F1 GP Italia, qualifiche: la parola a Manor, Haas e Sauber

di 04 settembre 2016, 11:15 Condividi
F1 | GP Italia, qualifiche: la parola a Manor, Haas e Sauber

Vi riportiamo quanto dichiarato dai piloti della Manor, Haas e Sauber al termine delle qualifiche del Gran Premio d'Italia.

Manor

Pascal Wehrlein: "Sono veramente felice di queste qualifiche, specialmente quando si considera come eravamo messi alla mattina. Era frustrante, perché nelle ultime libere non riuscivo a mettere insieme un giro pulito, mentre in qualifica ce l'ho fatta, l'ho fatto quando importava".

Esteban Ocon: "La mia monoposto è semplicemente 'morta' prima ancora di partire, non so perché. Sembra che sia il solito problema elettrico, ma stiamo facendo di tutto perché non si ripeta in gara".

Haas

Romain Grosjean: "È stato deludente qualificarsi sapendo di avere una penalità di cinque posizioni. Abbiamo pagato il prezzo di non essere riusciti a girare nelle ultime libere. Non sono molto contento delle mie qualifiche. Non riuscivo a spingere molto, è un peccato. Vediamo cosa riusciremo a fare partendo diciassettesimi".

Esteban Gutierrez: "Prima di tutto, devo ringraziare il team, sono molto orgoglioso e grato, perché tutti hanno fatto un lavoro fantastico. In qualifica, per la prima volta sono arrivato in Q3. È stato uno sforzo incredibile per tutti - i giri sono stati fantastici, mi sono divertito. Abbiamo ottenuto il massimo da quest'opportunità".

Sauber

Marcus Ericsson: "È stata una qualifica deludente, perché la Q2 era il nostro obiettivo, e sarebbe stato possibile oggi. Per me, il bilanciamento della monoposto era cambiato e soffrivo di sovrasterzo, il che ha reso tutto più difficile. Mi è costato del tempo, ed è stato abbastanza da mancare la Q1".

Felipe Nasr: "È un peccato non essere arrivati in Q2, perché era possibile. In Q1 all'ultimo tentativo ho perso potenza all'uscita della Lesmo e ha compromesso il mio tempo. Il lato positivo è che abbiamo fatto un passo in avanti da un punto di vista dell'aerodinamica".

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.