F2 | GP Gran Bretagna: Aitken vince la sprint, ancora sfortuna per Ghiotto

F2
GP Gran Bretagna: Aitken vince la sprint, ancora sfortuna per Ghiotto

Foratura lenta per l'italiano, mentre era quinto. De Vries, sul podio, guadagna su Latifi di 14 Luglio 2019, 12:08

Prova di forza per Jack Aitken a Silverstone, con la vittoria nella sprint race della F2 maturata nel finale grazie ad un'eccellente sorpasso su Louis Délétraz. Il pilota di casa ha passato qualche giro nella scia di Nyck de Vries al terzo posto, per poi sopravanzarlo al settimo giro. Passata qualche tornata di gestione, Aitken ha inanellato una serie di giri veloci grazie ai quali ha cucito lo strappo che lo separava dallo svizzero, affondando l'attacco decisivo al 17° giro. Per la Campos #15 è arrivata quindi la seconda vittoria stagionale, dopo quella centrata nella feature race di Baku.

Secondo podio stagionale per Délétraz, di nuovo secondo come nella sprint di Montecarlo. Anche questa volta il successo è sfumato per l'elvetico del team Carlin, autore comunque di un'altra gara molto competitiva. Podio e nuova sferzata al campionato per de Vries, in visibile difficoltà tra i curvoni di Silverstone ma abile a resistere ai ripetuti attacchi di Callum Ilott per conquistare il terzo posto. Il britannico della FDA, invece, non ha sfruttato a dovere la partenza dalla pole scivolando subito quarto e rimanendo ai piedi del podio per tutta la gara.

La vittoria di ieri sembrava avere allontanato i fantasmi della malasorte per Luca Ghiotto, ma si è trattato di una mera illusione. Al 16° giro, due tornate dopo avere avuto ragione di Nicholas Latifi per la quinta posizione, il vicentino è stato costretto ad una sosta imprevista a causa di una foratura lenta. Persi posizioni e punti, Ghiotto ha concluso mestamente al 15° posto, mantenendo la terza piazza in campionato ma con un passivo ulteriormente aumentato rispetto al capoclassifica. Latifi ha ereditato dunque la quinta posizione, al termine di una gara senza infamia e senza lode.

Ottimo il sesto posto di Mick Schumacher, ancora una volta molto competitivo nella sprint race. Il tedesco della Prema, scattato 11°, ha duellato per larga parte della corsa con Guanyu Zhou avendone ragione dopo un ruota-a-ruota molto ravvicinato; il cinese ha dovuto poi cedere anche a Nobuharu Matsushita, chiudendo ottavo. Top ten ma senza punti per Jordan King e Juan Manuel Correa, con quest'ultimo protagonista di un altro dei duelli che ha ravvivato questa gara, quello con Sérgio Sette Câmara: il brasiliano, già uscito di pista alla curva Aintree al primo giro, ha avuto la peggio in tutti i sensi poiché questa sfida si è conclusa con l'ala anteriore danneggiata e una sosta ai box obbligata per la DAMS #5.

13° Arjun Maini, che tuttavia anche oggi si è reso protagonista di un episodio al limite. L'indiano ha pressoché replicato il tamponamento inflitto ieri a Nikita Mazepin, questa volta ai danni di Giuliano Alesi la cui gara si è pertanto conclusa già al secondo giro. 14° posto per la Trident superstite, quella di Dorian Boccolacci.

Con il podio odierno de Vries è salito a quota 170 punti nella classifica generale, aumentando a 31 le lunghezze di vantaggio su Latifi. Ghiotto resta terzo ma con un solo punto su Câmara e nove su Aitken. 260 punti per DAMS tra le squadre, contro i 227 di Virtuosi e i 176 di ART Grand Prix.

Come la F3, anche la F2 non parteciperà al Gran Premio di Germania a Hockenheim. Il prossimo round è quindi previsto per il primo weekend di agosto all'Hungaroring.

Classifica di gara:

Campionato piloti:

Campionato squadre:

Immagine copertina: fiaformula2.com

Condividi