F1 | GP Ungheria 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull

F1
GP Ungheria 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull

Hamilton vince di rimonta su Verstappen. Ferrari disperse, con Vettel sul podio. Male Bottas di 04 Agosto 2019, 22:34

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull al termine del Gran Premio d'Ungheria 2019. La 34.esima edizione della gara magiara ha visto la vittoria (81.esima in carriera) di Lewis Hamilton che, di rimonta, batte un comunque convincente Max Verstappen. Sebastian Vettel completa il podio, passando a due giri dalla fine Charles Leclerc; ma le Ferrari hanno fatto da comparse. Pierre Gasly chiude 6° e doppiato, mentre Valtteri Bottas addirittura 8°, dopo un primo giro molto complicato.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON

F1 | GP Ungheria 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull 1

"Sono in questo team ormai da sette anni, ma questa fantastica sensazione quando vinco non annoia mai. Se non fosse stato per tutti, qui e in fabbrica, tutto ciò non sarebbe stato possibile. Sono davvero grato di farne parte. Continuano a credere in me, a spingermi oltre i limiti e a correre un rischio. Oggi abbiamo faticato un pò con i freni, e stavo cercando di risparmiarli il più possibile, in modo da poter poi avere la possibilità di superare Max. È stata davvero dura cavarsela. Non ero sicuro di riuscire a colmare il gap di 19 secondi, ma il team mi ha detto di abbassare la testa e di provarci, e l'ho fatto. Ho continuato a spingere al massimo, facendo giri veloci come in qualifica. Sono andato al limite praticamente fino alla fine. Mi tolgo il cappello davanti al team, e penso che, se Niki fosse stato qui oggi, anche lui si sarebbe tolto il cappello".

77 | VALTTERI BOTTAS

F1 | GP Ungheria 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull 2

"È stata una giornata molto difficile per me, di sicuro non quello che mi aspettavo. Il primo giro, in particolare, è stato molto confuso; ho bloccato in curva 1, ed è stato chiaramente un mio errore. Ho cercato di frenare il più tardi e forte possibile, ma ho bloccato l'anteriore destra, spiattellandola. Ciò ha provocato del sottosterzo; poi c'è stato il contatto con Leclerc, a causa del quale mi sono trovato con l'ala anteriore danneggiata. Questo ci ha costretti a fermarci presto, compromettendo la mia gara, dato che sono uscito nel traffico, perdendo tanto tempo. Ho provato tutto il possibile, ma era davvero difficile superare. Almeno ho portato a casa dei punti, anche se dobbiamo analizzare quanto successo ed imparare da tutto ciò".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL

F1 | GP Ungheria 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull 3

"Lasciamo l'Ungheria abbastanza contenti per il fatto di essere saliti sul podio in una gara dove sapevamo che avremmo faticato tanto. Oggi, semplicemente, non siamo riusciti ad avere lo stesso ritmo dei nostri rivali. In termini di strategia, l'idea era di escogitare qualcosa di diverso per provare a fare meglio della quarta posizione. Sono riuscito ad allungare il primo stint a 39 giri, e questo mi ha permesso di gestire le Soft, avendo nel finale un ritmo migliore di Charles, andandolo ad attaccare e a superare. Ora, con la pausa estiva, potremo ricaricare le batterie e prepararci a combattere a Spa e Monza, circuiti dove dovremmo essere più competitivi. Sappiamo che, a livello di prestazioni, c'è ancora molto da estrarre dalla SF90, e dobbiamo lavorarci su. Ma sono convinto che ci sia margine per ottenere risultati migliori".

16 | CHARLES LECLERC

F1 | GP Ungheria 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull 4

"Arrivando qui in Ungheria sapevamo che per noi sarebbe stato un weekend difficile; e purtroppo così è stato. L'inizio gara non è stato male ma, man mano che si andava avanti con i giri, ho cominciato a faticare sempre di più con gli pneumatici posteriori. E per noi è diventato impossibile tenere il ritmo dei nostri avversari. Il mio obiettivo, adesso, è capire come migliorare nel tener sotto controllo il degrado, soprattutto sulle piste dove è più accentuato. Ora ci sarà la pausa, ma non vedo l'ora di tornare in macchina e continuare a lavorare sulle nostre criticità, e per poter sfidare al meglio i nostri rivali".

a

RED BULL

10 | PIERRE GASLY

F1 | GP Ungheria 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull 5

"Per me è stata una domenica difficile, sin dall'inizio. Sono partito male e questo ha segnato la mia gara; poi ho solo provato ad andare all’attacco, ma ho faticato tanto a livello di grip. In curva 1 mi sono ritrovato a sandwich con altre monoposto, e in curva 2 ero molto vicino a Raikkonen; per questo ho perso molto tempo. Il weekend era partito bene, con un bel venerdì; ero molto contento dopo le FP1 e le FP2, ma da sabato ho iniziato a lottare con il grip. Abbiamo chiuso la gara in sesta posizione, portando a casa alcuni punti; ma di sicuro non nella quantità che volevamo. La pausa arriva al momento giusto per tutti. Mi rilasserò e valuterò la prima metà della mia stagione; guarderò cosa è andato bene e cosa decisamente meno. Il mio obiettivo è tornare più forte nella seconda metà di campionato, assicurandomi di ottenere più punti".

33 | MAX VERSTAPPEN

F1 | GP Ungheria 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull 6

"Abbiamo dato il massimo oggi, ma Lewis era un pò più veloce di noi. È stato comunque bello vedere quanto fosse grande il vantaggio sugli altri e, in definitiva, il secondo posto è un buon risultato. Non è stata la nostra giornata in termini di passo gara, ma nel complesso è stato un buon weekend e ottenere la pole position è stato fantastico. Certo, quando parti in testa vuoi vincere; ma devi anche essere realistico e finire secondo con il giro più veloce è stato il massimo che potessimo fare. Ho provato a tener dietro Lewis, soprattutto quando eravamo sulla stessa mescola; ma, a causa del margine che aveva sulle Ferrari, ha avuto la possibilità di fare una seconda sosta. E questa strategia, purtroppo per noi, ha funzionato. Nella seconda metà di gara quello che provavo a fare era sopravvivere e cercare di tenere in vita gli pneumatici. Ma quando Lewis ha cominciato a guadagnare uno o due secondi al giro, c’era ben poco che potessi fare; ha chiuso così velocemente il gap con pneumatici freschi che non mi ha sorpreso il fatto che sia riuscito a superarmi. Abbiamo provato quindi ad ottenere il punto extra per il giro veloce, e sono felice di esserci riuscito. Non ho rimpianti e abbiamo fatto il possibile. Per noi è stato un ottimo weekend e vado in vacanza con buone sensazioni. Ci stiamo avvicinando continuamente alla vetta".


Condividi