F1 GP Italia, libere: la parola alla Red Bull, Force India e McLaren

di 03 settembre 2016, 09:30 Condividi
F1 | GP Italia, libere: la parola alla Red Bull, Force India e McLaren

Vi riportiamo le parole dei piloti di Red Bull, Force India e McLaren Honda al termine delle prove libere del Gran Premio d'Italia.

Red Bull

Max Verstappen: "È stata una buona giornata in pista. Sapevamo che sarebbe stato un week-end più difficile per la squadra, questo è sicuramente il tracciato più impegnativo per noi sul calendario, ma penso che non sia andata troppo male e possiamo sicuramente migliorare. Abbiamo trovato un buon equilibrio tra i settori - e ora dipende tutto da noi. per il momento siamo un po' troppo indietro rispetto alle Mercedes, ma domani possiamo avvicinarci. Difficile dire che ci aspetterà in qualifica, sarà sicuramente più dura, ma faremo del nostro meglio".

Daniel Ricciardo: "Siamo più o meno dove ci aspettavamo di essere, mi piacerebbe essere più vicino alla Ferrari, ma non abbiamo davvero trovato i tempi sulle supersoft, anche se le morbide sono competitive. Quinto e sesto per ora non è male, e ci dà molto da lavorare. Monza è un circuito ad alta velocità, e se hai la monoposto giusta, puoi sorpassare, tramite una buona scia o anche il DRS, se non hai una velocità altissima. La strategia è tipicamente quella a una sosta, non ci sono molte alternative, per ora non vedo grossi cambiamenti".

Force India

Nico Hulkenberg: "È stato un venerdì breve per me, essendo stato in macchina solo per le FP2, ma il pomeriggio è andato secondo i piani ed è stato interessante vedere il nostro passo nei long run. Non sono comunque felice come vorrei essere con la macchina: sto ancora lottando con il bilanciamento, quindi abbiamo bisogno di migliorare le cose".

Sergio Perez: "Non penso che sia andata come pensassimo. Il bilanciamento della monoposto non è ancora dove vogliamo che sia, così abbiamo bisogno di capire il motivo per cui vada così, abbiamo ancora un paio di decimi da recuperare e trovare. I tempi mostrano che la lotta a metà schieramento è ancora più vicina del solito, quindi abbiamo bisogno di continuare a spingere. Nella sessione del mattino ho avuto la possibilità di provare il sistema Halo per la prima volta. Non mi ha dato nessun problema con la visibilità. Uscire dalla monoposto è stato un problema, ma sarà interessante vedere come si svilupperà questo sistema".

McLaren Honda

Fernando Alonso: "Non abbiamo avuto una perfetta affidabilità - ci sono ancora alcuni problemi qua e là - ma non è stato nulla di veramente significativo, il che è una buona notizia. Tuttavia, abbiamo bisogno di curare ogni dettaglio, perché non vogliamo perdere dei punti quando servono. È stata una giornata positiva. Abbiamo provato qualche componente che fa parte di prototipi in valutazione per il futuro, ma siamo contenti. Non ci aspettavamo di portare entrambe le monposto nella Top 10, su una pista ad alta velocità come questa, ma dobbiamo tenere i piedi per terra. Noi realisticamente non ci aspettiamo di entrare in Q3, quindi, se lo facciamo, sarà una bella sorpresa".

Jenson Button: "La prova del sistema Halo di questa mattina era okay - non ci sono stati grandi problemi, forse potrebbe essere un po' più difficile vedere le luci sulla linea di partenza e nei pit-stop, ma ci sono ancora tante possibilità di lavorarci su. È un po' strano: a 200 km all'ora, invece di concentrarsi sulla prossima curva, ci si sta concentrando su qualcosa di inanimato davanti ai propri occhi, che può rendere un po' strabici... Potrebbe essere possibile entrare in Q3: non abbiamo fatto nulla di diverso rispetto al solito, quindi è sicuramente possibile. La macchina va bene, dobbiamo lavorare ancora un po', ma se riuscissimo a lottare per i punti, andrà tutto bene".

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.