F1 Prevista metà stagione di adattamento alle gomme 2018

Secondo Pirelli ci vorranno diverse gare prima di comprendere al 100% le nuove mescole di 21 marzo 2018, 22:30
F1 | Prevista metà stagione di adattamento alle gomme 2018

Una delle novità di questa stagione è il rinnovamento delle mescole Pirelli. Con l'introduzione della gomma Hypersoft, di colore rosa, e della Superhard (arancione) saranno ora ben sette le gomme a disposizione che si alterneranno durante l'arco dell'anno.

Intervistato da Motorsport.com, il racing manager di Pirelli Mario Isola ha svelato alcuni dettagli sulla nuova fornitura. Innanzitutto le mescole sono praticamente tutte nuove ad eccezione della media, che per caratteristiche è identica alla soft del 2017. Le altre sono state rese più morbide di uno step, con la Hypersoft che in linea di massima è di due più tenera rispetto alla Ultrasoft 2017.

Quanto tempo impiegheranno i team per comprendere il funzionamento delle nuove mescole? Considerato quanto visto ai test di Barcellona, penalizzati dal maltempo nella prima settimana, Isola ha chiarito che le squadre potrebbero aver bisogno diverse gare prima raggiungere la giusta confidenza con le nuove coperture. In linea di massima verso metà stagione l'apprendimento dovrebbe essere completato, il che significa che nelle prime corse si potrebbe andare alla cieca. 

A spiegare meglio la situazione è stato Frederick Vassuer. Il team principal della Sauber ha infatti dichiarato che la situazione è complicata, anche se in questo tutti si trovano nella stessa difficoltà: "Abbiamo molte mescole, con otto giorni di test avremmo potuto testarle a dovere, ma con quattro, le simulazioni gara e gli altri teste necessari è difficile comprenderle tutte. Considerato che la scelta delle mescole è stata fatta due mesi, ora si andrà un po' alla cieca nelle prime corse."

Anche Gunther Striner ha detto la sua, specificando che anche con una serie di test perfetta "non mi sentirei certo nel dire che abbiamo compreso le nuove gomme alla perfezione".

E aggiunge: " Sono difficili da capire. Da quello che abbiamo visto, il problema più grande è trovare la finestra ideale di temperatura per farle lavorare bene. D'altronde nessuno ti dà delle istruzioni da seguire, devi lavorare ogni weekend per trovare la soluzione migliore."

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook per commentare questo e gli altri nostri articoli


-->

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.