F1 Gran Premio d'Azerbaijan a rischio

Il ministro dello sport azero mette in dubbio il rinnovo del contratto
F1 | Gran Premio d'Azerbaijan a rischio
di 13 febbraio 2018, 17:44

Si addensano nubi sul futuro in Formula 1 del Gran Premio di Azerbaijan. L'appuntamento di Baku, il più giovane tra i 21 che saranno presenti in calendario nel 2018, ha un contratto in essere fino all'edizione del 2020, ma il rinnovo è tutt'altro che cosa fatta.

Gli organizzatori hanno l'intenzione di far diventare l'evento un punto fermo del calendario iridato, ma non hanno nascosto di considerare il contratto attuale come inaccettabile, soprattutto dal punto di vista dell'esborso economico richiesto per ospitare la Formula 1. L'obiettivo, stando alle dichiarazioni del ministro dello sport del Governo azero, Azad Rahimov, è quello di strappare a Liberty Media un rinnovo più vantaggioso, altrimenti Baku potrebbe sparire dai radar del Circus già al termine della stagione 2020.

"Abbiamo tre mesi per dare una risposta ai vertici della Formula 1. Tre mesi a partire dallo svolgimento della gara, per capire se estendere o meno il nostro accordo fino al 2025. Il contratto che abbiamo al momento è inaccettabile, chiunque potrebbe capirlo. E penso lo sappiano bene anche i nuovi proprietari della Formula 1", ha affermato Rahimov all'agenzia russa Tass.

"La trattativa che stiamo conducendo riguarda alcune condizioni finanziarie dell'accordo, oltre a diritti di sponsorizzazione e, soprattutto, al canone che versiamo per ospitare la gara. La volontà comune, comunque, sia la nostra che di Liberty Media, è quella di mantenere il gran premio nel calendario", ha concluso Rahimov.

Baku ha finora ospitato la Formula 1 in due occasioni, nel 2016 e nel 2017, con la particolarità di averlo fatto con due denominazioni differenti. Due anni fa come Gran Premio d'Europa, con vittoria di Nico Rosberg su Sebastian Vettel e Sergio Perez, e lo scorso anno come Gran Premio d'Azerbaijan, con una gara caotica e ricca di colpi di scena, caratterizzata dalla ruotata del tedesco della Ferrari ai danni di Hamilton sotto regime di Safety Car e vinta da Daniel Ricciardo davanti a Valtteri Bottas e Lance Stroll.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.