F2 GP Italia: Russell torna alla vittoria nella sprint race

Markelov e Câmara completano il podio. Norris è quinto e perde altri punti
F2 | GP Italia: Russell torna alla vittoria nella sprint race
di 02 settembre 2018, 12:06

George Russell ha chiuso un digiuno di tre round interi senza vittoria in F2 con il successo nella sprint race di Monza. Il leader del campionato si è imposto dominando la corsa breve del Gran Premio d'Italia, mettendo altri punti importanti in ottica campionato tra sé e Lando Norris, che non è andato oltre un quinto posto senza riuscire a sfruttare la buona posizione in griglia di partenza. Sul podio sono saliti anche Artem Markelov, due volte secondo in altrettante gare in Brianza, e Sérgio Sette Câmara.

Dalla quinta posizione della griglia, Russell è scattato ottimamente riuscendo a girare alla prima variante in seconda. Al quinto giro, ecco il primo tentativo di sorpasso su Nicholas Latifi che aveva preso subito il comando: Russell finisce lungo alla prima staccata permettendo a Latifi e anche a Markelov di prendersi la posizione; dopo un solo passaggio è stato Markelov a sopravanzare la DAMS #6 al primo colpo, imitato proprio da Russell tre giri più tardi. L'episodio decisivo della gara si è verificato all'11° giro: Markelov ha infatti sbagliato la prima staccata, rientrando in pista troppo lentamente e permettendo così a Russell un facile sorpasso alla Roggia. I problemi al motore del russo, sopraggiunti nella seconda metà della corsa, gli hanno impedito un vero contrattacco. 

Markelov si è dunque dovuto difendere dall'assalto finale di Câmara, che tuttavia si è giocato male le proprie carte all'ultimo giro finendo nella via di fuga della prima variante. Il vantaggio acquisito dal brasiliano su Latifi era comunque sufficiente da permettergli di conservare il gradino più basso del podio. Latifi ha invece respinto gli attacchi di Norris, portando a casa un altro buon piazzamento con il quarto posto.

Norris si è complicato la gara partendo male e perdendo pure un paio di posizioni durante il secondo giro. Il britannico ha quindi dovuto fare i conti anche con Tadasuke Makino e Luca Ghiotto, perdendo tempo mentre l'avversario per il titolo Russell si involava al comando. Solo un quinto posto, alla fine, per il giovane pilota McLaren, che ha così perso altri nove punti dal connazionale in classifica.

Sesta piazza per Luca Ghiotto, dopo il punto del decimo posto ereditato ieri a seguito della squalifica di Antonio Fuoco. Il vicentino ha preceduto un ottimo Dorian Boccolacci, partito terzultimo e capace di conquistare i suoi primi punti in F2 col settimo posto. In rimonta anche Jack Aitken e Arjun Maini, ottavo e nono al traguardo. 

Decimo Antonio Fuoco, che come detto è stato privato della pole position odierna per non avere utilizzato la mappatura del motore obbligatoria in occasione dello start della feature race. Dall'ultima casella della griglia, Fuoco ha concluso decimo vincendo una bagarre piuttosto pericolosa con Louis Délétraz e Roy Nissany. Particolarmente in evidenza, in senso negativo, il figlio d'arte israeliano: dopo essersi prodigato in un'inutile resistenza su Nyck de Vries alla Roggia, compromettendo definitivamente la gara già difficile dell'olandese, Nissany ha proseguito con l'ala anteriore danneggiata rischiando di tamponare sia Fuoco che Délétraz alla prima variante; rientrato ai box, ha chiuso 15°.

Buon 12° posto per Alessio Lorandi, che si avvicina sempre più al suo primo piazzamento a punti nella categoria cadetta. Per Nyck de Vries, invece, un'altra gara gettata alle ortiche a causa di uno stallo del motore nel giro di ricognizione: partito dalla pit lane, il pilota Prema è risalito fino alla decima posizione prima di incontrare sulla sua strada Nissany, che ha forato la sua gomma posteriore destra nell'avventuroso tentativo di non cedere la nona piazza all'olandese. Gara terminata in anticipo per l'altra Prema, quella di Sean Gelael, partito bene dall'11esima piazza e in lotta per la zona punti fino all'incidente causato da Ralph Boschung, partito male dalla pole e in repentino crollo di posizioni, alla Roggia durante il quarto giro. La fragilità del motore Mecachrome ha infine messo kappaò Alexander Albon, che occupava la quarta posizione quando la sua Dallara ha ceduto di schianto costringendolo al ritiro.

Con questo successo, il quinto del 2018, Russell si è portato a 219 punti e ora ne ha 22 di vantaggio su Norris. Grazie al secondo posto odierno, invece, Markelov ha scavalcato de Vries e ha conquistato la quarta posizione con 158 punti, 18 in meno rispetto ad Albon e tre in più sull'olandese. In classifica squadre, Carlin comanda con 341 punti contro i 281 della ART e i 249 della DAMS.

La F2 tornerà in pista nel weekend del 30 settembre, con il Gran Premio di Russia a Sochi.

Classifica di gara:

Classifica di campionato:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.