F1 GP Russia, Qualifiche: le dichiarazioni di Mercedes, Ferrari e Red Bull

Mercedes dominanti nel sabato di Sochi. Ferrari, bastonata, in seconda fila
F1 | GP Russia, Qualifiche: le dichiarazioni di Mercedes, Ferrari e Red Bull
di 29 settembre 2018, 21:25

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull, dopo le qualifiche del Gran Premio di Russia, sedicesima prova del mondiale di F1 2018. Il sabato pomeriggio del Sochi Autodrom ha visto le Mercedes fare quello che volevano, però con Valtteri Bottas in pole (1:31.387) davanti a Lewis Hamilton (+0.145). In grave affanno la Ferrari, che pagano carissimo una monoposto poco performante nel T3, con Sebastian Vettel (+0.556) e Kimi Raikkonen (+0.850) in seconda fila. Red Bull in pista solo in Q1, a causa delle pregresse penalità per sostituzioni di power unit e cambio. Daniel Ricciardo partirà 17°, mentre Max Verstappen sarà 20°, beccandosi anche una penalità (3 posizioni e 2 punti in meno sulla Superlicenza) per non aver rispettato le bandiere gialle a fine Q1.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON


"Sochi non è mai stato tra i miei circuiti preferiti, ma il giro in Q1 è stato davvero buono. Anche il mio tentativo su Hypersoft sul finire della Q2 è stato molto veloce; in Q3, però, non sono riuscito a ripetermi. Alla fine, ho avuto un gap di un paio di decimi, e ho commesso anche un errore. Sono finito largo, uscendo subito dopo nuovamente di pista. Credo di aver avuto il potenziale per la pole, ma stavolta Valtteri ha fatto un lavoro migliore del mio. E' fantastico partire entrambi in prima fila, e domani faremo di tutto per convertire tutto ciò in un gran risultato. Abbiamo apportato alcuni grandi miglioramenti nel modo in cui usiamo le gomme e nel modo in cui settiamo la macchina, e lo stiamo mostrando. Essendo qui complicato superare, la gara sarà incentrata sulla gestione delle gomme e sulla partenza. Io spingerò forte. L'anno scorso Valtteri partì alla grande, e penso che sarà la migliore strategia a mia disposizione per vincere".

77 | VALTTERI BOTTAS


"E' passato tanto dalla mia ultima pole in Austria, per cui è una bellissima sensazione esser tornati davanti a tutti in qualifica. Abbiamo apportato alcune modifiche dopo le PL3, e la monoposto è sembrata migliorare ancora in qualifica. Sono riuscito a trovare il tempo in quasi tutte le manche di qualifica e, in Q3, ho solo dovuto mettere tutto assieme. Sono riuscito a compiere un ottimo secondo tentativo, che mi è valso la pole. Sono felice, anche perché la monoposto sembra molto competitiva e ciò ci mette in un'ottima posizione per la gara. Domani credo che le Ferrari saranno competitive, per cui dovremo metterci in condizione di batterli. La partenza sarà fondamentale; dal via alla prima staccata c'è tanta strada e, se chi ti parte dietro scatta meglio, è facile che ti superino. Oggi è stata un'ottima giornata, ma sarà importante far bene domani. Io darò tutto per restare davanti".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL


"Credo che la monoposto si comportasse meglio oggi rispetto a ieri nelle libere. La sessione è andata bene e penso che siamo riusciti ad utilizzarla al massimo del suo potenziale. Non penso ci fosse nulla di sbagliato, semplicemente non siamo stati abbastanza veloci. Ad ogni modo, la gara è domani e se il feeling con la monoposto sarà lo stesso avvertito verso fine sessione, allora penso che potremo essere competitivi. Certamente io voglio fare tutto per bene e penso che sia possibile superare dopo la partenza. Abbiamo bisogno di un buono scatto iniziale, anche se non troppo buono. Così può andare a finire che dai tu la scia agli altri".

7 | KIMI RAIKKONEN


"Oggi in qualifica la monoposto è andata meglio che in tutto il resto del weekend. Durante il mio ultimo tentativo in Q3 stavo riuscendo a fare un ottimo giro; poi, però, una delle Mercedes ha rallentato davanti a me, e ciò ha compromesso il mio tentativo. Il feeling con la monoposto era positivo, ma chiaramente non è bastato. Più in generale, la sensazione è che qui paghiamo un certo svantaggio con i nostri rivali, e ce lo portiamo sin da inizio weekend. Non è l'ideale, ma la situazione è questa. Sochi non è un circuito particolarmente adatto per i sorpassi, ma domani puntiamo a fare del nostro meglio. Vedremo come andrà a finire".

RED BULL

3 | DANIEL RICCIARDO


"Sapere di subire delle penalità già ad inizio weekend aiuta ad accettare il fatto che non completerai le qualifiche, e ti spinge a concentrarti meglio sulla gara. Non sapremo mai dove ci saremmo qualificati se avessimo avuto accesso alla Q3, ma siamo contenti della macchina e di come ci siamo comportati finora su una pista per noi complicata. Il divertimento per noi comincerà domani. Ci sono alcuni piloti forti che partiranno nella parte arretrata della griglia. La mia speranza è che domani il degrado delle gomme sia importante, per regalare un pò di spettacolo ed evitare che chi sta più avanti possa impostare una strategia con un unico pit stop. Il problema principale adesso è scegliere la mescola con cui partire domani. Le temperature dovrebbero essere più alte e l'approccio fino a curva 2 sarà molto interessante. Qual'è stata la cosa più emozionante della giornata? La vittoria della mia squadra dell'Australian Football League. Mi sono svegliato presto per seguire la partita e ne è valsa la pena. Ho gridato tanto e la mia voce ne risente un pò; domani vedrò di restituire il favore con una grande gara".

33 | MAX VERSTAPPEN


"Finora è andato tutto meglio del previsto, nonostante sapessimo già da prima delle qualifiche di dover partire dal fondo. La macchina è andata bene in ogni sessione ed abbiamo svolto un bel lavoro in Q1. Pur se ho avuto qualche problema, siamo comunque riusciti a ribaltare la situazione e a tornare competitivi. Siamo più vicini del previsto alla vetta e quello che perdiamo nei rettilinei lo recuperiamo in curva. Anche se abbiamo un buon passo, non penso sia stato un errore spendere qui a Sochi le penalità, soprattutto in vista delle prossime gare. Le prestazioni che abbiamo avuto oggi mostrano che abbiamo lavorato bene sul setup e, dalle PL3 alle qualifiche, abbiamo fatto dei buoni passi avanti. Sono fiducioso per domani. Il nostro obiettivo, adesso, è di uscire bene dalle ultime curve e di mantenere i nostri pneumatici in forma, perché il sorpasso non sarà facile. Se segui le altre monoposto da vicino, è difficile tenere sotto controllo il degrado delle gomme anteriori. Non si sa mai cosa potrà succedere e noi non smetteremo di combattere. Però, guardando da dove partiremo, credo che il regalo più realistico sia la quinta posizione".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.