F1 Il DRS aperto ed il pericoloso calvario di Raikkonen a Spa

Il finlandese ha rischiato grosso con l'ala mobile aperta e non notata nei primi giri in Belgio
F1 | Il DRS aperto ed il pericoloso calvario di Raikkonen a Spa
di 27 agosto 2018, 02:23

C'è un piccolo retroscena nel ritiro di Kimi Raikkonen a Spa, emerso dai team radio del pilota finlandese negli otto giri della sua breve gara tra le Ardenne.

Ma andiamo con ordine. Il weekend dell'ex-ultimo vincitore Ferrari a Spa-Francorchamps, iniziato con buone premesse al venerdì, dalla qualifica in poi ha visto le cose andare via via peggiorando, non per colpa del finlandese. Alla fine del Q3, infatti, è stato calcolato male il quantitativo di benzina da imbarcare sulla SF71-H numero 7, con Kimi che non ha così potuto sfruttare la pista che andava asciugandosi per migliorare il suo crono. Risultato: sesto posto in griglia alle spalle delle Force India di Ocon e Perez ed alla Haas di Grosjean.

Il bel tempo della domenica lasciava ben sperare, ma è bastata la prima curva a rovinare i piani del finlandese. Come da prassi quando si tratta di sfortuna, Raikkonen è l'ultimo anello di una catena scaturita dalla frenata sbagliata da parte di Nico Hulkenberg. Nel caos dell'incidente iniziale la Mclaren di Fernando Alonso, in volo, strappa via l'ala posteriore dalla Red Bull di Daniel Ricciardo il quale, a sua volta, finisce sul posteriore della Ferrari numero 7. Il danno immediato alla vista è quello della gomma posteriore destra, che si affloscia in pochi secondi.

Da qui partono una serie di team radio tra Raikkonen ed il box. La fonte è questo video dal quale abbiamo ripulito l'audio. Si tratta di diversi spezzoni di conversazione tra il primo e l'ottavo giro, quello che porta la #7 al ritiro definitivo.

Andiamo con ordine. Immediatamente dopo il contatto, Raikkonen informa il suo ingegnere Carlo Santi di avere una foratura e di essere stato colpito sul retro. In un secondo momento aggiunge che anche il fondo piatto gli sembra danneggiato, ribadendo di essere stato colpito. Dalla telecamera posteriore si nota già dal rettilineo del Kemmel che l'ala mobile è bloccata in posizione aperta. L'immagine di copertina dell'articolo immortala Kimi a Les Combes, dove si nota il flap superiore sollevato, così come si può notare dall'immagine qui di seguito, prima della curva Rivage. 

Il replay dell'incidente della partenza mostra chiaramente che l'impianto del DRS si rompe nel momento in cui la Ferrari viene colpita dalla Red Bull di Ricciardo: si nota chiaramente l'ala mobile aperta.

Mentre Raikkonen torna lentamente ai box l'ingegnere lo informa che non ci sono altri problemi sulla monoposto, a parte il DRS rimasto aperto e di cui nessuno si accorge durante il primo pit stop nel quale vengono solo cambiate le gomme alla monoposto #7. Appena dopo il pit Kimi viene informato che la gara è ancora sotto regime di Safety Car e che bisogna "restare positivi".

Successivamente vengono fornite informazioni riguardo il passo da tenere in regime di Safety Car, con l'ingegnere che informa Kimi sul fatto che, dopo il primo giro di uscita, potrà riavvicinarsi alla coda del gruppo. Il finlandese è preoccupato dalle condizioni del fondo piatto, sente che qualcosa non va e chiede in che condizioni è, timoroso che possa perdere dei pezzi lungo la pista. L'ingegnere lo informa che al muretto stanno controllando dati e video per capire se ci sono problemi, ma dopo un primo check viene confermato al pilota di rimanere in pista. Ancora nessuno si è accorto del DRS aperto.

Kimi suggerisce che può anche fermarsi nuovamente senza perdere posizioni per controllare meglio il fondo, ma la risposta è negativa, deve restare in pista. Addirittura gli viene comunicato di essere in lotta con Bottas, partito a sua volta dal fondo per le penalità dovute al cambio di PU.

Nel team radio successivo il pilota chiede ancora informazioni sul retro della macchina, in particolare sulle gomme e sull'alettone posteriore. L'ingegnere gli risponde che ci sono dei danni ma la struttura globale dell'ala dovrebbe essere ok. Dall'immagine successiva si vedono i problemi al pilone di destra dell'ala, tamponato dalla Red Bull di Ricciardo.

Viene confermato che sono in corso dei controlli ed addirittura Kimi si chiede se sulla sua monoposto è montata una telecamera posteriore per verificare meglio. A questo punto il problema del DRS dovrebbe essere chiaramente verificabile, ma ancora non se ne accorge nessuno.

A seguito dei controlli viene confermato al pilota che i danni sono su una parte non strutturale dell'ala nonostante i dati indichino una perdita di carico. Kimi chiede a quanto ammonta la perdita per capire se deve fare attenzione o meno e gli viene riferito che la perdita è sui "40 punti" sul dritto e molto meno in curva. È importante notare che la gara, in questo momento, non è ancora ripartita e quindi il finlandese non sta spingendo a fondo. Infatti poco dopo arriva l'indicazione che la Safety Car sta per rientrare. Siamo quindi al termine del quarto giro con la gara che ripartirà al quinto in regime di bandiera verde.

A gara ripartita Kimi informa che "la macchina non va dritta nemmeno in rettilineo", come se tendesse a tirare da una parte, aggiungendo che non sente grip dalle gomme. Nel team radio seguente, che non sappiamo se è riferito al primo passaggio dopo la bandiera verde o ad uno successivo, Kimi informa delle difficoltà nell'affrontare il tratto dell'Eau Rouge - Raidillon. Difficoltà poi verificabili dai tempi sul giro, ricavati dal sito della FIA: il primo giro lanciato viene coperto da Vettel in 1:48.656, mentre Raikkonen gira in 1:55.376, sei secondi e sette più lento. La situazione non cambia nel giro successivo, il sesto. Vettel segna 1:48.923, Raikkonen 1:54.320.

A questo punto il finlandese chiede se è stato controllata anche l'ala anteriore e riceve risposta affermativa. Kimi prosegue informando che non ha carico al posteriore e la monoposto è impossibile da guidare; dai box chiedono se vuole rientrare ai box per ricontrollare l'ala anteriore e ciò avviene al termine del settimo giro, quando viene richiamato in pitlane. Durante questa seconda sosta nessuno, ancora una volta, si accorge che l'ala mobile è rimasta aperta mentre i meccanici regolano l'incidenza dei flap anteriori. Kimi viene rimandato in pista nuovamente per compiere l'ottavo giro.

Finalmente ci si rende conto del problema al DRS. Il problema è che a segnalarlo è proprio il pilota, specificando che l'ala mobile è sempre aperta nonostante lui non abbia premuto alcun pulsante sul volante. Solo a questo punto viene deciso di ritirare la macchina ed il pilota viene richiamato ai box al termine dell'ottavo passaggio.

Le immagini seguenti mostrano l'ala aperta all'arrivo del pilota ai box e poi chiusa a mano da un meccanico mentre la monoposto viene riportata in garage.

Ricapitolando, Raikkonen ha subito la rottura del DRS dopo una curva ed ha proseguito per otto giri (di cui quattro ad andatura ridotta sotto Safety Car) senza che nessuno se ne accorgesse nonostante due soste ai box. È inutile sottolineare come Kimi sia stato fortunato nei giri dopo la ripartenza a non perdere il porteriore della sua Ferrari nel tratto tra Eau Rouge e Raidillon, evento che avrebbe potuto portare a conseguenze pericolosissime in un punto come quello.

Insomma, nella sfortuna di un weekend totalmente rovinato da colpe non sue, Kimi è stato fortunato (e bravo, viene da dire) a non rischiare oltre il dovuto. Un incidente sarebbe stato davvero troppo in due giorni in cui c'è tanto, tantissimo da recriminare con tutto e tutti tranne che, ovviamente, con il pilota.

Condividi

2 commenti

Prendi parte alla discussione
  1. DarioK
    #1 DarioK 27 agosto, 2018, 18:51

    che amarezza questo GP malgrado la vittoria di una rossa; aspettavo la corsa del King of Spa con trepidazione ed invece la sfortuna ha colpito ancora

    Reply this comment
  2. pizzaf40
    #2 pizzaf40 27 agosto, 2018, 13:47

    Spledido articolo, ben dettagliato.
    Un peccato che non se ne fossero accorti prima e che non abbiano un sistema alernativo di fissaggio dell'ala...Bloccando l'ala in posizione di carico non si ha la facilitazione dei sorpassi ma si potrebbe avere l'auto a posto per fare i tempi sul giro necessari e per finire la gara, magari a punti!

    Povero Kimi

    Reply this comment

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.