F1 GP Messico, libere: la parola a Mercedes, Ferrari e Red Bull

Verstappen e la Red Bull on fire all'Hermanos Rodriguez. Nascoste Ferrari e Mercedes
F1 | GP Messico, libere: la parola a Mercedes, Ferrari e Red Bull
di 27 ottobre 2018, 12:47

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull dopo prove libere del venerdì del Gran Premio del Messico, diciannovesima prova del mondiale di F1 2018. All'Hermanos Rodriguez di Città del Messico, le Red Bull hanno cominciato alla grande il weekend, con un Max Verstappen davvero in palla e davanti sia in FP1 che in FP2 (nonostante un problema alla sua RB14), con Daniel Ricciardo come primo inseguitore. Sessioni non molto decifrabili per Ferrari e Mercedes, dietro in simulazione qualifica e più competitive sul passo gara.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON


"La macchina si è comportata bene in alcuni aspetti, meno in altri. Ci sono diversi aspetti sui quali possiamo e dobbiamo migliorare, ma abbiamo faticato tanto con le temperature alte della pista, che hanno sciolto le gomme e provocato tanto graining. Ma è stato un problema comune a tutti. Corriamo con le ali più cariche su questa pista, ma siamo ancora piuttosto veloci sui rettilinei a causa dell'altitudine; poi però non c'è molta aderenza nelle curve, anche con le HyperSoft. Abbiamo del terreno da recuperare ed analizzeremo tutti i dati nel dettaglio, in modo da trovare le risposte che cerchiamo. La Red Bull, al momento, sembra fuori portata, mentre la Ferrari è lì con noi. Ma noi siamo qui per fare del nostro meglio e daremo di tutto per fare un gran weekend".

77 | VALTTERI BOTTAS


"E' stato un venerdì alquanto difficile. Abbiamo faticato sul passo in entrambe le sessioni, e lo stesso si è verificato con la gestione delle gomme. Entrambe le mescole hanno iniziato a soffrire di graining rapidamente e, in generale, manca grip. Così la macchina scivola molto e le gomme faticano. Non abbiamo una risposta precisa per il fatto che il nostro ritmo non sia ancora competitivo; per cui dovremo analizzare tutto da ogni angolazione. Abbiamo molto lavoro da fare per domani (oggi ndr). Ma ho fiducia nel team e confido che troveremo le risposte nel corso della notte, tornando più forti in pista domani".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL


"Non è stato facile far funzionare bene la macchina oggi (ieri ndr). Abbiamo comunque svolto un lavoro interessante sia in ottica qualifiche che in ottica gara. Abbiamo avuto difficoltà nel trovare il giusto equilibrio e a spremere il massimo dalle gomme. La parte più complicata è che non c'è grip né aderenza. La pista è piuttosto scivolosa e le gomme non funzionano bene. E' per questo che, secondo me, ci sono stati gap così marcati nei tempi sul giro. Cercheremo di sistemare tutto per domani (oggi ndr). Questo sarà il lavoro principale su cui dovremo concentrarci. Penso che tutti possano ancora migliorare i loro tempi, e cercherò di essere lì per giocarmi le mie possibilità".

7 | KIMI RAIKKONEN


"Su questa pista le prime sessioni sono sempre state molto difficili, a causa della poca aderenza. Ed oggi (ieri ndr) è stato un venerdì come gli altri da queste parti, con poco grip e grande facilità nel fare errori, provocando dei flatspot alle gomme. Nulla di nuovo insomma. A causa di questi fattori, abbiamo avuto molte vibrazioni sulla macchina. Ciò non è ideale, ma man mano siamo andati migliorando. Sicuramente siamo progrediti nel corso delle sessioni, ma c'è ancora tanto lavoro da fare. A che punto siamo rispetto agli altri lo vedremo solo domani (oggi ndr)".

RED BULL

3 | DANIEL RICCIARDO


"La nostra macchina è andata bene in simulazione di qualifica in entrambe le sessioni, e ciò dovrebbe permetterci di partire davanti domenica. Ma non sono ingenuo e credo che sia la Mercedes che la Ferrari domani (oggi ndr) andranno su di motore e di prestazione. Ma se la situazione resta questa, credo che ci aspetti un'entusiasmante lotta a sei per la pole. Con l'altitudine, le prestazioni delle power unit sembrano molto più vicine e credo che avremo belle carte da giocarci. La chiave sarà di avere un giro pulito, poiché la pista è molto scivolosa ed è facile sbagliare. Domani (oggi ndr) abbiamo bisogno di lavorare di più sul passo gara, poiché non siamo stati super competitivi sotto quell'aspetto. La Hypersoft soffre molto di graining e ciò è abbastanza positivo. Nella maggior parte delle gare quest'anno siamo andati facilmente su un singolo pit stop. Forse qui avremo una gara su due soste".

33 | MAX VERSTAPPEN


"Oggi (ieri ndr) è andata davvero bene, meglio del previsto. Anche con Daniel, ed è bello essere entrambi in cima alla classifica. Abbiamo una buona macchina su questo circuito, e siamo messi bene sia come carico aerodinamico che come grip meccanico. Questo aspetto era chiaro già da Monaco e qui lo stiamo confermando. Se hai un ottimo grip puoi creare facilmente un grosso gap, poiché qui la pista è molto scivolosa. Ovviamente c'è da migliorare qualcosa, ma la base è molto buona. In Giappone avevo detto di aver vissuto uno dei miei peggiori venerdì dell'anno; qui è il contrario. La macchina è stata veloce qui già l'anno scorso ma, dopo la giornata di oggi (ieri ndr), penso che siamo più competitivi rispetto al 2017. C'è stato un piccolo problema a fine PL2, e pensiamo abbia avuto a che fare con l'idraulica. Non siamo troppo preoccupati per domani (oggi ndr). I ragazzi del team indagheranno, ma si spera che sia un problema di facile soluzione".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.