Formula E | Berna: colpo mondiale per Vergne, Lotterer a -32

FORMULA E
Berna: colpo mondiale per Vergne, Lotterer a -32

Evans dà spettacolo ma è solo secondo, Buemi di nuovo sul podio di 22 Giugno 2019, 20:07

La prima edizione dell'ePrix di Berna ci ha offerto una gara iniziata con un'ammucchiata e terminata sotto una fitta pioggia, ma soprattutto ha visto il trionfo di Jean-Éric Vergne, ora molto vicino al suo secondo titolo consecutivo in Formula E. Il francese del team Techeetah ha comandato la corsa dall'inizio alla fine dando una sferzata quasi decisiva al campionato, vista la giornata difficile di tutti i suoi avversari.

Un Vergne che ha peraltro confermato le sue doti di pilota abile in difesa, avendo respinto ogni offensiva portata da Mitch Evans. Il neozelandese della Jaguar ha provato in ogni modo a farsi spazio tra le strette carreggiate della pista svizzera, ma alla fine si è dovuto accontentare di un secondo posto comunque importante in ottica campionato. Confermato rispetto alle qualifiche anche il terzo posto finale, appannaggio di Sébastien Buemi: il neo campione del mondo endurance non è riuscito a fermare la sua striscia di gare senza vittoria ma ha centrato un altro risultato di prestigio per Nissan, con il secondo podio consecutivo.

André Lotterer, invece, si è curato di dare spettacolo dal primo all'ultimo giro con una rimonta furiosa. Partito ottavo, il pilota della seconda Techeetah ha concluso quarto e non ha lesinato sorpassi al limite, soprattutto alla staccata della curva 9 su Daniel Abt e Maximilian Günther, ma l'assalto finale al podio sotto il diluvio degli ultimi giri è fallito. Per il tre volte vincitore di Le Mans, però, questa gara non premia la sua situazione di campionato, visto che lo svantaggio sul compagno di squadra è aumentato a 32 punti.

Bird e Günther sono giunti nell'ordine alle spalle della Techeetah #36. Per il britannico del team Virgin è il miglior risultato dalla vittoria di Santiago, mentre la Dragon #6 è stata di nuovo la sorpresa del weekend ritagliandosi un posto da protagonista tra le eccellenze del campionato elettrico.

Abt ha portato a casa un settimo posto precedendo la Jaguar di Alexander Lynn e la Venturi di Felipe Massa, al terzo arrivo a punti nelle ultime quattro gare. L'ultimo piazzamento in zona punti è andato ad un combattivo Lucas di Grassi, che dalla 19esima casella ha recuperato fino al decimo posto finale perdendo però tanti punti iridati; fuori dalla zona punti António Félix da Costa, 12° alle spalle di Stoffel Vandoorne, mentre l'altra BMW di Alexander Sims si è fermata al 14° posto.

Nuovo tracollo in casa Mahindra. Jérôme d'Ambrosio è stato parte in causa del trambusto iniziale, avendo tamponato e mandato in testacoda Robin Frijns alla staccata della chicane posta dopo la linea di partenza, mentre Pascal Wehrlein si è fermato al 12° giro causando l'unica full course yellow della gara. D'Ambrosio ha ricevuto un drive through e ha concluso 15°. Il campionato di Frijns, che partiva da posizione scomoda ma non impossibile, è stato compromesso proprio da questo episodio poiché l'olandese non è riuscito a prendere il via alla ripartenza. Wehrlein invece ha causato in prima persona l'interruzione, essendosi bloccato in mezzo alla chicane dopo il duplice tamponamento subito da Bird e Günther. Tra i ritirati anche Oliver Rowland ed Edoardo Mortara, con quest'ultimo che ha causato una collisione con Sims durante il sesto giro.

Come da titolo, con 58 punti ancora da assegnare nel double header di New York sono 32 le lunghezze di distacco tra Vergne e Lotterer, con di Grassi lontano un ulteriore punto. Evans ha recuperato la quarta posizione ma il gap di 43 punti è troppo pesante per avere serie speranze di titolo. Speranze quasi nulle anche per gli altri quattro piloti ancora matematicamente in corsa, ossia da Costa, Frijns, Buemi e Abt. In classifica squadre Techeetah ha 58 punti di vantaggio su Audi, con 94 da assegnare; in gioco anche Virgin e Nissan, rispettivamente a -80 e -89. Grazie a questa vittoria Vergne si è aggiudicato anche il trofeo Europa, con due vittorie e un terzo posto.

L'appuntamento con il round decisivo del campionato 2018-2019 della Formula E è per il 13-14 luglio. Il campionato elettrico tornerà, per il terzo anno consecutivo, a correre nel porto di Brooklyn a New York.

Classifica di gara:

Campionato piloti:

Campionato team:

Immagine copertina: Formula E

Condividi