F1 GP Singapore, qualifiche: la parola a Force India, Williams, Renault e Toro Rosso

Qualifiche difficili per la Williams
F1 | GP Singapore, qualifiche: la parola a Force India, Williams, Renault e Toro Rosso
di 15 settembre 2018, 22:30

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Force India, Williams, Renault e Toro Rosso dopo le qualifiche del Gran Premio di Singapore.

FORCE INDIA

11 | SERGIO PEREZ

"È un risultato incredibile; sono davvero soddisfatto delle nostre prestazioni, oggi. Penso di aver fatto un giro quasi perfetto su una pista dove è difficile poterlo fare. Siamo davanti ai nostri diretti rivali e dietro ai leader. Abbiamo avuto un vantaggio di quattro decimi sulle Haas e sei decimi sulle Renault, e penso che vada a dimostrare che il nostro pacchetto di aggiornamenti sta già facendo la differenza. Questa è una pista che normalmente non è a nostro favore, quindi sono stato contento del ritmo che abbiamo dimostrato. La gara di domani sarà lunga - quasi due ore - e non c'è mai una gara noiosa a Singapore. Dobbiamo raggiungere la bandiera a scacchi, evitare gli errori e, auspicabilmente, potrò arrivare a otto gare su otto a punti a Singapore".

31 | ESTEBAN OCON

"Sono abbastanza soddisfatto del risultato di stasera. Abbiamo avuto una gran macchina e gli aggiornamenti hanno funzionato molto bene, quindi possiamo essere soddisfatti di ciò che abbiamo raggiunto. Il mio giro Q3 non è stato l'ideale perché ho sfiorato il muro e probabilmente mi è costato un po' di tempo. Forse senza questo, sarei stato più avanti in griglia di partenza. Mi sento bene in vista di domani - tutto può succedere in gara e devi stare lontano dai guai e cogliere le opportunità. Penso che avremo il ritmo di gara per ottenere dei buoni punti".

WILLIAMS

18 | LANCE STROLL

"Abbiamo bisogno di più grip per essere più veloci. E' probabile che domani soffriremo, ma forse la pioggia potrebbe aiutare. Dobbiamo capire perché siamo fuori ritmo, il che ci manca davvero enormemente. Domani sarà dura, ma può succedere di tutto".

35 | SERGEY SIROTKIN

"E' stata davvero dura, una delle sessioni di qualifica più difficili dell'anno, più di una semplice sopravvivenza: il modo in cui dobbiamo affrontare ogni giro è cercare di limitare i danni piuttosto che attaccare come si fa in qualifica. Siamo molto delusi, sapevamo che sarebbe stato difficile, ma domani non sarà la gara più facile per noi, quindi speriamo in un po' di pioggia!".

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG

"È un po' frustrante perché avevamo il potenziale per essere più in alto sulla griglia. Il passo da qualifica non è stato così negativo come sembra dai tempi. Il settimo o ottavo posto era probabilmente possibile oggi, ma non è andata così. Dobbiamo rimanere positivi perché il nostro ritmo gara sembrava buono, ieri. La gestione delle gomme e della gara sarà fondamentale. Voglio fare una bella gara, ottimizzare tutto e tornare a punti".

55 | CARLOS SAINZ JR.

"E' un risultato deludente alla fine, perché la vettura si è comportata bene in Q1 e a poco a poco abbiamo perso aderenza alle gomme posteriori. Quando perdi aderenza durante la sessione, specialmente su una pista come questa, è difficile mettere insieme un giro perfetto, dobbiamo analizzare perché siamo andati così, dopo una promettente Q1, tuttavia restiamo ottimisti per domani: abbiamo buone possibilità".

TORO ROSSO

10 | PIERRE GASLY

"Per noi è stato difficile fin dall’inizio del weekend, ieri non siamo stati competitivi come speravamo di essere. Oggi è andata un po’ meglio, ma non c’era molto che potessimo fare per competere con gli altri team per la Q3. Siamo in difficoltà con il bilanciamento e con il grip: abbiamo provato delle cose per tentare di trovare una soluzione, ma non siamo riusciti a mettere tutto insieme ed è stato difficile tirare fuori la performance dalla macchina. Per domani puntiamo a recuperare qualche posizione, sappiamo che a Singapore può essere difficile, ma di solito riusciamo ad allungare la vita delle Hypersoft e quindi questo sarà l’obiettivo durante la corsa".

28 | BRENDON HARTLEY

"Questa mattina abbiamo avuto una sessione complicata, ma dopo aver effettuato alcune modifiche siamo riusciti a migliorare la vettura per le qualifiche. Ero piuttosto vicino al passaggio in Q2. Nel primo run ho trovato un po’ di traffico, mentre nel secondo ho avuto pista libera ma ho fatto un paio di sbavature nel settore centrale che mi sono costate del tempo. Il distacco da Pierre è stato di solo un decimo e mezzo ed è stata proprio questo minimo lasso di tempo che ha fatto la differenza tra la mia eliminazione in Q1 e il passaggio in Q2. Questa è una pista difficile e hai solo una possibilità. Ieri eravamo andati molto bene con la gestione delle gomme ed è positivo, resto fiducioso di poter provare con la strategia a lottare per i punti in gara. Speravamo in un ritmo migliore questo weekend, ma vediamo come andrà domani".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.