F2 | Boccolacci con Campos, King e Raghunathan con MP Motorsport

F2
Boccolacci con Campos, King e Raghunathan con MP Motorsport

Completata la entry list 2019 della categoria cadetta di 22 Marzo 2019, 19:54

La entry list della F2 2019 si è completata oggi, ad una settimana dal via del campionato, con la definizione dei tre sedili rimasti ufficialmente vacanti prima dei test collettivi di Jerez e Barcellona. A guidare la seconda vettura del team Campos, proprio come successo in Andalusia, sarà Dorian Boccolacci, mentre MP Motorsport schiererà la coppia già portata in pista in Catalunya, formata da Jordan King e Mahaveer Raghunathan.

Per Boccolacci, 20enne nativo di Cannes, sarà la prima stagione cadetta dopo la promozione a campionato in corso del 2018. Il francese ha infatti debuttato in F2 a Spa-Francorchamps lo scorso agosto, promosso dal team MP Motorsport che lo schierava in GP3, riuscendo a conquistare punti nelle sprint race di Monza e Sochi. Il sedile della #14 è stato deciso da un autentico ballottaggio tra Boccolacci e Roberto Merhi, con il francese che evidentemente ha convinto a Jerez (quarto tempo) più di quanto il valenciano non abbia fatto a Barcellona (14°).

"Sono molto contento di poter finalmente annunciare che correrò in F2 con il team Campos!", ha detto Boccolacci. "Arrivare a questo punto non è stato facile ma ce l'abbiamo fatta, ringrazio tutti coloro che lo hanno reso possibile. Sono sicuro che potremo fare un ottimo lavoro insieme. Il team è molto professionale e condividiamo gli stessi obiettivi, quindi lavoreremo il più possibile per raggiungerli il prima possibile. Mi piace la mentalità della squadra, sono spagnolo da parte di madre e posso parlare la loro stessa lingua, così sarà più facile entrare in confidenza con loro".

Per quanto riguarda MP Motorsport, piccola squadra olandese che è andata affermandosi sempre più nelle ultime stagioni, la scelta è ricaduta sulla strana coppia King-Raghunathan. Decisione resa più facile dalla scelta di Richard Verschoor, che dopo avere preso parte ai test di Jerez e all'ultima giornata di Barcellona ha preferito puntare sulla F3. Per King è un ritorno sia in F2 che all'interno del team di Westmaas, con il quale ha disputato il campionato cadetto nel 2017; il britannico è reduce da una stagione part-time in IndyCar con il team di Ed Carpenter, che lo ha visto destreggiarsi piuttosto bene con l'insidiosa Dallara DW12: per lui un 11° posto a Toronto come miglior risultato. L'impegno di King in F2 si affiancherà a quello nel WEC, campionato in cui ha conquistato una vittoria al debutto nella categoria LMP2 a Sebring appena una settimana fa, e colliderà con quello della 500 miglia di Indianapolis, per la quale ha già un contratto con il team Rahal che gli impedirà di presenziare a Montecarlo.

"Tornare a correre con il team MP Motorsport è grandioso", ha detto il 25enne di Warwick. "Ho bellissimi ricordi di tutta la squadra e sono fiero che mi abbiano dato fiducia affinché li aiutassi a progredire il più possibile, sono sicuro che insieme riusciremo ad esprimere tutto il nostro potenziale. Mi focalizzerò principalmente sul WEC e sul mio debutto a Indianapolis ma sono felice di essere tornato nella famiglia MP. La nuova vettura di F2 era nuova per me, avendo fatto esperienza solo con la GP2, quindi ho usato questi sei giorni di test per familiarizzare il più possibile con la macchina. È un'ottima vettura, sicuramente faremo bene".

Il nome del 20enne indiano Raghunathan mancava da qualche tempo nel panorama del motorsport internazionale. Il pilota di Chennai ha preso parte alla stagione 2015 della F3 europea per poi passare alla GP3, in cui ha corso il solo Gran Premio di Spagna del 2016, e quindi alla AutoGP gestita dalla famiglia Coloni, proprio in prossimità della sua fusione con la BossGP. In quest'ultima serie, riservata perlopiù a gentlemen drivers, ha conquistato il titolo riservato alle vetture monomarca nel 2017.

Ecco le sue parole: "Sono felice di avere ricevuto questa opportunità. Abbiamo disputato un test positivo a Barcellona, userò questa esperienza per iniziare la stagione nel miglior modo possibile. Avere un compagno di squadra molto esperto come Jordan sarà importantissimo, perché sono consapevole di dover imparare ancora molto".

Questa, quindi, è la entry list definitiva della F2 2019, che prenderà ufficialmente il via venerdì prossimo alle ore 9:30 italiane con la prima sessione di prove libere dal Bahrain.

Immagine copertina: fiaformula2.com

Condividi