F1 GP Malesia, FP1 condizionate dalla pioggia

Bisogna aspettare un'ora per i primi tempi. Verstappen il migliore di 29 settembre 2017, 06:37 Condividi
F1 | GP Malesia, FP1 condizionate dalla pioggia

Sessione travagliata dalla pioggia la prima dell'ultimo Gran Premio della Malesia di F1. È necessaria infatti un'ora prima di vedere i piloti far segnare i primi tempi cronometrati dopo qualche timido installation lap. Questo a causa non solo della grande quantità d'acqua scesa sul circuito di Sepang ma anche dell'asfalto relativamente nuovo, che non permette di drenare rapidamente il bagnato.

Dopo alcuni giri della Safety Car si fissa l'inizio della FP1 dopo mezz'ora rispetto all'orario originale, con i piloti che nei successivi 30 minuti si fanno vedere pochissimo, anche per non sprecare le gomme da bagnato a disposizione. Un peccato per i giovani piloti impegnati al mattino: Charles Leclerc sulla Sauber, Sergey Sirotkin sulla Renault, Antonio Giovinazzi sulla Haas, Sean Gelael sulla Toro Rosso oltre alla new entry Pierre Gasly sull'altra monoposto di Faenza al posto di Daniil Kvyat.

Per quello che possono valere i tempi, migliore prestazione per Max Verstappen con la Red Bull in 1:48.962, davanti al compagno Daniel Ricciardo lontano oltre 7 decimi. Buona terza posizione di Alonso con la Mclaren, a 1.6 da Verstappen. Seguono le due Ferrari di Raikkonen (+1.7) e Vettel (+2 secondi). Poi le Mercedes di Hamilton e Bottas, lontane 2.5 e 3 secondi, seguite da un buon Stroll con la Williams e da Pierre Gasly con la Toro Rosso. Ultimo posto in top ten per Sirotkin con la Renault, ad oltre quattro secondi e mezzo dalla vetta. Nessun tempo per Felipe Massa per un problema idraulico alla sua Williams.

Seguono i tempi di sessione.

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.