F1 GP Italia, qualifiche: la parola ad Haas, McLaren e Sauber

Buona qualifica per le Haas e per Alonso su McLaren
F1 | GP Italia, qualifiche: la parola ad Haas, McLaren e Sauber
di 02 settembre 2018, 11:45

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Haas, Mclaren e Sauber dopo le qualifiche del Gran Premio d'Italia.

HAAS

8 | ROMAIN GROSJEAN

"È stato bello. Era un po' al limite in Q1. Non ha funzionato abbastanza: il margine da superare non era grande come volevamo. Sono stato sorpreso di vedere la Renault così veloce, e mi aspettavo che la Force India fosse più avanti. Sono molto contento di partire in sesta posizione e, naturalmente, c'è ancora del lavoro da fare per domani, ma penso che anche noi abbiamo un buon ritmo in gara".

20 | KEVIN MAGNUSSEN

"Saremmo dovuti essere in Q3 oggi. Avevamo chiaramente il passo. Sono stato il primo a scendere in pista, quindi ero tutto solo, e il mio giro era di un centesimo di secondo dalla Q3. Sono sicuro che ci fosse dell'altro. Sfortunatamente, durante il mio ultimo tentativo in Q2 sono stato superato da Alonso e non sono riuscito a ottenere un giro su quel secondo set di gomme. È deludente, ma faremo comunque una buona gara e mireremo ad andare a punti".

MCLAREN

2 | STOFFEL VANDOORNE

"Era estremamente ravvicinata in Q1 oggi e abbiamo visto 10 auto entro quasi due decimi. Forse non abbiamo estratto il massimo dalla scia. La possibilità era di progredire verso la Q2, quindi è un peccato perdere per pochi centesimi. Abbiamo apportato alcune modifiche drastiche rispetto a ieri e sembrano decisamente essere andate nella giusta direzione. La sensazione in macchina è ancora più o meno la stessa, ma abbiamo guadagnato un po' di prestazione in rettilineo. Vedremo cosa possiamo fare domani. C'è ancora molto lavoro davanti a noi e non siamo dove dobbiamo essere, quindi ci aspettiamo una gara difficile. La gara sarà lunga e non c'è davvero molto che possiamo fare con la strategia in quanto è una gara a una sola sosta".

14 | FERNANDO ALONSO

"Dopo le scarse prestazioni di ieri ci aspettavamo un Q1 difficile, ma la squadra ha apportato molti cambiamenti durante la notte e oggi la macchina è stata più veloce. Partire in tredicesima posizione è una bella sorpresa, e impensabile, fino a un paio di ore fa. Sono un po' preoccupato per domani potremmo tornare alla realtà, ma vediamo come va. Alla fine della Q2, abbiamo avuto una strana situazione. Eravamo un po' di macchine nel giro di uscita, cercando di trovare la giusta distanza e cercando di preparare le gomme. All'ultimo momento, all'interno della Parabolica, Kevin [Magnussen] ha deciso di sorpassarmi e colmare la distanza tra la mia macchina e l'auto di fronte a me. Ma siamo arrivati ​​insieme alla prima curva e entrambi abbiamo perso il giro. Non cambia molto per me, perché penso che la posizione in cui mi trovo sia ciò che merito, ma sicuramente per lui è un peccato perché poteva essere in Q3".

SAUBER

9 | MARCUS ERICSSON

"Prima di tutto, è bello essere di nuovo in macchina dopo l'incidente avvenuto ieri. I nostri meccanici hanno lavorato tutta la notte e hanno fatto un ottimo lavoro per riparare l'auto in tempo. Sfortunatamente, il risultato non è quello che volevamo. Analizzeremo cosa è successo e lavoreremo per migliorare in vista della gara. Speriamo di poter lottare e ottenere un buon risultato domani".

16 | CHARLES LECLERC

"Non sono sicuro di cosa sia successo alla nostra performance tra FP3, dove eravamo molto competitivi, e la qualifica. Sono molto contento del mio giro - che è qualcosa che dico raramente - e rende ancora più frustrante uscire in Q1. Abbiamo un sacco di lavoro davanti a noi e dobbiamo capire esattamente cosa è successo, in modo che possiamo recuperare prima della gara di domani e ottenere un buon risultato".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.