F1 Novità in arrivo dal punto di vista televisivo

Tra le altre cose sono previste l'abbassamento della posizione delle telecamere e una grafica rinnovata di 27 febbraio 2018, 12:19
F1 | Novità in arrivo dal punto di vista televisivo

Dopo aver acquistato la Formula One Management alla fine del 2016 ed aver rimosso Bernie Ecclestone dalla figura di CEO della società all'inizio nel gennaio del 2017, questo sarà il primo anno in cui si vedranno i primi effetti della nuova gestione di Liberty Media, in particolare dal punto di vista commerciale. Con l'ingaggio di David Hill, ex presidente di Fox Sports, alla fine dello scorso anno, Liberty Media è convinta che gli spettatori vivranno in un modo completamente nuovo l'esperienza di assistere ad un Gran Premio di Formula 1.

"Rivitalizzeremo completamente il modo in cui la Formula Uno viene prodotta" ha detto a Motorsport.com Sean Bratches, responsabile degli aspetti commerciali della F1 per Liberty Media. "Concentreremo l'attenzione sulle gare e posizioneremo le telecamere più in basso, perché più basse sono le telecamere e più la percezione della velocità è realistica".

"Ad ogni Gran Premio posizioneremo lungo la pista 25 spotter che saranno a stretto contatto con la regia per comunicare dove stanno per avvenire i sorpassi. Avremo un pacchetto completamente nuovo per quanto riguarda la grafica, che verrà tradotta nella lingua locale di ogni televisione; inoltre le velocità verranno espresse in miglia all'ora nei paesi in cui si utilizzano le miglia all'ora".

Bratches ha aggiunto che Liberty lavorerà a stretto ocontatto con le televisioni per migliorare la copertura dell'evento, in modo da risultare attraente per gli spettatori che si ritrovano a guardare la Formula 1 per la prima volta. "Immaginiamo una persona di 22 anni che non è appassionata di F1 ma che viene convinta da un amico a guardare una gara: quel che vogliamo è che anche lui riesca a capire ciò che sta succedendo. Ross Brawn, che è una leggenda per questo sport, ha detto che se si fosse sintonizzato nel bel mezzo di un Gran Premio durante i suoi tre anni di pausa non avrebbe capito nulla di ciò che stava succedendo in pista. Stiamo quindi lavorando con l'obiettivo di trasmettere nel modo più semplice possibile l'idea di quel che sta accadendo in gara".

Un'altra novità che potrebbe arrivare in tempi brevi è quella legata al servizio di streaming ufficiale. "Stiamo per lanciarlo in Cina, negli Stati Uniti e in America Latina, oltre che in Brasile, Germania, Francia e alcuni altri paesi del nord" ha detto Bratches. "È una situazione complicata: con gli accordi sui diritti che avevamo fino all'anno scorso, nessun paese ci avrebbe permesso di fare una cosa del genere. Per fortuna siamo riusciti a raggiungere degli accordi in molti paesi e pensiamo di averlo fatto in un modo in cui tutte le parti coinvolte abbiano dei vantaggi".

Infine Bratches si è concentrato sul lancio di una vera e propria campagna di marketing legata interamente al brand della Formula 1, un aspetto mai considerato sotto la gestione Ecclestone. "Il concept di base sarà 'engineered insanity': queste due idee, l'ingegneria e la pazzia, cooperano molto bene in Formula 1 e si presentano sotto talmente tanti aspetti che abbiamo costruito una campagna di marketing attorno ad essi. Inoltre rinnoveremo il nostro sito web e avremo una piattaforma eSports completamente nuova"

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook per commentare questo e gli altri nostri articoli


-->

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.