F2 Nyck de Vries torna con ART Grand Prix per il 2019

Terza stagione cadetta per l'olandese, con il quarto team differente
F2 | Nyck de Vries torna con ART Grand Prix per il 2019
di 28 novembre 2018, 11:33

Nyck de Vries ha annunciato che sarà ancora protagonista del campionato di F2 nel 2019, andando di nuovo in caccia del titolo con il team ART Grand Prix. Per l'olandese sarà un ritorno nella compagine fondata da Frédéric Vasseur e Nicolas Todt, avendoci già corso in GP3 nel 2016 con due vittorie e il sesto posto finale.

Terza stagione nel campionato cadetto per lo junior driver McLaren, dopo una stagione passata tra Rapax e Racing Engineering e un 2017 da pilota Prema. I risultati non hanno sempre ricalcato le aspettative che si erano venute a creare attorno a lui dopo il glorioso passato nei kart e i titoli in Formula Renault, nonostante in 45 gare abbia ottenuto quattro vittorie e un totale di 11 podi, pertanto il 2019 sa di prova del nove. La sua situazione in McLaren sembra infatti essersi un poco complicata col passare degli anni, con le promozioni nel giro di pochi anni di Kevin Magnussen, Stoffel Vandoorne e Lando Norris che hanno "lasciato indietro" l'olandese, complice anche qualche limite fisico che ne ha inevitabilmente rallentato la carriera alle origini.

De Vries, che nel corso del 2018 si è avvicinato anche all'endurance entrando a far parte del Racing Team Nederland al volante di una Dallara P17 LMP2, affiancherà Nikita Mazepin già a partire dai test di domani ad Abu Dhabi.

De Vries ha commentato così la notizia: "Sono grato ad ART Grand Prix per avermi dato quest'opportunità di continuare a correre in F2. Abbiamo una bella storia insieme; la nostra relazione è sempre stata ottima, mi sento un po' come se tornassi a casa! Abbiamo anche un conto in sospeso, sono felice di avere un'opportunità di chiuderlo l'anno prossimo in F2, dove il nostro obiettivo sarà di vincere il titolo".

Sébastien Philippe, amministratore delegato di ART Grand Prix, ha aggiunto: "Sono felice che le strade di Nyck e ART Grand Prix vadano incrociandosi ancora. La sua esperienza, la sua serietà e la sua velocità lo pongono naturalmente come uno dei protagonisti principali della F2. Sin dalla nostra prima partnership in GP3 lo abbiamo visto progredire in ogni area, sportiva e personale, e ora ha tutte le qualità che gli permetteranno di soddisfare le sue più grandi ambizioni e quelle del team, vincendo entrambi i titoli nel 2019".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.