F2 Délétraz ritocca il miglior tempo nell'ultima giornata di test

Lo svizzero si prende l'ultima parola ad Abu Dhabi, Ghiotto secondo
F2 | Délétraz ritocca il miglior tempo nell'ultima giornata di test
di 01 dicembre 2018, 17:37

Primo sia nella giornata inaugurale che in quella di chiusura, Louis Délétraz è uscito da Abu Dhabi con il miglior tempo assoluto nei test della F2. 1:49.638 il cronologico stabilito nell'ultima giornata, con il quale ha limato di tre decimi e mezzo il riferimento di giovedì riportandosi al comando della riepilogativa finale. Un'altra soddisfazione per il team Carlin, che potrebbe avere già entrambi i nomi con il quale affrontare il 2019, stagione in cui dovrà difendere il titolo squadre.

Il figlio d'arte è uscito vincitore dall'attacco al tempo finale precedendo Luca Ghiotto, nuovamente molto competitivo al volante della Dallara del team Virtuosi. La scuderia britannica, che in attesa di novità ha rimesso il proprio nome sulle monoposto ex-Russian Time, ha piazzato ottimamente anche Guanyu Zhou al quarto posto. 

Ultimo dei tre piloti ad essere rimasti sotto l'1:50 è Nicholas Latifi, che in mattinata ha ottenuto il miglior tempo e poi ha chiuso terzo nella sessione serale. Ormai il canadese è un esperto della categoria e, qualora dovesse disputare un'altra stagione con DAMS, sarebbe definitivamente da tenere d'occhio, anche perché nel 2019 mancherà un favorito per il titolo come quest'anno poteva essere Lando Norris o George Russell. All'interno del box francese lo potrebbe affiancare Sérgio Sette Câmara, oggi quinto. Anche il brasiliano potrebbe ricoprire un ruolo da protagonista nel campionato cadetto, dopo un buon 2018 condito però da troppa sfortuna. 

Ottimo il sesto posto di Giuliano Alesi, che al suo secondo giorno alla guida di una F2 ha già trovato una prestazione di riferimento. Il team Trident potrebbe a questo punto dare fiducia al francese, che ha mostrato un adattamento leggermente più veloce di Leonardo Pulcini, oggi 12°.

Nobuharu Matsushita ha concluso al settimo posto sull'altra Carlin, precedendo un buon Nikita Mazepin sulla migliore delle ART. Prima giornata in F2 anche per Richard Verschoor, il quale si è piazzato in top ten in entrambe le sessioni chiudendo nono assoluto, davanti a Mick Schumacher. Anche per l'europeo F3 in carica questa tre giorni si è sviluppata senza inconvenienti, con un buon tempo registrato ieri e un lavoro prezioso anche sui long run.

Non è andato oltre il 13° tempo Nyck de Vries, il quale comunque ha dato una vera e propria caccia al tempo solo giovedì, replicando un po' il lavoro già operato da ART in GP3. Molto positivo, almeno in mattinata, anche Anthoine Hubert, terzo nella prima sessione prima di scivolare al 14° nel tardo pomeriggio; anche per il campione della GP3 sono arrivate sensazioni positive e quasi sicuramente sarà protagonista di un salto di categoria nel 2019 con il team MP.

Dopo il miglior tempo di ieri, Juan Manuel Correa ha cercato il tempo solo stamattina terminando terzo, mentre nel pomeriggio il team Charouz ha preferito virare nelle simulazioni di gara penalizzando l'americano, ma anche Tatiana Calderón, nelle classifiche finali. La colombiana ha segnato il sesto miglior tempo nella prima sessione, replicando l'ottima performance di giovedì nonostante la scarsa esperienza sulla Dallara F2/18.

Anche la F2 si appresta quindi ad affrontare la pausa invernale, prima di iniziare i lavori del 2019 il prossimo febbraio.

Classifica di giornata:

Classifica riepilogativa:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.