F1 GP Russia: Vettel sale in cattedra nella FP2, doppietta Ferrari

La SF70-H conclude il venerdì al comando, Mercedes lontana in simulazione di qualifica di 28 aprile 2017, 15:55 Condividi
F1 | GP Russia: Vettel sale in cattedra nella FP2, doppietta Ferrari

Esito inaspettato per la FP2 del Gran Premio di Russia a Sochi. Se la doppietta Ferrari non desta più molta sorpresa, sono i distacchi in simulazione di qualifica a rappresentare effettivamente una grande novità. Sebastian Vettel ha concluso il venerdì in testa alla classifica con il tempo di 1:34.120, precedendo di 263 millesimi Kimi Räikkönen e Valtteri Bottas di ben 670 millesimi.

Le Mercedes hanno lasciato trasparire una certa difficoltà nell'utilizzo delle gomme Ultra Soft, specie in Lewis Hamilton che è riuscito a trovare un solo giro "pulito" a quattro centesimi dal compagno di squadra. Per quanto concerne il passo gara, invece, è stata provata sia la soluzione Super Soft che quella Ultra Soft, con risultati simili a quelli delle Ferrari.

Stabili come terza forza le Red Bull, ancora a cavallo del secondo e mezzo di distacco con Verstappen davanti a Ricciardo. La sessione dell'olandese è terminata in anticipo a causa di una sospetta perdita di pressione del carburante, dopo avere percorso solo 15 giri.

Settima posizione per Felipe Massa con la Williams davanti a Nico Hülkenberg, sulla cui Renault sono stati risolti i problemi al motore accusati stamani. Buon riferimento anche per Kevin Magnussen, nono sulla Haas, mentre si sono collocate al decimo e all'11esimo posto le Force India di Pérez e Ocon.

In casa McLaren si annovera la 12esima posizione di Fernando Alonso, mentre Stoffel Vandoorne è sceso in pista con una power unit dopo un problema riscontrato sulla MGU-K. Il belga sconterà in questo modo 15 posizioni di penalità in griglia, essendo già arrivato alla quinta MGU-H e al quinto turbocompressore differenti.

Piuttosto distanti dal vertice le Toro Rosso e le Sauber, con Sainz a due secondi e nove decimi con la prima monoposto di Faenza e Pascal Wehrlein oltre i tre secondi con la vettura svizzera.

Classifica: