F2 Salto di categoria per Giuliano Alesi, confermato da Trident

Il figlio d'arte è il secondo pilota FDA ad unirsi al gruppo della categoria cadetta
F2 | Salto di categoria per Giuliano Alesi, confermato da Trident
di 07 dicembre 2018, 19:14

Giuliano Alesi ha annunciato oggi la sua promozione in F2 con il team Trident per la stagione 2019. Il figlio d'arte ha gareggiato con la scuderia italiana in GP3 per ben tre stagioni e ora, dopo i test di Abu Dhabi, è arrivata anche la promozione nella classe cadetta delle monoposto. Il 19enne di Avignone è il secondo pilota della Ferrari Driver Academy ad iscriversi alla F2 2019, dopo Guanyu Zhou che gareggerà con Virtuosi Racing.

In GP3 Alesi ha disputato 48 gare vincendone quattro, tutte alla domenica con l'inversione della griglia, con un totale di otto podi. La sua miglior stagione è stata quella del 2017, conclusa al quinto posto; quest'anno, complice anche qualche episodio sfortunato come l'incidente al via in Austria, ha terminato settimo. Nelle prove collettive della scorsa settimana a Yas Marina ha terminato buon settimo assoluto, risultando più lento di Callum Ilott e più veloce di Leonardo Pulcini per quanto riguarda i confronti diretti.

L'ufficializzazione del suo debutto in F2 è arrivata tramite un comunicato stampa, contenente un'intervista. Eccola:

Come ci si sente ad essere un pilota di F2?
"È un'opportunità fantastica! Prima di tutto voglio ringraziare Trident, sarà un piacere proseguire con loro anche in F2. Sarà una categoria nuova, un'avventura nuova, e non vedo l'ora di cominciare. Quest'anno non è andato esattamente come speravamo, ma credo che il 2019 possa essere un'ottima stagione. Lavoreremo sodo quest'inverno per presentarci al massimo della forma alla prima stagionale".

Sei preparato alla maggior pressione data dalla F2?
"Sicuro! Sarà una nuova avventura con una nuova vettura, nuove gomme, un nuovo format di gara, davvero non vedo l'ora. La carica e il divertimento sono molto più forti della pressione".

Hai già testato la F2 ad Abu Dhabi. Come l'hai trovata, in relazione alla GP3?
"Il motore è totalmente diverso, con il turbo devi 'anticipare' alcune cose a differenza del motore aspirato. Questo è uno dei punti chiave, ma la gestione delle gomme e la macchina in sé sono molto differenti. Sono stato contento di questo primo test, ho percorso ottimi giri terminando sesto nell'ultimo giorno. Era la mia prima esperienza con una F2, quindi non sono riuscito a mettere tutto insieme perfettamente, ma in generale è andata bene. Un'ottima partenza, bisogna continuare a lavorare duro".

Hai familiarizzato con la sezione F2 del team?
"Siamo già molto affiatati, il che è importante. Un team, per un pilota, è come una seconda famiglia, quindi un ottimo rapporto è cruciale. Ci sono alcune persone che ho già conosciuto quest'anno, tutto appare promettente".

In cosa consisterà la tua preparazione invernale?
"Dovrò imparare tanto su questa categoria, dall'andamento delle gare ai pit stop, quindi farò i 'compiti per casa' in modo da arrivare pienamente preparato all'avvio della stagione".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.