F1 La grande illusione di Spa

La partenza fulminante di Vettel in Belgio fu agevolata da un errore di Hamilton, rimasto in settima
F1 | La grande illusione di Spa
di 30 settembre 2018, 18:35

Torniamo indietro di circa un mese, quando l'ultima vittoria della Ferrari a Spa diede il via ad una settimana di incredibili attese per quella che sarebbe poi stata, purtroppo per la Rossa, la delusione di Monza.

Il momento di più alta adrenalina, al di là della partenza con il volo di Alonso su Leclerc, è stato senza dubbio il sorpasso fulminante di Sebastian Vettel ai danni di Lewis Hamilton nel corso del primo giro, con il campione in carica dettosi poi sorpreso da cotanta superiorità sul dritto e senza DRS. Proprio da quel sorpasso si sono consumati fiumi di parole sulla potenza della Power Unit Ferrari che è sì migliorata rispetto al 2017 (negarlo sarebbe poco onesto) ma forse non quanto si è sempre sostenuto anche gonfiando le sensazioni e soprattutto le aspettative.

Il passaggio della Ferrari sulla Mercedes infatti è stato viziato da un errore di Lewis Hamilton di cui pochi si sono resi conto. L'inglese, infatti, si è incredibilmente dimenticato di inserire l'ottava marcia dopo il tratto Eau Rouge-Raidillon, percorrendo tutto il rettilineo del Kemmel in settima. Nell'immagine seguente, leggermente contrastata, si vede chiaramente il numero "7" sul display del volante della Mercedes che indica la marcia inserita, mentre dall'onboard di Vettel si sente come l'ottava sia già attiva prima di affrontare l'Eau Rouge stessa.

Questo, unito alla scia della Mercedes, ha offerto uno slancio sicuramente maggiore al tedesco che ha così sfilato l'inglese con discreta facilità; da qui la sorpresa di Hamilton a fine gara, quando ancora non si era reso conto del suo errore.

La storia di Spa, quindi, è stata viziata da uno sbaglio abbastanza clamoroso del campione in carica che, utilizzando tutte le marce, si sarebbe potuto sicuramente difendere maggiormente dall'attacco della Ferrari. Non è facile dire se sarebbe riuscito a mantenere la prima posizione in fondo al Kemmel, ma il sorpasso operato all'esterno sarebbe comunque stato molto più difficile.

Segue il video completo dell'onboard di Hamilton, nel quale si vede la settima che non viene mai lasciata e si sente soprattutto il motore quasi a limitatore. 

Come detto la vittoria di Spa ha illuso molti tifosi della Rossa di una possibilità di rimonta poi sfumata solo una settimana dopo, complice l'errore di Vettel alla variante della Roggia a Monza. Proprio in Italia, però, se in qualifica la Rossa si era presa la prima fila in gara le prestazioni si sono dimostrate tutto sommato simili: il margine a favore della SF71H infatti non è stato così ampio come visto in quel primo giro a Spa che, rivisto un mese dopo, fa forse più male che bene.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.