F1 | GP Monaco 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull

F1
GP Monaco 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull

Hamilton soffre ma vince su Verstappen, arretrato in 4° posizione. Podio per Vettel e Bottas di 26 Maggio 2019, 23:09

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull al termine della gara del Principato di Monaco. Lewis Hamilton, pur patendo la pressione di Max Verstappen per oltre tre quarti di gara, chiude davanti a tutti, mentre l'olandese, a causa dei 5" di penalità subiti per il contatto in corsia box con Valtteri Bottas, retrocede fino alla 4° posizione, scavalcato da Sebastian Vettel, al miglior risultato stagionale suo e della Scuderia, e dal finlandese della Mercedes. 5° posizione e giro record per Pierre Gasly, mentre Charles Leclerc è risultato essere l'unico ritirato della gara, dopo aver danneggiato la sua SF90 dopo un azzardo su Nico Hulkenberg alla Rascasse.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON

F1 | GP Monaco 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull 1

"Questa è stata una delle gare più difficili della mia carriera, davvero intensa. A 20 giri dalla fine ho pensato davvero di non farcela ad arrivare fino alla fine con quegli pneumatici; temevo perfino di andare a sbattere, per quanto combattevo con la monoposto. Non mi era rimasto più nulla degli pneumatici ed era durissima restare in pista. Ho chiesto a me stesso cosa avrebbe fatto Niki in una situazione simile, e ho fatto del mio meglio, dando tutto quello che avevo, cercando solo di restar concentrato e di non sbagliare. So che dall'alto Niki mi stava guardando, e con lui al nostro fianco ce l'abbiamo fatta; oggi indossavo un casco con i suoi colori e non volevo deluderlo. Ero determinato a raggiungere questo risultato e la vittoria è per Niki".

77 | VALTTERI BOTTAS

F1 | GP Monaco 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull 2

"La mia gara si è decisa ai box. Abbiamo deciso di fare un doppio pit sotto regime di Safety Car, prima Lewis e poi io; anche Vettel e Verstappen sono rientrati nello stesso momento e, quando sono ripartito, anche Max è scattato nello stesso momento, trovandosi fianco a fianco con me. Ci siamo toccati, ho colpito il muro dato che non c'era spazio, e ho forato l'anteriore destra. Quindi sono dovuto rientrare il giro dopo per un nuovo pit stop. A quel punto temevo di essere finito in fondo, e invece avevo perso solo un paio di posizioni. Sono stato sfortunato e fortunato allo stesso tempo. È sempre deludente quando finisci la gara più indietro rispetto alle qualifiche; tuttavia, il mio ritmo è stato davvero buono per tutto il weekend e ho comunque totalizzato punti preziosi per me e per la squadra. Una delle mie prime riflessioni stamattina è stata che volevo guidare bene per Niki, volevo vincere per lui. Alla fine non l'ho fatto, mentre c'è riuscito Lewis. Sono sicuro che Niki sarebbe stato orgoglioso di noi".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL

F1 | GP Monaco 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull 3

"E' stata una domenica complicata, ma alla fine, il secondo posto è un ottimo risultato e sono contento per il team. Oggi abbiamo tratto vantaggio dagli errori di altri team, ma questo fa parte del gioco. Quando seguivo Lewis, che aveva molte difficoltà con i suoi pneumatici, e Max, che lo seguiva da vicino, ho aspettato di vedere cosa succedeva. Quando ho visto che si toccavano, per un attimo ho pensato che avrei potuto anche vincerla. Sappiamo di avere molto lavoro da fare; oggi siamo felici, ma non del tutto. Dall'altra parte, è stato un peccato per Charles. Non il miglior weekend per lui".

16 | CHARLES LECLERC

F1 | GP Monaco 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull 4

"Oggi la nostra performance c'era, ma non c'è stato il risultato. Oggi ho dato tutto me stesso, sapendo che dovevo fare qualcosa di diverso e correre molti rischi per risalire dalla quindicesima posizione dalla quale sono partito. L'inizio gara mi è piaciuto e le cose andavano abbastanza bene. Al 9° giro, nel corso dell'attacco a Nico, ho colpito con la posteriore destra il muro, e le nostre monoposto si sono toccate; io ho danneggiato la mia ruota posteriore e il fondo. Abbiamo cercato di continuare a correre con un nuovo set di pneumatici, ma dopo l'incidente ci mancava troppo carico aerodinamico e ci siamo dovuti ritirare. E' stato un fine settimana difficile e complesso, ma sono già concentrato sulla prossima gara in Canada, dove farò del mio meglio per rialzarmi".

a

RED BULL

10 | PIERRE GASLY

F1 | GP Monaco 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull 5

"E ‘stata una giornata davvero positiva e possiamo essere molto contenti della quinta posizione, soprattutto partendo dall’ottavo posto in griglia; e qui a Montecarlo è davvero difficile rimontare. La strategia è stata buona e la macchina fantastica da guidare. Sono stato in grado di spingere molto nel finale, con giri molto veloci, contenendo il distacco dai primi entro i 10″. Sono davvero felice e ora dobbiamo continuare a lavorare, così da poter fare bene anche nei prossimi weekend".

33 | MAX VERSTAPPEN

F1 | GP Monaco 2019, gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull 6

"Ho dato tutto nella gara di oggi e mi sono molto divertito. Siamo stati molto competitivi e, quando combatti contro Lewis, sai benissimo che sarà molto difficile; io però ho continuato a spingerlo, cercando di costringerlo all'errore. Gli ho fatto usare gli pneumatici un pò di più di quanto lui avrebbe voluto, e ciò mi ha messo in condizione di pensare ad un attacco. Ad un certo punto, i suoi pneumatici hanno avuto un crollo e in alcune curve era davvero lento; un vero peccato non essere riusciti ad avvicinarci abbastanza. A pochi giri dalla fine, comunque, ho deciso di provarci; ci siamo toccati, ma per fortuna tutto è andato bene. La penalità per quanto successo nei box è stato un episodio molto sfortunato, ma non penso che la squadra abbia fatto qualcosa di sbagliato. Il nostro passo gara è stato molto buono, ed è questa la cosa che conta di più. Certo, mi sarebbe piaciuto raggiungere il podio ma, ripeto, è stata una bella gara. Ho fatto del mio meglio e quello che ho ottenuto è stato il massimo possibile. La squadra ha svolto un grande lavoro e abbiamo fatto di tutto per lottare per la vittoria".

Condividi