F1 GP Malesia, Hamilton pole, Kimi 2° a 45 millesimi, Vettel KO in Q1

L'inglese in pole per pochissimo, la Ferrari del tedesco perde il turbo in Q1 dopo il cambio di PU prima delle qualifiche di 30 settembre 2017, 12:14
F1 | GP Malesia, Hamilton pole, Kimi 2° a 45 millesimi, Vettel KO in Q1

L'ultima pole position in Malesia è di Lewis Hamilton: il pilota inglese della Mercedes ha conquistato la sua quinta pole a Sepang con il tempo record di 1:30.076 precedendo di soli 45 millesimi un fantastico Kimi Raikkonen, in lotta per la prima posizione fino all'ultima curva con la Ferrari. Terzo Max Verstappen con la Red Bull (oggi compie 20 anni) davanti al compagno Daniel Ricciardo. Tristezza dall'altra parte del box Ferrari. Dopo la sostituzione della Power Unit tra FP3 e qualifiche, la SF70H di Sebastian Vettel ha riscontrato ulteriori problemi in Q1 che i meccanici, già eroici in precedenza, non sono riusciti a risolvere in tempo per rimandare in pista il tedesco prima del termine della sessione. Vettel partirà quindi dal fondo. Per Hamilton sono 71 pole position in carriera.

CRONACA

Si parte in Q1 con Ferrari e Mercedes unici team a montare gomme morbide per superare la prima sessione, con le nuvole che si fanno minacciose sopra Sepang. I meccanici Ferrari sono riusciti nel miracolo di sostituire la PU sulla Rossa del tedesco, ma al primo giro lanciato arriva un nuovo problema. Vettel rallenta segnalando un problema al turbo ed è costretto a rientrare ai box. Intanto Hamilton si porta al comando con 1:31.605 davanti a Max Verstappen, Valtteri Bottas e Kimi Raikkonen. Ritmi frenetici in Ferrari, per minuti interi i meccanici lavorano sotto il cofano della monoposto di Vettel e a due minuti e mezzo dal termine della sessione sembra che la monoposto possa uscire. Il tentativo di mettere la vettura in moto è però vano perché c'è ancora qualcosa che non va. Niente da fare, Vettel resta ai box e viene escluso dalla Q1 insieme a Ericsson, Wehrlein, Magnussen e Grosjean.

La Q2 inizia con tutti i piloti, questa volta, su gomme supersoft. Kimi Raikkonen è il primo pilota a scendere sotto il minuto e 31 con 1:30.926, seguito a breve da Max Verstappen lontano solo 5 millesimi e da Lewis Hamilton di poco sopra l'1:31. Bottas e Ricciardo sono dietro mentre Pierre Gasly, dopo essersi messo dietro Sainz in Q1, è appena alle spalle del compagno, con entrambi in lotta per entrare in Q3. La battaglia per entrare nell'ultima sessione premia le Force India che si piazzano alle spalle dei cinque big rimasti orfani di Vettel, Nico Hulkenberg con la Renault e le due Mclaren di Vandoorne e Alonso. Restano esclusi Massa, Palmer, Stroll, Sainz e Gasly che non ha sfigurato rispetto al compagno nella sua prima qualifica in F1.

Le Mercedes e Raikkonen sono i primi a lanciarsi in Q3. Bottas è il primo a far segnare il tempo in 1:30.945. Seguono Hamilton, Raikkonen, Ricciardo e Verstappen a scavalcare il finlandese, con la classifica che vede l'inglese davanti a tutti con 1:30.076. Il finlandese della Ferrari è lontano 232 millesimi, mentre Ricciardo e Verstappen sono oltre il mezzo secondo. È Ricciardo a partire per primo per il suo secondo giro veloce, ma l'unico a migliorare in cima è Kimi Raikkonen che per soli 45 millesimi non conquista la pole. 

Hamilton partirà quindi in prima fila affiancato dalla Ferrari del finlandese. Seconda fila Red Bull con Verstappen e Ricciardo. Terza fila con la Mercedes di Bottas e la Force India di un indiavolato Esteban Ocon. Quarta fila per un'altra sorpresa, Stoffel Vandoorne con la Mclaren, e Nico Hulkenberg con la Renault. Quinta fila per l'altra Force India di Sergio Perez e la Mclaren di Fernando Alonso.

Segue il risultato delle qualifiche.

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook per commentare questo e gli altri nostri articoli


Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.