F2 Norris domina la prima giornata di test a Le Castellet

De Vries e Câmara alle sue spalle. Bene anche Ghiotto, quarto di 06 marzo 2018, 18:32 Condividi
F2 | Norris domina la prima giornata di test a Le Castellet

La F2 è scesa in pista oggi per la prima giornata di test collettivi sul circuito di Le Castellet, finalmente a ranghi completi con tutte e venti le nuove Dallara F2/18 presenti all'appello. Sul circuito intitolato a Paul Ricard a dettare legge è stato fin da subito Lando Norris, il campione europeo di F3 in carica che è stato promosso dal team Carlin nella categoria cadetta in cui a sua volta rientra dopo un anno di lontananza.

Il giovane pilota sotto contratto con McLaren ha staccato il miglior tempo sia su pista umida in mattinata che sotto il sole pomeridiano, stabilendo il primo record della categoria a Le Castellet in 1:43.095. Il team Carlin ha trovato da subito il bandolo della matassa con la nuova vettura, tant'è che anche Sérgio Sette Câmara si è messo in grande evidenza chiudendo al terzo posto entrambe le sessioni odierne nonostante un testacoda in mattinata.

L'unico a tenere testa a Norris è stato il neoacquisto del team Prema, Nyck de Vries, anch'egli membro del programma giovani del team di Woking. L'olandese ha concluso a poco meno di due decimi dal capoclassifica nel "prologo" di quello che potrebbe essere il duello per il titolo 2018.

Buona la quarta posizione conquistata da Luca Ghiotto, al volante della Dallara del team Campos. Meno incoraggiante è il distacco accusato dal pilota veneto a fine giornata, vicino ai sette decimi. Subito dietro a Ghiotto si è posizionato il campione in carica della GP3 Series, George Russell, con la prima ART in classifica. Sesta posizione a sorpresa per Sean Gelael, davanti a Jack Aitken che ha disertato la sessione mattutina a causa di un problema al motore.

A chiudere la top ten di giornata, le Arden di Fukuzumi e Günther e la DAMS di Oliver Rowland, che come noto ha preso il posto di Nicholas Latifi. Anche Rowland ha percorso pochissimi giri nella sessione d'apertura ma peggio è andata dall'altra parte del team francese, poiché la monoposto di Alexander Albon è andata a fuoco al termine della mattinata e pertanto il thailandese non ha potuto coprire che appena quattro tornate nel pomeriggio.

Ai margini della zona punti virtuale Arjun Maini, su Trident, e Ralph Boschung, entrambi in evidenza sulla pista bagnata. 13esima posizione per Louis Délétraz sulla prima Charouz, mentre il suo compagno di squadra Antonio Fuoco ha concluso solo 18° con appena tre giri all'attivo nel pomeriggio. Sorprendentemente a fondo classifica le Russian Time di Makino e Markelov, quest'ultimo senza tempi cronometrati nella seconda sessione.

Classifica:

Immagine copertina: fiaformula2.com

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.