F1 La Malesia se ne va e saluta il Circus

La gara asiatica non sarà più in calendario a partire dal 2018 di 07 aprile 2017, 08:31 Condividi
F1 | La Malesia se ne va e saluta il Circus

La Formula 1 e il Sepang International Circuit hanno deciso di comune accordo di interrompere il legame che li univa da oramai quasi 20 anni, annunciando che il Gran Premio della Malesia si terrà per l'ultima volta nel 2017, un anno in anticipo rispetto alla scadenza naturale del contratto che era fissata per il 2018.

Come riportato già alcuni mesi fa, alla base di questa scelta ci sarebbero motivazioni di carattere economico: troppo alte le spese da sostenere per mantenere in vita il Gran Premio, troppo bassi gli introiti provenienti dagli spettatori. Il discorso assume ancora maggior valore se si fa il paragone col Motomondiale, che costa molto di meno ma fa sempre registrare il tutto esaurito.

Queste le parole di Sean Bratches, Managing Director della Formula 1 per quanto riguarda le operazioni commerciali, riportate sul sito ufficiale della Formula 1: "È sempre triste dover dire addio ad un membro della famiglia della Formula 1: per quasi 2 decenni, i fan malesi sono stati tra i più convinti sostenitori di questo sport. Vorrei ringraziare il Sepang International Circuit per la loro professionalità e l'ospitalità che ci hanno mostrato in questi anni e per l'impegno profuso nel motorsport".

Bratches ha poi volto lo sguardo al futuro, parlando di quelle che sono le prospettive della Formula 1 per il 2018: "Come abbiamo già detto a Melbourne, abbiamo grandi piani per avvicinare i nostri fan allo sport fornendo loro un'esperienza digitale di più alto livello e creando nuovi eventi. Man mano che la stagione proseguirà forniremo maggiori dettagli a proposito di questi progetti. Nel 2018, comunque, avremo 21 gare grazie alle aggiunte dei Gran Premi di Francia e Germania".