F1 Gp Spagna: Hamilton in pole davanti a Bottas, Ferrari in seconda fila

La mescola supersoft si adatta meglio alle Mercedes, la soft alla Ferrari
F1 | Gp Spagna: Hamilton in pole davanti a Bottas, Ferrari in seconda fila
di 12 maggio 2018, 16:25

Lewis Hamilton conquista a Barcellona la 74esima pole in carriera davanti al compagno di squadra Valtteri Bottas e le due Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. I tempi però non sono sufficienti a spiegare completamente cosa sia successo in qualifica, dato che le vetture di Maranello conquistano nettamente Q1 e Q2, dopo le libere passate nell'ombra, mentre nella Q3 le Ferrari non sembrano adattarsi alla mescola supersoft a differenza della Mercedes che torna al comando. Solo con la mescola soft le rosse tornano davanti e riescono a tornare in seconda fila. 

CRONACA

Q1 | La prima fase inizia con la notizia che Brendon Hartley non disputerà le qualifiche a causa dell'incidente nelle FP3; per lui sostituzione di motore e cambio e conseguente partenza dal fondo della griglia, scongiurati invece i danni al telaio. Le prime ad uscire in pista sono le Williams e segnano tempi attorno all'1:20, ma subito dopo a passare in testa sono le Ferrari di Vettel e Raikkonen (1:17 alto) su gomme supersoft. Il secondo giro di Kimi lo porta ad 1:17.4, tempo che neanche Hamilton riesce a battere di un decimo e mezzo. A stupire è invece Alonso, dietro ai migliori con 1:18.2, ma realizzato con le gomme medie. A metà della Q1 Vettel passa in testa con 1:17.031, nuovo record non ufficiale della pista, mentre Bottas rientra ai box dopo aver realizzato il record nel secondo settore.

Quando tutti hanno completato almeno un giro cronometrato, nella zona bassa della classifica ci sono Ericsson, Stroll, Sirotkin e Hulkenberg, vittima di problemi al cambio. Lo svedese della Sauber è il primo a lanciarsi, ma non guadagna posizioni; Nico invece, nonostante tutto, riesce a migliorarsi, ma i giri successivi di Ocon e Vandoorne lo escludono dalla Q2. L'incidente di Stroll fra curva 12 e 13 chiude le qualifiche, dato che gli altri non possono più concludere giri veloci. Vettel si aggiudica così la Q1 con tre decimi su Verstappen, poi Raikkonen, Ricciardo, Hamilton e Bottas. Eliminati Hulkenberg, Ericsson, Sirotkin, Stroll e il già citato Hartley.

Q2 | I big scendono in pista con gomme soft, gli altri con supersoft. Il primo tempo (1:18.0) è di Grosjean, ma Vettel migliora il crono della Q1 chiudendo il giro in 1:16.802, lasciandosi alle spalle Raikkonen (a oltre due decimi), Bottas, Hamilton, Verstappen e Ricciardo. Dopo il primo tentativo, a rischio eliminazione ci sono Vandoorne, Ocon, Leclerc, Perez e Gasly. Mentre sul circuito aumentano le nuvole grigie, i piloti si lanciano per il secondo giro. Vandoorne e Gasly migliorano il tempo ma non abbastanza, gli altri neanche quello. La Q2 termina così con Vettel davanti a Raikkonen, Bottas, Hamilton, Verstappen, Magnussen, Ricciardo, Grosjean, Sainz e Alonso. Eliminati Vandoorne, Gasly, Ocon, Leclerc e Perez.

Q3 | Tutti tornano sulle supersoft. Le Ferrari si lanciano per prime, ma né Vettel (1:17.2) né Raikkonen (1:18.1) chiudono un giro pulito. Così in prima posizione c'è Hamilton (1:16.491) davanti a Verstappen, Ricciardo e Bottas. Alonso si infila tra le due Ferrari mentre chiudono Grosjean, Sainz e Magnussen. 

Ricciardo decide di effettuare il secondo tentativo con le soft, così come le Ferrari. La scelta sembra buona: Daniel realizza il record nel terzo settore, Raikkonen si porta secondo, ma le Mercedes reagiscono. Hamilton si migliora e conclude il giro in 1:16.173 davanti a Bottas di appena quattro centesimi. Anche Vettel conclude un giro buono, ma non è sufficiente per la prima fila. Hamilton conquista così la pole davanti al compagno di squadra, seguono le due Ferrari di Vettel e Raikkonen, le due Red Bull di Verstappen e Ricciardo, Magnussen, Alonso, Sainz e Grosjean.

Segue la classifica completa: 

Immagini: twitter.com/F1

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.