F2 GP Abu Dhabi: Antonio Fuoco chiude in bellezza vincendo la sprint race

Norris secondo in gara e in campionato, Merhi completa il podio davanti a Russell
F2 | GP Abu Dhabi: Antonio Fuoco chiude in bellezza vincendo la sprint race
di 25 novembre 2018, 12:11

L'ultima battaglia della F2 2018 ad Abu Dhabi ha visto trionfare Antonio Fuoco, partito ottimamente dalla seconda casella e leader dal primo all'ultimo giro. Il pilota calabrese del team Charouz ha così replicato il successo di Montecarlo, ottenuto sempre nella sprint race, terminando nel migliore dei modi una stagione tutto sommato positiva, che lo ha visto crescere rispetto alle batoste subite nel 2017.

Lando Norris ha concluso al secondo posto in volata, regalando la maggior parte delle pur poche emozioni di questa gara. Una corsa importante per il britannico, che aveva la possibilità di riprendersi il secondo posto in classifica ai danni di Alexander Albon e ce l'ha fatta. Nell'ultimo giro, il futuro rookie della McLaren ha completato l'opera superando Roberto Merhi, ma dopo il traguardo ha rischiato un serio incidente finendo in testacoda mentre stava festeggiando vicino ai suoi meccanici al muretto dei box. Una stagione non del tutto soddisfacente per Norris, partito con i favori del pronostico dopo gli ottimi test invernali ma battuto alla distanza da un George Russell in forte rimonta.

Russell ha messo la parola fine alla sua stagione trionfale con una quarta posizione, arrivata dopo avere avuto ragione di Louis Délétraz e Nyck de Vries. Il pilota Mercedes in forza alla ART si è preso anche la soddisfazione di battere il punteggio stabilito da Charles Leclerc un anno fa: 287 punti per il britannico, contro i 282 del monegasco al termine del suo dominio targato 2017. 

Anche Nyck de Vries si giocava una pur esigua possibilità di chiudere da vice-campione della categoria cadetta, ma il suo quinto posto è risultato decisamente insufficiente per raggiungere l'obiettivo. Un'altra gara contrassegnata da una gestione gomme non ideale, da sempre punto debole dell'olandese in F2, a chiudere una stagione che lo ha posto ad un bivio: superato nelle gerarchie del programma giovani McLaren, in sequenza, da Kevin Magnussen, Stoffel Vandoorne e Lando Norris, l'olandese sembra ormai non avere più speranze di approdare in F1 e questo 2018 non ha fatto bene alla sua causa. Le esperienze maturate recentemente nel WEC, con la Dallara LMP2, potrebbero tornare molto utili nel futuro prossimo.

Louis Délétraz ha portato a casa il sesto posto davanti ad Artem Markelov, giunto probabilmente alla sua ultima gara. Dopo i problemi avuti dal padre con la giustizia russa, il team Russian Time ha messo in vendita il proprio slot tra i team della F2 chiudendo di fatto la sua attività agonistica, cosa peraltro già avvenuta un anno fa prima del ripescaggio in extremis a inizio 2018.

Alexander Albon ha chiuso la zona punti con l'ottava posizione finale, che tuttavia non è risultata sufficiente per mantenere la piazza d'onore in campionato. Un weekend da dimenticare per il thailandese, il cui posto in Toro Rosso che pareva assicurato è stato di nuovo messo in discussione dal rumour riguardante la possibile partecipazione di Daniel Ticktum alla Toyota Racing Series, al fine di prendere i cinque punti rimanenti per prendere la Superlicenza. Albon, che pur in mancanza di conferme ufficiali sembrerebbe avere già lasciato il team Nissan in Formula E, rischia di ritrovarsi "col cerino in mano" per il 2019.

Buono il decimo posto di Sérgio Sette Câmara, partito dai box dopo essere rimasto nuovamente fermo in griglia di partenza (come già successo ieri), mentre la sprint race di Ticktum è durata appena tre giri a causa della rottura del cambio. Al primo giro, infine, si è verificata una carambola con Sean Gelael che ha colpito Niko Kari in curva 14, coinvolgendo anche Tadasuke Makino: campionato da dimenticare anche per l'indonesiano, che pure in un team competitivo come Prema non è andato oltre un secondo posto (piuttosto fortunoso) a Montecarlo incassando solo una trentina di punti nella classifica finale.

Russell chiude dunque con 287 punti, mentre Norris scavalca Albon salendo a 219 contro i 212 del thailandese. Quarto de Vries a 202, mentre Markelov ha approfittato del weekend nero di Câmara per soffiargli la quinta posizione, con 184 punti contro i 166 del brasiliano. Settimo Antonio Fuoco con 141, ottavo Luca Ghiotto a 111, mentre Alessio Lorandi ha concluso con i sei punti incassati nella feature race di Sochi in attesa di una nuova chance per il 2019.

A breve si svolgeranno i test di fine stagione, sempre ad Abu Dhabi, prima della lunga pausa invernale.

Classifica di gara:

Classifica di campionato:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.