F1 GP Russia, gara: la parola a Force India, Williams, Renault e Toro Rosso

Ocon e Perez a punti. Delusione Renault. A bocca asciutta Williams e Toro Rosso
F1 | GP Russia, gara: la parola a Force India, Williams, Renault e Toro Rosso
di 01 ottobre 2018, 19:00

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Force India, Williams, Renault e Toro Rosso, al termine del Gran Premio di Russia, sedicesima prova del mondiale di F1 2018. Al termine di una gara che li ha visti anche scambiarsi di posizione per andare all'attacco della Haas di Kevin Magnussen, le due Racing Point Force India di Esteban Ocon e di Sergio Perez chiudono rispettivamente in 9° e 10° posizione. Molto male le Renault, con Nico Hulkenberg 12° e Carlos Sainz Jr. addirittura 17° e a due giri di ritardo. In affanno, ovviamente, anche le Williams, con Lance Stroll 15° e Sergey Sirotkin 18° ed ultimo. Out nei primi giri sia Pierre Gasly che Brendon Hartley: entrambe le Toro Rosso hanno patito guai ai freni.

piacimento)

FORCE INDIA

11 | SERGIO PEREZ


"La 9° posizione non è un cattivo risultato, anche se speravamo di meglio e penso che avevamo il passo per ottenere di più, di certo per arrivare davanti alla Haas. È un peccato, perché il team ci ha fatto scambiare le posizioni per darci la possibilità di attaccare Kevin, ma è stato inutile. Era molto difficile superare, anche con una zona DRS più lunga. A causa della lotta con Kevin ho anche perso di vista Charles. Alla fine è stato uno di quei giorni in cui le cose non sono andate come si voleva fino in fondo. Considerando cosa è successo in gara, però, è bello arrivare a punti con entrambe le vetture".

31 | ESTEBAN OCON


"Abbiamo provato di tutto come team quest'oggi. Abbiamo spinto sempre, in ogni circostanza, ed è deludente non riuscire a massimizzare i punti che potevamo ottenere. Io ed Esteban ci siamo scambiati di posizione perché pensavamo di poter esercitare una maggiore pressione su Magnussen, ma non sono riuscito a passare. La nostra gara non è stata delle più emozionanti, ed alla fine ci siamo potuti solo seguire l'un l'altro. Era davvero dura superare e forse ci mancava circa duecento metri di zona DRS per poter provare un sorpasso. Abbiamo fatto del nostro meglio, lavorando bene come squadra. In conclusione, però, la 9° e la 10° posizione erano tutto ciò che potevamo ottenere oggi (ieri ndr)".

WILLIAMS

18 | LANCE STROLL


"All'inizio è stato molto difficile. Avevamo programmato uno stint iniziale più lungo, ma gli pneumatici erano in pessime condizioni. Sapevamo però che con le Soft saremmo potuti andare fino alla fine, e così abbiamo deciso di anticipare la sosta. Da lì in avanti la situazione è migliorata. Ho dato la caccia ad Alonso, ma lui era intelligente con il fuel saving, risparmiando nel T1 e poi spingendo nel T3. Non riuscivo proprio ad avvicinarmi abbastanza da usare il DRS sul rettilineo principale. Così sono rimasto alle sue spalle".

35 | SERGEY SIROTKIN


"E' stata la gara più sofferta dell'anno, sotto il mio punto di vista. Ero convinto che avremmo potuto raccogliere molte indicazioni positive, sia in termini di posizionamento in griglia rispetto agli altri, sia in termini di passo. Sin dall'inizio, però, ogni cosa è andata per il verso sbagliato. Siamo sempre stati nella peggiore posizione possibile in pista, con la peggiore situazione di traffico possibile. Alcune cose, nonostante tutto, ci sono riuscite molto bene, ma nel complesso l'intera gara si è rivelata un calvario. Ed è stato un momento molto doloroso per me".

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG


"Sfortunatamente non siamo riusciti a sfruttare al meglio la nostra strategia. Abbiamo avuto una gara pulita, senza particolari problemi, ed è stato positivo trovarsi in 7° posizione per così tanti giri.Purtroppo non siamo stati in grado di recuperare posizioni dopo il pit-stop. Abbiamo dato il nostro meglio, convertendo bene la nostra strategia alternativa. Purtroppo non ne abbiamo ricavato nulla in termini di punti".

55 | CARLOS SAINZ JR.


"Dopo la gara di oggi (ieri ndr) avverto una serie di sentimenti contrastanti. All'inizio sono partito molto bene con la gomma Soft, riuscendo a superare un paio di macchine equipaggiate con le Hypersoft. Tuttavia, in curva 2 sono stato colpito una Williams. Anche se non avvertivo nulla di che, il fondo ed il lato della vettura sono stati seriamente danneggiati e questo ha complicato molto guidare la monoposto. Sono rimasto in pista per cercare di aiutare la squadra con la strategia, rallentando il più possibile le altre vetture di metà gruppo. Purtroppo i punti erano fuori portata. A fine gara, una volta saltato fuori dall'abitacolo, ho potuto rendermi conto dei danni della monoposto, riuscendo a capire il perché fosse così complicata da guidare oggi (ieri, ndr). Ora non resta che prepararsi per il Giappone".

TORO ROSSO

10 | PIERRE GASLY


"Fin dalla partenza ho avuto una sensazione davvero strana con il pedale del freno, la cui corsa si è allungata e peggiorava molto velocemente. Poi, al terzo giro, alla frenata di curva 4 è completamente diventato piatto: ho perso i freni anteriori e abbiamo dovuto ritirare la vettura. Dobbiamo dare un'occhiata ai dati per capire cosa è successo esattamente, è un peccato vedere entrambe le vetture ritirarsi dalla gara".

28 | BRENDON HARTLEY


"Ho fatto una buona partenza e ho passato Pierre prima di Curva 5. Stavo attaccando la McLaren quando il pedale del freno si è allungato. L'ho riferito al team via radio e poi ho fatto il nostro pit-stop programmato. Dovevamo provare una strategia diversa e fare il resto della gara sulle Soft, poiché gestivamo bene quelle gomme e avevamo un buon passo. Pensavamo avrebbe funzionato. Tuttavia, una volta lasciato il box, il pedale del freno ha toccato completamente il fondo, ho bloccato le ruote posteriori e mi sono girato. La stessa cosa è accaduta su entrambe le vetture nello stesso momento, quindi sono certo che il team individuerà rapidamente il problema e lo risolverà prima della prossima gara. Siamo tutti entusiasti di andare a Suzuka, con gli aggiornamenti e le performance che abbiamo visto venerdì".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.