F1 GP Messico, qualifiche: la parola a Mercedes, Ferrari e Red Bull

Splendida prima fila tutta Red Bull
F1 | GP Messico, qualifiche: la parola a Mercedes, Ferrari e Red Bull
di 28 ottobre 2018, 12:00

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull dopo le qualifiche del Gran Premio del Messico.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON

"Voglio dire grazie a tutti in fabbrica e al team qui in pista, tutti hanno lavorato duramente per portare la vettura dove è oggi: la Red Bull era molto veloce nel settore centrale. Il nostro passo di gara non è stato male venerdì, siamo riusciti a migliorare un bel po', quindi spero che saremo in grado di combatterli e magari guadagnare terreno all'inizio. Il Messico è un gran posto dove stare e un posto fantastico in cui gareggiare, quindi non vedo l'ora che arrivi domani".

77 | VALTTERI BOTTAS

"L'intera squadra ha svolto un ottimo lavoro ieri sera e oggi, ieri non è stato un grande risultato, ma oggi la vettura si è rivelata molto migliore, siamo riusciti a recuperare molte delle nostre prestazioni. In meno di un'ora e mezza sono riusciti a smontare la vettura e a cambiare il motore - e la macchina ha funzionato bene dopo. Non ho fatto un giro perfetto nel Q3 , ma almeno siamo molto più vicini alla prima rispetto a venerdì. C'è un lungo rettilineo qui alla partenza, quindi non partire davanti potrebbe essere un vantaggio se riusciamo a ottenere la scia delle auto davanti a noi. La gara di domani dovrebbe essere divertente".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL

“Ero piuttosto soddisfatto del mio primo run in Q3, ma sapevo che per battere le Red Bull avrei avuto bisogno probabilmente di un paio di decimi. Così ho cercato di spingere di più nel mio ultimo tentativo e non ha funzionato, il giro non era tanto diverso dal precedente, ma non del tutto pulito, ed ho perso un po’ di tempo in alcuni punti. Questa è una pista in cui l’efficienza aerodinamica probabilmente non è così importante; si cerca di usare più carico aerodinamico possibile e si è visto che eravamo veloci nel primo settore, ma perdevamo tempo altrove. Ad ogni modo domani sarà una lunga gara e penso che la strategia e la gestione delle gomme saranno la chiave del successo".

7 | KIMI RAIKKONEN

“Oggi il feeling generale con la vettura era migliore rispetto a ieri; abbiamo fatto progressi ed è una cosa positiva. In qualifica, in alcuni giri il comportamento era buono in alcuni punti e in altri giri in punti diversi, per cui era difficile mettere insieme il tempo. Sembrava molto più semplice questa mattina, in condizioni più fresche. Di certo queste qualifiche non sono state le più facili, ma delle volte le cose vanno così. Senza dubbio sarà una gara lunga e difficile. I tre top team partiranno con le stesse mescole, per cui vedremo come andrà. C’è un tratto molto lungo dal via alla prima staccata; cercheremo di fare una bella partenza e di stare lontano dai guai. Di solito la prima curva è piuttosto stretta e “movimentata”: se riesci a passarla bene, fa una differenza enorme. Poi si vedrà quello che accadrà in gara. La gestione delle gomme sarà il punto chiave".

RED BULL

3 | DANIEL RICCIARDO

"Come probabilmente si può notare, sono abbastanza felice. So che è solo una qualifica, ma in realtà è abbastanza speciale. Le altre volte mi è successo a Monaco, ma questa volta in Messico. Non credo che nessuno si aspettasse che ce la facessi, ma sapevo che c'era una certa velocità in più in me e sono felice di averla trovata. È stato un anno impegnativo e volevo finire in bellezza con la Red Bull, quindi spero che la mia striscia di sfortuna sia finita. Non penso che sarà una gara semplice e sarà certamente interessante, ma spero che sarà interessante per i motivi giusti. Sarà una bella lotta con Max, Lewis e Seb, ma se riusciremo a convertire una doppia fila in prima fila in un doppio podio, l'intero team lascerà il Messico molto felice”.

33 | MAX VERSTAPPEN

”È davvero deludente essere costantemente il più veloce per tutto il weekend, e poi non esserlo quando conta. Mi sono sentito a mio agio nelle qualifiche, ma presto ho avuto problemi simili a quelli avuti FP2. Sentivo di non poter spingere la macchina al limite, cosa che devi fare in Q3 perché è la sessione più importante. Il problema dovrebbe essere meno influente domani, il che significa che entrambi possiamo fare una buona gara. Data la frustrazione di oggi, siamo ancora in forma molto forte andando a domenica, è solo un peccato aver perso la pole. Il fatto che abbiamo bloccato la prima fila per la prima volta da anni è un risultato brillante per la squadra".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.