F1 Newey: "Ricciardo subirà delle penalità in griglia a Montreal"

La MGU-K danneggiata a Monaco dovrà essere sostituita
F1 | Newey:
di 05 giugno 2018, 13:05

Non parte sicuramente con il piede giusto il weekend di Montreal per Daniel Ricciardo. Il pilota della Red Bull, fresco trionfatore per la prima volta in carriera nel Principato di Monaco, rischia seriamente di vedersi complicare, e non poco, quello che sarà il suo Gran Premio del Canada, pista sulla quale, nel 2014, centrò il primo successo in Formula 1.

La causa di queste preoccupazioni risiede nella MGU-K che tanti patemi ha provocato al nativo di Perth nel corso della gara monegasca. Dopo una prima parte di GP dominata, intorno al 28° giro si è verificato un problema che ha di fatto messo ko questa parte della power unit della RB14 #3, costringendo Ricciardo a correre quasi tutto il resto della gara con una vettura menomata negli allunghi e con Sebastian Vettel pressoché perennemente nei suoi scarichi.

La settimana scorsa, a dir la verità, Cyril Abiteboul aveva parlato con ottimismo della power unit usata da Ricciardo a Monaco, ipotizzando con alta probabilità la possibilità di salvarla. A smentire tutto, però, ci ha pensato Adrian Newey. A margine di una premiazione alla Motorsport Hall of Fame, il direttore tecnico della Red Bull ha detto a chiare lettere di aspettarsi delle penalità in griglia per il suo pilota, pur senza riuscire a quantificarle con esattezza.

"Anche se al momento non sappiamo ancora quante, Daniel prenderà di certo delle penalità in griglia a Montreal" - ha spiegato Newey alla Reuters - "La MGU-K è sicuramente uno dei componenti per i quali riceveremo una penalità. Riguardo al resto, dobbiamo capire se la batteria si sia danneggiata oppure no. Ma finché la Renault non ci farà sapere tutto, non avremo un quadro chiaro della situazione".

Newey smentisce l'ottimismo di Abiteboul ("Dubito fortemente che la MGU-K possa venir riutilizzata. Era talmente surriscaldata che le parti interne erano praticamente carbonizzate..."), mettendo anche le mani avanti sui miglioramenti della power unit evoluta che Renault porterà in Canada ("Ci sarà un incremento in termini di potenza dell'1% circa. Parliamo di un decimo di secondo. Vale certamente la pena averlo, ma di certo non sarà nulla di determinante").

La situazione di Ricciardo, a livello di power unit, è molto seria, avendola sostituita integralmente già in Cina. La sostituzione della MGU-K, la terza per l'italo-australiano, vale da sola 10 posizioni in griglia; dovesse concretizzarsi anche quella della batteria, in pratica Ricciardo sarà costretto a partire dal fondo. Una piccola mano, però, potrebbe arrivargli dal fatto che, contrariamente a quanto successo fino al 2017, alle due zone DRS già previste (rettilineo dopo il tornantino del Casinò e rettilineo dei box) ne verrà aggiunta un'altra, nell'allungo che unisce la chicane 6-7 con quella 8-9.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.