F3 | GP Gran Bretagna: Leonardo Pulcini torna alla vittoria in gara-2

F3
GP Gran Bretagna: Leonardo Pulcini torna alla vittoria in gara-2

Shwartzman di nuovo leader del campionato con il kappaò di Daruvala di 14 Luglio 2019, 10:52

Quello di Silverstone è un weekend di assoluta rivincita per i piloti italiani delle categorie propedeutiche. Dopo la vittoria centrata ieri da Luca Ghiotto in F2, oggi è toccato a Leonardo Pulcini in F3. Reduce da un inizio di stagione molto difficile, a seguito di test invernali invece molto convincenti, il pilota romano è riuscito finalmente a dare sfoggio del suo talento vincendo la seconda manche del Gran Premio di Gran Bretagna. Partito quarto, Pulcini ha superato Robert Shwartzman al via conquistando poi il secondo e il primo posto con due manovre spettacolari: all'esterno della chicane Vale su Pedro Piquet al quinto giro e all'esterno della Brooklands su Liam Lawson quattro tornate più tardi.

Pulcini ha vinto con quasi tre secondi di vantaggio sul rimontante Shwartzman, come sempre perfetto nella gestione della gara. Il russo è stato spettatore nei primi giri, passando all'attacco solo negli ultimi sette. L'eccellente prestanza della sua Prema gli ha permesso di liberarsi in breve tempo di Piquet e Lawson ma il distacco da Pulcini era ormai troppo elevato per puntare anche alla vittoria.

Una piazza d'onore che comunque riporta Shwartzman in testa alla classifica, poiché Jehan Daruvala è stato costretto al ritiro durante l'ultimo giro. L'indiano ha colpito Piquet alla fine del penultimo passaggio alla curva Club, perdendo l'ala anteriore e soprattutto tanti punti per il campionato. Anche Piquet, in lotta per il podio per tutta la gara, è stato costretto allo stop con la posteriore destra forata.

Ne ha approfittato Lawson, autore di una grande gara dalla pole position. Il neozelandese non ha potuto nulla contro Pulcini e Shwartzman, ma ha difeso strenuamente il podio dai molteplici attacchi di Piquet. L'approccio flat out della curva Copse gli ha permesso di difendersi dal DRS del brasiliano sull'Hangar Straight fino al penultimo giro: in questa occasione Piquet ha affondato l'attacco all'esterno, ma Lawson è rimasto affiancato alla Trident riuscendo a restituire il favore alla variante Vale prima del sopracitato contatto tra Piquet e Daruvala.

Al quarto posto ha concluso quindi Marcus Armstrong, che proprio all'ultimo giro ha avuto ragione di Christian Lundgaard. David Beckmann è riuscito finalmente a riconquistare qualche punto, col sesto posto, davanti a Yuki Tsunoda (partito 14°) e alle Sauber-Charouz di Fabio Scherer e Lirim Zendeli. Felipe Drugovich ha concluso la top ten, ma al team Carlin continuano a mancare i punti per la classifica.

Gara da dimenticare per il vincitore di ieri, Jüri Vips. Durante il primo giro l'estone si è toccato con Daruvala perdendo qualche posizione, ma il vero danno lo ha compiuto al giro 17 centrando Jake Hughes alla variante Vale quando la zona punti era in vista. Ritiro per il britannico, mentre il pilota del programma Red Bull ha calato il ritmo negli ultimi giri terminando 13°.

Giornata sfortunata per il team Trident, che dopo l'incidente di Piquet non è andato oltre un 17° posto con Devlin DeFrancesco e un 19° con Niko Kari, partito dai box dopo avere fatto spegnere il motore nel giro di ricognizione. Per quanto riguarda gli altri piloti italiani in gara, 23° posto per Federico Malvestiti e 25° per Alessio Deledda.

Shwartzman torna in testa alla classifica con 114 punti contro i 102 di Daruvala, mentre Vips resta fermo a 92 e Armstrong si riavvicina di poco a quota 77. Ottava posizione per Pulcini, salito a 35 con questa bella vittoria. Discorso sempre più chiuso nella classifica squadre con Prema a 293 punti e Hitech prima inseguitrice a 127.

Il prossimo appuntamento con la F3 è con il Gran Premio d'Ungheria, nel weekend del 4 agosto.

Classifica di gara:

Campionato piloti:

Campionato squadre:

Immagine copertina: fiaformula3.com

Condividi