di giocarsi un piazzamento migliore.

Ottimo il debutto di Pascal Wehrlein, settimo e distante appena due centesimi dall'ingresso in Superpole. Per il development driver Ferrari, l'adattamento alla Mahindra e al campionato elettrico è stato piuttosto difficoltoso nei test di Valencia ma alla prova del nove si è fatto trovare pronto. In quarta fila con il tedesco ci sarà Robin Frijns sulla seconda Virgin, che ha segnato il miglior crono nella FP1 ma è mancato sul giro secco della fase a gruppi, prima di essere tamponato da Dillmann a fine sessione. Top ten completata dalla Jaguar di Nelsinho Piquet e dalla Mahindra di Jérôme d'Ambrosio.

Giornata molto difficile, al momento, per il team Audi ufficiale. Lucas di Grassi si è qualificato solo 11° dopo avere avuto problemi alla trasmissione nelle libere, mentre Daniel Abt si è classificato addirittura 16°. Per la squadra interna di Ingolstadt si preannuncia un'altra gara in rimonta, con il rischio di raccogliere le briciole anche oggi dopo i sei punti totali incassati in Arabia Saudita.

15° Felipe Massa, il migliore tra i piloti motorizzati Venturi dopo avere sostituito la powertrain al termine della FP2. Il brasiliano non riceverà penalità. Edoardo Mortara si è piazzato 17° e Gary Paffett ha concluso 19° con la prima delle HWA. Stoffel Vandoorne invece è stato sfortunato protagonista delle qualifiche: dopo un buon primo settore, la sua Spark si è spenta in uscita dalla curva 10 impedendo quindi al belga di completare il suo giro. L'ex pilota McLaren partirà quindi ultimo alle spalle di Maximilian Günther, che invece ha sbattuto mentre si stava giocando a sua volta l'ingresso in Superpole. Qualifica deludente anche per André Lotterer, che ha commesso un errore nel secondo settore della pista marocchina chiudendo 20°.

L'appuntamento con il via dell'ePrix di Marrakech è per le ore 16:00.

Classifica

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.