F1 Leclerc: "Sauber competitiva se risolverà i suoi problemi a fine gara"

Il pilota monegasco crede molto nel progetto della C37
F1 | Leclerc:
di 08 maggio 2018, 10:30

La partnership tra Sauber ed Alfa Romeo sta per il momento portando bene al team elvetico. Il gran 6° posto di Charles Leclerc nell'ultimo Gran Premio a Baku, unito al 9° posto conquistato da Marcus Ericsson in Bahrain, ha permesso al team con sede a Hinwil di salire a quota 10 punti in 4 gare, superando già il combinato bottino del biennio 2016-17, ovvero 7 punti.

Il weekend di Baku ha rappresentato un vero turning point nella competitività della C37, con Leclerc capace per la prima volta di superare il taglio in Q1 (13°), oltre a sfoderare un gran primo stint a livello di ritmo, tenendo a lungo il passo di monoposto sulla carta ben più performanti. Lo stesso rookie monegasco dimostra di credere molto nelle possibilità di sviluppo della monoposto frutto dell'ingegno dell'ex direttore tecnico Jörg Zander.

"Come ho detto nel pre-gara, il nostro ritmo in gara è migliore di quello in qualifica" - spiega Leclerc a Motorsport.com - "Dobbiamo indagare e capirne bene i motivi, e lavorare per migliorare quando il serbatoio è quasi vuoto. Se ci riusciremo, allora potremo diventare davvero competitivi, visto che il nostro passo ad inizio gara a Baku è stato eccezionale. Alla fine, invece, con meno carburante abbiamo faticato di più".

Le impressioni di Leclerc sono state confermate dal compagno di box, Marcus Ericsson: "Charles in Azerbaijan ha fatto un ottimo lavoro al sabato, ma credo che la domenica tendiamo ad essere più competitivi. Stiamo faticando con le mescole più morbide e non abbiamo ancora capito il perché non riusciamo ad utilizzarle al meglio", ha spiegato lo svedese, anche lui raggiunto da Motorsport.com.

"Trovare più prestazione al sabato dev'essere d'ora in avanti la nostra priorità, poiché in gara sento che abbiamo una monoposto che ci può permettere di battagliare bene a centro gruppo" - prosegue Ericsson - "Il passo di Charles a Baku è stato davvero consistente rispetto alle altre monoposto che erano intorno a lui, segno che, se riusciamo a partire nel mezzo, possiamo ottenere ottimi risultati. Abbiamo bisogno di fare un passo avanti in qualifica".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.