F1 GP Italia: Vettel comanda nella FP2 nonostante l'uscita di pista

Simulazione di gara solo a metà per il tedesco. Brutto incidente per Ericsson
F1 | GP Italia: Vettel comanda nella FP2 nonostante l'uscita di pista
di 31 agosto 2018, 16:49

Dopo avere saltato quasi tutta la FP1 a causa di un problema al cambio, Sebastian Vettel si è rifatto con gli interessi nella seconda sessione di libere del Gran Premio d'Italia. Il pilota della Ferrari ha staccato il miglior tempo in 1:21.105 con le gomme supersoft, prima di incappare in un'uscita di pista alla Parabolica a mezzora dalla bandiera a scacchi. Nonostante la conferma di una Rossa in gran spolvero, quindi, Vettel non è riuscito ad effettuare una simulazione di gara appropriata, tornando in pista solo negli ultimi minuti dopo avere atteso la sistemazione dell'ala posteriore danneggiata.

Doppietta Ferrari perché al secondo posto ha concluso Kimi Räikkönen, a 270 millesimi dal tedesco. All'inseguimento delle SF71-H c'è Lewis Hamilton con la Mercedes, a 17 millesimi dal finnico, seguito da Valtteri Bottas che invece è rimasto staccato di sette decimi. Terza forza come di consueto è la Red Bull, con Verstappen davanti a Ricciardo.

Sulla pista asciutta la Force India è tornata ad occupare il ruolo di "prima degli altri", dopo l'ottima performance di stamattina sull'umido. Esteban Ocon ha concluso in settima posizione, ad un secondo e otto decimi da Vettel, precedendo Sergio Pérez. Nona piazza per Charles Leclerc sulla Sauber, nonostante qualche problema al DRS.

L'ala posteriore mobile ha tuttavia dato noie ben più grosse all'altra vettura svizzera, quella di Marcus Ericsson. Lo svedese è finito violentemente contro le barriere della prima variante all'inizio della sessione, a causa della mancata chiusura del dispositivo in frenata. Distrutta la Sauber, fortunatamente illeso Ericsson nonostante il capottamento. 

Top ten chiusa dalla Renault di Nico Hülkenberg che ha preceduto la Haas di Romain Grosjean. Subito alle spalle del francese, l'altra Renault di Carlos Sainz jr e la seconda Haas di Kevin Magnussen. Alternanza anche tra Toro Rosso e Williams, che almeno qui sembra poter sopperire con il motore Mercedes alle carenze aerodinamiche della FW41: 14° Pierre Gasly davanti a Sergey Sirotkin, Brendon Hartley e Lance Stroll.

Come in Belgio, anche a Monza proseguono le difficoltà del team McLaren. Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne occupano nuovamente le posizioni di fondo classifica, ad oltre due secondi e mezzo dai riferimenti migliori. 

Terminata la prima giornata del Gran Premio d'Italia, domani alle 12:00 si riparte con la terza sessione di prove libere, che potrebbe dare maggiori indicazioni riguardo l'andamento delle qualifiche del pomeriggio.

Classifica:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.