F1 Sarà Pirelli vs Hankook per il bando pneumatici 2020-23

La FIA ufficializza la candidatura della Casa sudcoreana, insieme all'attuale fornitore unico
F1 | Sarà Pirelli vs Hankook per il bando pneumatici 2020-23
di 22 settembre 2018, 11:53

Lo scorso 31 agosto è scaduto il termine per inviare alla sede FIA di Place de la Concorde le proposte di partecipazione al bando per la fornitura esclusiva di pneumatici nel Mondiale di Formula 1, valido per il quadriennio 2020-23. Nella giornata di ieri, Liberty Media ha ufficializzato quali saranno le Case che si sfideranno: l'attuale fornitore unico, Pirelli, e i sudcoreani di Hankook.

A confermare le voci ci ha pensato un non meglio precisato portavoce dell'attuale detentore dei diritti commerciali del Circus, a Racefans.net: "Posso confermare che siamo in trattative commerciali con i due potenziali fornitori di pneumatici", ha dichiarato. Nessun commento, invece, da parte dell'ufficio stampa Hankook, che per il momento si è voluto trincerare dietro il silenzio.

Mentre la Casa italo-cinese vanta un'esperienza da fornitore unico in Formula 1 risalente al 2011, per la Hankook si tratterebbe, in caso di esito positivo, di una assoluta prima volta, benché la sezione sportiva della Casa di Seoul sia presente in altre categorie del motorsport, in particolare nel DTM e nella FIA Formula 3 (in questo caso come fornitore unico).

Il bando FIA 2020-23, come sottolineato al momento della sua pubblicazione, presenta varie novità. Spicca ovviamente il passaggio dai cerchioni da 13" a quelli da 18", oltre ad un minor spessore del battistrada degli pneumatici anteriori (270 mm in luogo degli attuali 305) ed un maggior diametro degli pneumatici stessi (da 670 a 700-720 mm), passando poi per l'abolizione delle termocoperte.

Inoltre, dovrà essere utilizzata una pressione degli pneumatici tale da garantirne il picco prestazionale e dovranno avere caratteristiche tali da garantire imprevedibilità ed un maggior numero di soste. Come? Tramite un degrado programmato, variabile in base in base alla mescola ed alla distanza di gara coperta, andando a determinare un calo prestazionale quantificabile in un massimo di 2 secondi al giro con la mescola più morbida.

Il dato che più fa discutere, però, è un altro. Il primo anno del nuovo contratto, il 2020, vedrà infatti la Casa che si aggiudicherà il bando costretta a produrre ancora pneumatici con cerchioni da 13", per poi dover passare, a partire dal 2021, ai cerchioni da 18". Se anche per Pirelli ciò rappresenta una problematica non da poco, figuriamoci per Hankook. Detto ciò, comunque, Liberty Media adesso dovrà condurre le trattative commerciali con entrambi i candidati. In conclusione di questo iter, notificherà la decisione alla FIA, che nominerà ufficialmente il fornitore unico per il quadriennio summenzionato.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.