F3 | Test Hungaroring: Armstrong svetta nel day 1, Pulcini secondo

F3
Test Hungaroring: Armstrong svetta nel day 1, Pulcini secondo

Il neozelandese del team Prema segna il miglior tempo nel pomeriggio di 17 Aprile 2019, 18:34

La prima stagione della nuova F3 FIA è ormai alle porte e i due giorni di test dell'Hungaroring hanno il compito di dare gli ultimi indizi su cosa aspettarci da questo campionato, sulla carta molto incerto. Sul tracciato che sarà sede del Gran Premio d'Ungheria a inizio agosto, Marcus Armstrong e il team Prema hanno segnato il miglior tempo nella prima giornata in 1:31.411, due millesimi in più rispetto alla pole segnata da Anthoine Hubert l'anno scorso.

Il neozelandese è riuscito a migliorare nel pomeriggio il primato stabilito da Leonardo Pulcini in mattinata. Il pilota romano ha girato un decimo e mezzo più lento del pilota proveniente dal campionato europeo, issandosi al comando della classifica nella prima sessione. Anche nel pomeriggio, Pulcini è stato tra i più veloci con il terzo miglior tempo.

Prema sugli scudi nella prima giornata, con la terza posizione assoluta di Robert Shwartzman e la quinta di Jehan Daruvala. L'indiano è rimasto in ombra per la maggior parte di questi test ma i buoni numeri già mostrati nella serie continentale, uniti al fatto di rappresentare uno dei team più competitivi del panorama dei campionati propedeutici, lo rendono un pilota da tenere in grande considerazione. 

Ottimo il quarto posto di Niko Kari, con una Trident finalmente al vertice dopo che la squadra di Giacomo Ricci aveva perlopiù occupato posizioni di bassa classifica a Le Castellet e Barcellona. Il finlandese, uno dei piloti più esperti in gruppo, ha pagato tre decimi ad Armstrong nella classifica di giornata grazie al terzo crono della sessione mattutina.

Un altro protagonista messosi in mostra solo oggi è Jüri Vips, autore del sesto tempo oggi con la seconda Hitech. L'estone, pilota del programma giovani Red Bull, era sempre rimasto fuori dalla top 10 nelle quattro precedenti giornate di prova ma è uno dei giovani più attesi al via. La squadra britannica, con l'aggiunta del neo pilota Renault Ye Yifei (11° oggi), ha formato un trio davvero competitivo e in grado di dare fastidio a compagini sulla carta più competitive.

Settimo Liam Lawson, che sta continuando ottimamente il suo apprendistato con la terza formula e con l'ambiente di una serie continentale. In casa MP Motorsport, il 17enne neozelandese ha preceduto nuovamente Richard Verschoor, che ha concluso al decimo posto. In top ten hanno trovato spazio anche i team Sauber-Charouz e Jenzer, rispettivamente con Raoul Hyman e Artem Petrov.

Subito fuori dalle prime dieci posizioni gli altri team partecipanti al campionato 2019. 12° il venezuelano Sebastián Fernández con la migliore delle Campos, davanti alla HWA di Jake Hughes e alla Carlin dello statunitense Logan Sargeant. Nelle retrovie anche il team ART, che come a Barcellona ha dedicato la prima giornata ad un lavoro differenziato senza cercare la prestazione: 15° David Beckmann, 18° Max Fewtrell e 21° Christian Lundgaard.

Tra le varie bandiere rosse di giornata si segnala l'incidente di Alexander Peroni durante la sessione mattutina. L'australiano del team Campos è stato costretto a saltare anche la maggior parte del pomeriggio, completando appena nove giri nella seconda parte di questo mercoledì di prove. Alessio Deledda, secondo pilota italiano in pista e compagno di squadra di Peroni, ha portato a termine 76 tornate restando però in fondo alla classifica dei tempi.

Classifica:

Immagine copertina: FIA Formula 3 Twitter

Condividi