F1 GP Messico 2018: Verstappen domina, Hamilton è Pentacampione!

L'olandese prende la testa della corsa al via, Ricciardo rompe, Vettel 2°. L'inglese raggiunge Fangio con il 4° posto
F1 | GP Messico 2018: Verstappen domina, Hamilton è Pentacampione!
di 28 ottobre 2018, 21:56

Il mondiale 2018 finisce qui: Max Verstappen domina il Gran Premio del Messico riprendendosi il maltolto dopo la qualifica del sabato, Lewis Hamilton è per la quinta volta Campione del Mondo e raggiunge Juan Manuel Fangio a quota cinque titoli iridati. All'inglese basta il quarto posto per ottenere i punti necessari a chiudere la pratica con due Gran Premi di anticipo sulla fine del campionato. Sul podio con Max Verstappen vanno le Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, secondo e terzo davanti alle Mercedes, in crisi oggi, di Hamilton e Bottas.

L'olandese della Red Bull prende la testa della corsa al via e non la lascia praticamente più, vincendo la quinta gara in carriera. La gara è condizionata pesantemente dal graining sulle gomme: a farne le spese più di tutti sono le Mercedes di Hamilton e Bottas che finiscono lontanissimi dalla testa, con il finlandese addirittura doppiato e l'inglese quasi passato dal leader di gara.

Ottima la gara di Daniel Ricciardo fino all'ennesimo ritiro, a 10 giri dal termine. L'australiano stava completando la doppietta Red Bull con una sosta in meno rispetto alle due degli avversari. Bene le Ferrari: ottima la gara di Vettel, autore di alcuni ottimi sorpassi, un po' più opaca quella di Raikkonen che chiude comunque sul podio.

CRONACA

Primi sei piloti su Ultrasoft, poi quattro su Hyper e dall'undicesima posizione in poi è un misto di Ultra e Supersoft

Partenza | Brutta partenza di Ricciardo con Hamilton che si infila tra le due Red Bull. Alla fine del lungo rettilineo Max Verstappen stacca profondissimo e si prende la prima posizione su Hamilton, Ricciardo, Vettel che ha dovuto fare a gomitate con Bottas per tenere la quarta posizione.

2° giro: Ocon ai box con l'ala anteriore rotta. Anche Hartley ai box.

3° giro: Bene le Renault di Sainz e Hulkenberg che mantengono la settima e l'ottava posizione.

4° giro: Verstappen allunga a 1.8 su Hamilton, con Ricciardo che segue a 3.4. Vettel è a 5.5. La Mclaren di Alonso ha un pezzo della Force India di Ocon incastrato nell'ala anteriore ma poco dopo lo spagnolo si ferma in pista. Ritiro per lui.

5° giro: VSC attivata. Dal replay della partenza si vede il leggero contatto tra Bottas e Vettel in curva cinque.

7° giro: Si torna in regime di bandiera verde con Verstappen che comanda su Hamilton, Ricciardo, Vettel, Bottas, Raikkonen.

8° giro: Bottas in difficoltà con Raikkonen, mentre sulla Mercedes di Hamilton si nota del graining sulle gomme anteriori.

9° giro: GPV di Verstappen che va sopra ai due secondi e mezzo di vantaggio su Hamilton.

10° giro: un altro secondo guadagnato da Verstappen su Hamilton, Ricciardo si avvicina alla Mercedes. L'inglese è a 3.8 dalla Red Bull.

11° giro: Hamilton in supercrisi, ancora un secondo e mezzo perso da Verstappen mentre Ricciardo è ormai sotto il secondo.

12° giro: Dentro Hamilton per la sua prima sosta. Gomme supersoft per lui. Dentro anche Bottas, stessa gomma per lui così come per Sainz. Mancano 60 giri. Bella battaglia tra Perez e Ericsson.

13° giro: Dentro Ricciardo per la sua sosta: l'australiano torna terzo.

14° giro: Sosta anche per Verstappen che copre la strategia di Hamilton e Ricciardo. In questo momento le due Ferrari sono prima e seconda. Boato per il sorpasso di Perez su Ericsson.

15° giro: Verstappen è già alle spalle di Raikkonen e lo passa sul rettilineo iniziale, le Ferrari continuano e potrebbero provare a giocare su una sola sosta sola.

16° giro: Hamilton già alle spalle di Raikkonen con Ricciardo che si avvicina ad entrambi.

17° giro: L'inglese affonda sul finlandese non senza difficoltà, così come Ricciardo.

18° giro: Dentro entrambe le Ferrari: prima Vettel e poi Raikkonen entrano per montare gomme Supersoft.

19° giro: Le due Haas e Perez ancora senza sosta.

20° giro: Imprendibile Verstappen. L'olandese vola a 8 secondi di vantaggio su Hamilton e 10 su Ricciardo.

22° giro: Sono passati pochi giri e già Hamilton segnala del graining sulle sue gomme. L'inglese è a 9 secondi da Verstappen, seguito da Ricciardo e Vettel che si sta avvicinando.

25° giro: Ancora lamenti di Hamilton via radio sullo stato delle gomme.

26° giro: Il vantaggio di Verstappen su Hamilton resta intorno ai nove secondi. Seguono Ricciardo, Vettel, Bottas, Raikkonen, Perez, Sainz, Hulkenberg, Leclerc.

27° giro: Il leader della gara è in mezzo ai doppiati.

28° giro: Il vantaggio di Max sale a 10 secondi su Hamilton, 12 su Ricciardo e 13 su Vettel. Le Haas e Sergio Perez non si sono ancora fermati.

30° giro: inizia la lotta per la terza posizione tra Ricciardo e Vettel.

31° giro: Carlos Sainz fermo dentro lo Stadio, il secondo tentativo per Vettel di passare Ricciardo viene stoppato dall'attivazione della VSC.

32° giro: Perez approfitta della VSC per effettuare la sua sosta.

33° giro: Si riparte con Ricciardo che scappa via da Vettel e riesce a superare lo scoglio del primo rettilineo senza subire attacchi. Verstappen intanto ha portato il suo vantaggio a 13 secondi su Hamilton.

34° giro: Adesso sono in quattro: Leclerc, Perez, Ricciardo e Vettel. Stavolta il tedesco riesce a passare alla fine del primo rettilineo. I due doppiati lasciano strada senza disturbare e Vettel si lancia all'inseguimento di Hamilton.

35° giro: Bella la lotta tra il messicano ed il monegasco con quest'ultimo che ha gomme più fresche e passa per l'ottava posizione.

36° giro: Verstappen ha 12.5 di vantaggio su Hamilton, 15 su Vettel, 20 su Ricciardo, 23 su Bottas e 28 su Raikkonen in rimonta sulla Mercedes.

37° giro: Crisi Ricciardo, l'australiano perde tantissimo da Vettel e da Bottas che sta tornando alle sue spalle. Vettel intanto recupera bene su Hamilton.

39° giro: Arriva il sorpasso di Sebastian Vettel su Lewis Hamilton. Ottimo il passaggio all'interno dopo una prima difesa dell'inglese. Il tedesco prende e se ne va.

40° giro: Gran peccato per Sergio Perez che si deve ritirare con evidenti problemi tecnici alla sua Force India.

41° giro: Arriva un replay di un contatto tra Ocon e Hartley, con detriti di carbonio che volano.

42° giro: Verstappen resta con 13 secondi di vantaggio su Vettel che va avanti di giri veloci, mentre Hamilton è ancora lentissimo.

44° giro: Ricciardo sta tornando su Hamilton mentre Vettel è ancora col giro più veloce.

45° giro: L'australiano si avvicina col DRS all'inizio del giro e poi resta vicino all'inglese per tentare il sorpasso nel passaggio successivo.

46° giro: L'inglese si difende ancora con entrambi che perdono due secondi da Vettel. Dietro Raikkonen ha ripreso Bottas.

47° giro: Stavolta Ricciardo passa con Hamilton che va lungo in curva 1. I meccanici Mercedes si alzano.

48° giro: A sorpresa oltre a Hamilton rientra anche Sebastian Vettel che monta ultrasoft nuove contro le vecchie dell'inglese. Intanto si ripete la stessa scena di prima tra Bottas e Raikkonen, con la Mercedes che va lunga in curva 1 e lascia strada alla Ferrari.

49° giro: Dentro anche Verstappen per coprire la strategia della Ferrari. Dentro anche Bottas.

50° giro: Vettel vola col giro più veloce e sta rientrando dietro Ricciardo che non si è fermato per la seconda sosta.

52° giro: Verstappen comanda con 7 secondi su Ricciardo, 9 su Vettel, 19 su Raikkonen, 32 su Hamilton e 50 su Bottas.

55° giro: Hamilton ancora in crisi: gira due secondi più lento di chi gli è davanti. Vettel è tornato intanto su Ricciardo con le due Toro Rosso da doppiare.

58° giro: Ricciardo eroico nel resistere alla Ferrari di Vettel con una sosta in meno.

61° giro: Dieci giri al termine con Verstappen che mantiene 11 secondi su Ricciardo, 13 su Vettel.

62° giro: Colpo di scena: la Red Bull di Daniel Ricciardo si ferma ancora una volta. Dopo una gara splendida, splendida, splendida l'australiano è costretto al ritiro. Attivata la VSC. La cameracar della Ferrari di Vettel è piena d'olio.

63° giro: Le Ferrari di Vettel e Raikkonen sono ora seconda e terza dietro Verstappen, mentre la VSC è ancora attiva. Bottas rientra ai box per una sosta aggiuntiva. Il finlandese monta gomma Hypersoft e rientra poco prima della fine della VSC.

65° giro: Verstappen chiede al box di limitargli il motore dopo aver visto la fine di Ricciardo. Nel frattempo il vantaggio su Vettel è salito a 14 secondi, mentre Bottas fa segnare il giro più veloce.

68° giro: Incredibile ma vero, Valtteri Bottas è doppiato dopo la sua sosta. Hamilton è a 65 secondi da Verstappen.

69° giro: Verstappen viene informato che il suo motore è stato limitato per non rischiare nulla negli ultimi passaggi.

71° giro: finisce così, con Max Verstappen che vince la sua quinta gara in carriera davanti a Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Lewis Hamilton è quarto ed è per la quinta volta Campione del mondo. Sesto Valtteri Bottas, settimo l'ottimo Charles Leclerc con la Sauber davanti ad un buon Stoffel Vandoorne con la Mclaren, Marcus Ericsson con la seconda Sauber e Pierre Gasly che chiude la top ten con un punto per la Toro Rosso.

Segue il risultato di gara.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.