F1 Ufficiale il Gran Premio del Vietnam dal 2020

Sarà la capitale Hanoi ad ospitare l'evento nella nuova location
F1 | Ufficiale il Gran Premio del Vietnam dal 2020
di 07 novembre 2018, 10:53

Il Circus della Formula 1 sbarcherà in Vietnam per la prima volta nella sua storia nel mese di Aprile del 2020. La notizia era nell'aria già da settimane e nella notte è arrivata l'ufficialità. L'evento verrà ospitato nella capitale Hanoi, su un circuito cittadino semi permanente della lunghezza di 5.565 km, per un totale di 22 curve. I promotori hanno firmato un contratto pluriennale, benché non ne venga resa nota la durata effettiva.

Il Gran Premio del Vietnam, prima aggiunta al calendario da parte di Liberty Media, rappresenta la volontà dei nuovi proprietari del Circus di ampliarne i confini e consolidarne la presenza in Asia, come si evince dal comunicato pubblicato sul sito ufficiale della Formula 1. Nella giornata di oggi, quindi, nella cittadella di Hanoi si terrà una manifestazione per festeggiare l'accordo, alla presenza del CEO di Liberty Media, Chase Carey, dei vertici della capitale vietnamita e di Vingruop, i promoter dell'evento.

"Siamo lieti di annunciare che Hanoi ospiterà un Gran Premio di Formula 1" - dice Carey - "Da quando siamo stati coinvolti in questo sport, nel 2017, abbiamo avuto l'obiettivo di trovare nuove location per ampliare il fascino della Formula 1 e il Grand Prix vietnamita è la realizzazione di questa ambizione. Siamo entusiasti di essere qui ad Hanoi, una delle città più eccitanti del mondo, con una storia così ricca e un futuro incredibile davanti a sé. Non vedo l'ora che questo diventi un vero momento clou del calendario di Formula 1".

"Il nostro team addetto al Motosport, lavorando in collaborazione con la città di Hanoi e il promoter Vingroup, ha lavorato per rendere possibile un circuito che non solo metterà alla prova i piloti, ma farà anche in modo che i nostri fan si godano lo spettacolo da corsa. Non vediamo l'ora di veder sfrecciare le monoposto di Formula 1 per le strade di questa fantastica città a partire dal 2020", ha concluso il manager americano.

La parola adesso alle personalità locali, a partire dal sindaco di Hanoi, Nguyen Duc Chung: "Siamo orgogliosi di ospitare il Gran Premio del Vietnam di Formula 1 e di mostrare la città di Hanoi al mondo, con il suo mix di bellezza antica e moderna. È un'ulteriore dimostrazione delle capacità del Vietnam, una delle economie in più rapida crescita a livello globale, di ospitare eventi su scala planetaria e di attrarre turismo nel paese. Questo evento offre l'opportunità di portare investimenti nel paese e ci permette di mostrare le entusiasmanti gare della Formula 1 al popolo vietnamita".

"Siamo felici di vedere che il nostro lavoro con la Formula 1 per ottenere questo accordo è finalmente giunto a buon fine" - commenta Nguyen Viet Quang, CEO di Vingroup - "Il nostro obiettivo non è solo quello di mostrare la città di Hanoi, ma anche di offrire una gara entusiasmante per i fan della Formula 1 in Vietnam e in tutto il resto del mondo. Vingroup ha voluto fortemente questa gara in Vietnam per portare benefici generali alla società vietnamita, come la creazione di più posti di lavoro e il potenziamento delle infrastrutture di Hanoi, oltre ad incoraggiare l'organizzazione di altri eventi globali nel paese. Infine, questo evento, Vingroup presenterà la prima casa automobilistica vietnamita, la VinFast, a milioni di spettatori nel mondo".

Infine qualche curiosità. Il circuito di Hanoi sarà il 73.esimo nella storia del Mondiale di Formula 1, l'11.esimo nel continente asiatico. Inoltre, il Gran Premio del Vietnam sarà il 42.esimo ad entrare a far parte del calendario iridato, il 10° per quanto riguarda l'Asia. Passando al layout del circuito, questo si caratterizza per un disegno molto particolare e la presenza di quattro rettilinei. Quello di partenza sarà di 675 metri, seguito da una sezione tortuosa che dovrebbe ricordare la Mercedes Arena del Nurburgring.

Ci si lancia quindi sul secondo rettifilo più lungo della pista, quello di 800 metri, al termine del quale c'è una nuova sezione più lenta, con una piega secca a destra, seguita da un amplissimo tornante a sinistra (praticamente a 180°), con una leggera svolta nuovamente a destra che lancia lungo il rettilineo di 1.5 chilometri, il più lungo del tracciato. In fondo, un tornantino a gomito verso sinistra attende i piloti, che percorrono poi il quarto (e più breve) allungo della pista di Hanoi.

Il layout quindi va a costeggiare il My Dihn National Stadium, con una sezione, quella da curva 12 a curva 15, che secondo gli organizzatori dovrebbe ricordare il tratto che a Monaco da Sainte-Devote conduce al Massenet. Ancora, la sezione da curva 16 a curva 19 dovrebbe riportare alla mente le Esses di Suzuka. Infine, il tratto delle curve 20-21-22, le conclusive, è ispirato alla sezione di Sepang che conduce alla Sunway Lagoon. L'edificio principale dei box sarà ispirato al retaggio nazionale vietnamita.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.