F1 Niki Lauda in condizioni critiche dopo un trapianto di polmone

Apprensione per il tre volte campione del mondo, direttore non esecutivo del team Mercedes
F1 | Niki Lauda in condizioni critiche dopo un trapianto di polmone
di 02 agosto 2018, 21:53

Da molte settimane si è speculato sulle condizioni di salute del tre volte campione del mondo di F1, attuale direttore non esecutivo del team Mercedes, Niki Lauda. Ora i peggiori timori sono stati confermati: il 69enne si è dovuto sottoporre ad un trapianto di polmone. Alla base c’era una grave patologia, come ha reso noto oggi l’azienda ospedaliera Allgemeines Krankenhaus - AKH di Vienna.

La clinica ha scritto questo comunicato in collaborazione con la famiglia, come ha detto la portavoce: “Vi preghiamo di comprendere se la famiglia non rilascerà alcun comunicato ufficiale, dato che riguarda la sfera privata”.

Il trapianto eseguito da Walter Klepetko, primario di chirurgia toracica, e da Konrad Hötzenecker è stato completato con successo. Secondo le informazioni della ORF (televisione pubblica austriaca), Lauda sarebbe in condizioni critiche. Secondo questi ultimi, Lauda sarebbe in ospedale da più di una settimana dopo aver interrotto le vacanze ad Ibiza.

Il quotidiano “Österreich” riporta invece che Lauda avrebbe contratto a Ibiza un virus influenzale in un primo momento sottovalutato. All’aggravarsi dei sintomi, avrebbe subito fatto ritorno a Vienna sul suo jet privato per l'operazione.

Questa notizia è arrivata poche ore dopo il 42° anniversario del tragico rogo che quasi costò la vita a Lauda al Nürburgring, compromettendo le sue possibilità di vincere il titolo mondiale del 1976. Il campione austriaco aveva già subito due trapianti di rene negli ultimi anni: il primo nel 1997, dal fratello Florian, il secondo nel 2005 dall'attuale moglie Birgit Wetzinger.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.