F1 Laurent Mekies saluta la FIA e passa alla Ferrari

Il responsabile della sicurezza sarà a Maranello a partire da settembre 2018 di 15 marzo 2018, 19:00 Condividi
F1 | Laurent Mekies saluta la FIA e passa alla Ferrari

Nella giornata di ieri la Scuderia Ferrari, tramite un comunicato, ha annunciato l'ingaggio di Laurent Mekies, ormai ex responsabile della sicurezza in seno alla FIA nonché vice-direttore di gara al fianco di Charlie Whiting: "La Scuderia Ferrari annuncia che, a partire dal prossimo 20 settembre 2018, Laurent Mekies inizierà a far parte del team. Riferirà del suo lavoro al direttore tecnico Mattia Binotto".

Mekies, ingegnere francese classe 1977, nativo di Tours, come reso noto dalla Federazione Internazionale continuerà a ricoprire fino a giugno il ruolo di responsabile della sicurezza in tutti gli altri campionati ad eccezione della Formula 1, categoria nella quale cesserà con effetto immediato di ricoprire questa carica, insieme a quella di vice-Whiting. Dopo un periodo di "gardening leave" di sei mesi, il quasi 41enne potrà accasarsi in Ferrari.

Mekies, vantante un passato tra Minardi e Toro Rosso (dal 2003 al 2014) come ingegnere di pista, capo ingegnere e, infine, responsabile delle prestazioni del veicolo, ha lavorato in Federazione a partire dal 2014. All'inizio della scorsa stagione, invece, è stato nominato come vice-direttore di gara, con compiti riguardanti prevalentemente gli aspetti sportivi.

Come nello spinoso caso Budkowski, il cui approdo in Renault, reso noto nello scorso mese di ottobre, aveva scatenato un vero vespaio, anche in questo caso non mancano le polemiche. La mossa della Scuderia, infatti, ha inviperito non poco Eric Boullier (e non sarebbe il solo, stando alle voci che circolano nel paddock), che attacca senza mezzi termini il team italiano: "A noi spiace che la Federazione Internazionale perda un'altra pedina chiave del suo organigramma perché ingaggiato da un team" - dice il managing director della McLaren, raggiunto da Motorsport.com - "È evidente come non sia stato rispettato il gentleman agreement discusso e raggiunto da tutti i team all'interno dello Strategy Group, secondo cui nessun tecnico della FIA sarebbe stato preso da un team prima di un anno dal suo addio alla Federazione. La Ferrari è andata contro questo accordo e la FIA non l'ha fatto rispettare".

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.