F1 La entry list ufficiale del campionato 2019

Force India diventa Racing Point, manca solo il numero di Albon
F1 | La entry list ufficiale del campionato 2019
di 01 dicembre 2018, 13:30

È stata ufficializzata la entry list del campionato del mondo 2019 di Formula 1. Diverse le novità rispetto alla scorsa stagione sia per quanto riguarda il movimento dei piloti, visto il mercato molto attivo, che le denominazioni dei team. 

Andiamo con ordine:

Mercedes | Resta inalterata la denominazione del team campione in carica, Mercedes AMG Petronas Motorsport. Tutto uguale, come sappiamo, anche per quanto riguarda i piloti. Lewis Hamilton manterrà il numero 44 così come Valtteri Bottas continuerà con il 77.

Ferrari | La Rossa passerà da Scuderia Ferrari a Scuderia Ferrari Mission Winnow, grazie alla prosecuzione della collaborazione con Philip Morris. Sebastian Vettel continuerà con il numero 5 mentre il nuovo arrivo, Charles Leclerc, porterà dalla Sauber il suo 16.

Red Bull | Il passaggio dalla Power Unit Renault a quella Honda non porta cambiamenti al nome del team, che resta Aston Martin Red Bull Racing. A Max Verstappen (#33) si affiancherà il nuovo arrivo Pierre Gasly, promosso dalla Toro Rosso con il suo numero 10.

Renault | Nessun cambio nella denominazione anche per il Renault F1 Team, che accoglierà il nuovo arrivo Daniel Ricciardo (#3). L'australiano, dopo una vita nell'orbita Red Bull, correrà al fianco del confermatissimo Nico Hulkenberg (#27).

Haas | Cambio di denominazione per il team americano grazie all'arrivo dello sponsor Rich Energy. Il team si chiamerà Rich Energy Haas F1 Team, con molta probabilità cambierà colori e porterà in pista i confermati Romain Grosjean con il suo numero 8 e Kevin Magnussen con il 20.

Mclaren | Coppia tutta nuova nel Mclaren F1 Team, che resta fedele al suo nome. Carlos Sainz Jr, in arrivo dalla Renault, correrà con il suo numero 55 mentre Lando Norris, il primo debuttante della categoria, ha scelto per la sua esperienza in Formula 1 il numero 4, usato in precedenza da Max Chilton nel 2014 con la Marussia.

Force India | Non si chiamerà più così: il team acquistato dalla cordata capitanata da Lawrence Stroll diventerà, come preannunciato, Racing Point F1 Team. Al confermato Sergio Perez (#11) si unirà Lance Stroll, fresco di annuncio, con il numero 18 in arrivo dalla Williams.

Sauber | Continua la collaborazione con la casa di Arese per l'Alfa Romeo Sauber F1 Team. La squadra svizzera cambia tutto nella sua line-up con un mix di esperienza e gioventù. Dalla Ferrari arriva infatti il numero 7 di Kimi Raikkonen, il veterano del Circus, affiancato dal nostro Antonio Giovinazzi che, dopo l'esperienza di inizio 2017 con il numero 36 in sostituzione di Pascal Wehrlein, ha scelto per la sua avventura in F1 il 99.

Toro Rosso | Denominazione a parte, Red Bull Toro Rosso Honda, cambia tutto con un ritorno al passato anche nel team di Faenza. Di rientro c'è infatti il russo Daniil Kvyat, che riprende il suo numero 26 utilizzato già con questo team ed in Red Bull. Al suo fianco l'arrivo dalla Formula 2 di Alexander Albon. Il thailandese è l'unico debuttante a non aver ancora scelto con che numero iniziare la sua prima stagione in Formula 1.

Williams | Arriviamo al team di Grove, che cambia completamente. Terminata la collaborazione con Martini, iniziata nel 2014, il Williams F1 Team si affida ad un ritorno speciale ed un fresco campione. Robert Kubica tornerà in F1 dopo oltre otto anni di assenza, dalla fine cioè della stagione 2010. Il polacco ha scelto come numero personale l'88. Sarà invece il 63 il numero con il quale debutterà in Formula 1 il campione F2 2018 George Russell

Non resta che aspettare i primi test 2019 per vedere in azione i nuovi team, i nuovi colori ed i nuovi arrivi per una stagione che si preannuncia decisamente interessante.

Ecco la entry list completa dal sito FIA.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.