F2 GP Belgio: Nyck de Vries domina anche la feature race

L'alfiere Prema precede Câmara, Russell e Norris. Ghiotto settimo
F2 | GP Belgio: Nyck de Vries domina anche la feature race
di 25 agosto 2018, 18:36

Dopo prove libere e qualifiche, Nyck de Vries ha messo il sigillo anche sulla feature race di F2 a Spa-Francorchamps sfatando definitivamente il suo tabù con la leggendaria pista delle Ardenne. Nessuno ha potuto realmente insidiare l'olandese del team Prema, che ha incassato la terza vittoria stagionale e seconda consecutiva nella gara del sabato, quella più lunga e importante in termini di punteggio. Sul podio sono saliti anche Sérgio Sette Câmara e George Russell, che ancora una volta ha vinto la sfida per il titolo con Lando Norris, quarto.

Abile a gestire il proprio ritmo sulle gomme morbide nei primi giri, rientrando ai box al decimo giro, de Vries ha poi dovuto controllare il brasiliano alle sue spalle solo al 19° giro, in occasione della ripartenza dopo l'unica safety car di giornata. Tre secondi il suo vantaggio finale sulla Carlin #18, salita sul podio per la sesta volta in questa stagione sul circuito dove Câmara ottenne la sua prima vittoria in carriera, l'anno scorso.

Punti fondamentali per un poco soddisfatto George Russell, che probabilmente si aspettava tutt'altra gara su un circuito così prestigioso. Il leader del campionato si è lasciato sfilare da Câmara in partenza e non è più riuscito a riconquistare la posizione. Per quasi tutta la gara, in scia al giovane pilota della Mercedes è rimasto proprio Norris che tuttavia ha affondato un solo attacco, al 20° giro in fondo al rettilineo del Kemmel, senza successo. Dopo il terribile weekend dell'Ungheria, Russell ha rimesso qualche punto tra sé e il connazionale portandosi a +15. Norris, dal canto suo, si è distinto per un doppio sorpasso nel corso del primo giro, sempre alla staccata di Les Combes, con il quale ha fulminato sia Alexander Albon che Luca Ghiotto, ma non è riuscito ad andare troppo oltre questa eccezionale manovra. 

In quinta posizione ha concluso proprio Albon, che ha vinto il duello con Ghiotto negli ultimi giri. Il pilota italiano era riuscito ad avere la meglio sull'anglo-thailandese posticipando di quattro giri il suo cambio gomme, ma al 21° giro è arrivato il sorpasso definitivo del pilota DAMS. Negli ultimissimi metri Ghiotto ha subito anche l'iniziativa di Artem Markelov, che ha sfruttato la miglior trazione delle sue gomme soft all'uscita della Bus Stop beffando il vicentino (all'esterno) di 13 centesimi. Il russo ha condotto la solita, ottimale gestione delle gomme medie nella prima parte di gara ma la rottura del motore di Nirei Fukuzumi, che ha causato una safety car, lo ha obbligato ad anticipare la sosta e nel finale non ha potuto sfruttare appieno le coperture morbide. Con il sorpasso su Ghiotto, Markelov si è "privato" della prima fila per la sprint race, che vedrà dunque l'azzurro del team Campos a fianco di Nicholas Latifi.

Nonostante l'ennesimo motore Mecachrome andato in fumo (anzi, a fuoco), il team Arden si è in parte consolato con il nono posto di Maximilian Günther, mentre Roy Nissany ha conquistato il suo primo punto stagionale concludendo decimo. Fuori dalla zona punti, dopo una qualifica pessima, Jack Aitken, che durante la safety car si è anche giocato la carta del secondo cambio gomme per utilizzare un altro treno di soft, ma senza grande successo visto l'11° posto finale.

13esima posizione per Alessio Lorandi, che si è tolto la soddisfazione di precedere il compagno di squadra Arjun Maini, mentre Dorian Boccolacci ha concluso il suo debutto assoluto in F2 con un 15° posto. L'italo-francese è anche rimasto fermo in griglia durante il giro di ricognizione a causa dei soliti problemi alla frizione della Dallara F2/18, che comunque ha mietuto meno vittime del solito al ritorno della partenza da fermo. 17° Antonio Fuoco, che dopo avere eccessivamente allungato il primo stint sulle gomme morbide si è scontrato con il compagno di squadra Louis Délétraz al 22° giro all'uscita di Rivage; lo svizzero ha invece accusato problemi ai freni, ad aggiungere altra sfortuna alla cattiva giornata del team Charouz. 

Come detto, Russell ha rimesso qualche lunghezza tra sé e Norris. I due britannici sono ora divisi da 15 punti, mentre Albon con il quinto posto è scivolato a -35. Grazie al punteggio pieno di oggi, de Vries è risalito al quarto posto con 145 punti, 41 in meno rispetto al capoclassifica.

Alle 10:50 di domani scatterà la sprint race.

Classifica:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.