F1 Raikkonen: "Possiamo far bene. Cigarini? Non sono affari vostri"

Iceman risponde piccato alle domande sull'incidente ai box. Vettel sceglie la prudenza
F1 | Raikkonen:
di 12 aprile 2018, 18:44

Con due vittorie in altrettante gare (evento che non si verificava ad inizio stagione dal 2004 e nel corso della stessa dal 2010), la Ferrari si è guadagnata con merito le copertine in queste prime settimane di Mondiale 2018. Sebastian Vettel, perfettamente coadiuvato dal muretto Ferrari, ha colto entrambi i successi ed una pole position e guarda tutti dall'alto della classifica. L'attenzione, però, è catalizzata su Kimi Raikkonen, reduce dallo sfortunato ritiro del Sakhir.

Il pilota finlandese, autore di un ottimo avvio di stagione almeno dal punto di vista delle performance, ha ancora ricevuto un buon numero di domande sul secondo pit-stop di domenica scorsa, alle quali ha replicato così: "Dal mio punto di vista, quello che posso dire è che ho visto il verde e sono partito. Il resto dovete chiederlo al team. Maggiore sicurezza nei pit stop? È sempre raggiungibile. È chiaro che se non ci fossero, tutto sarebbe più sicuro. Ogni anno il cambio gomme diventa più veloce e, quando le procedure sono così estreme, possono capitare gli imprevisti".

"Ripeto, non c’è nulla che avrei potuto fare diversamente. Il mio unico compito è quello di partire quando il semaforo è verde, per il resto dovete davvero discuterne con il team", ha commentato Kimi, il quale si mostra molto meno propenso a parlare della situazione di Francesco Cigarini, il meccanico investito durante lo sfortunato pit-stop: "Non sono tenuto a commentare le condizioni di salute di una persona. Dovete chiedere a lui o alla squadra. Alla fine, non sono certo affari vostri". Lapidario...

Sulle aspettative in vista del weekend di Shanghai, Kimi mostra fiducia: "Abbiamo confermato di avere una buona velocità, ma i risultati non lo hanno dimostrato e abbiamo perso tanti punti" - spiega il finlandese - "La monoposto va bene, anche se ci sono sempre delle cose da migliorare. Se soffriremo con le temperature più basse? Non so, bene o male le temperature saranno le stesse dei test di Barcellona. Credo che la differenza maggiore la faranno il layout della pista e l’asfalto. Ma se siamo andati bene nelle prime gare, non vedo perché non dovremmo fare lo stesso anche qui in Cina".

È più cauto nelle dichiarazioni Sebastian Vettel, il quale vede nella Mercedes la monoposto favorita di questo weekend. "Il meteo non dovrebbe essere dei migliori e, in più, siamo su una tipologia di circuito differente dai primi due che abbiamo affrontato. Ciò rende le previsioni difficili da fare" - dice il tedesco ai giornalisti - "Se prendiamo come riferimento i test pre-campionato, la Mercedes è sicuramente la favorita. Ma cercheremo di dire la nostra. Se lavoreremo nella giusta direzione, trovando un buon bilanciamento della monoposto, potremo far molto bene".

Sulla scelta di pneumatici dei vari piloti, Vettel ha questa opinione: "Noi più aggressivi? Forse sono stati i piloti Mercedes ad essere più conservativi, non so. In fin dei conti, si differenzia il lavoro del venerdì ma in qualifica ci arriviamo tutti con lo stesso numero di set. Sarà interessante, comunque, scoprire l'evoluzione del weekend, in particolare se dovesse piovere".

Vettel, dunque, torna sulla strategia che gli ha consentito di trionfare in Bahrain: "Non è questione di essere più furbi degli altri. Noi conosciamo i nostri numeri, così come anche gli altri sanno bene cosa possono fare. Domenica avevamo pianificato una strategia differente, ma volevamo vincere. Per provare a riuscirci, abbiamo dovuto modificarla e fortunatamente tutto ha funzionato. La realtà è che ci siamo trovati nella posizione di non aver nulla da perdere. Abbiamo rischiato e ci è andata bene; alla peggio, avrei chiuso terzo".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.