F1 GP Italia, gara: la parola a Force India, Williams, Renault e Toro Rosso

Buon 10mo posto per Lance Stroll
F1 | GP Italia, gara: la parola a Force India, Williams, Renault e Toro Rosso
di 03 settembre 2018, 16:05

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Force India, Williams, Renault e Toro Rosso dopo il Gran Premio d'Italia.

FORCE INDIA

11 | SERGIO PEREZ

"Sono felice di venire via da qui con dei punti, soprattutto considerando che stavamo partendo abbastanza indietro sulla griglia. Sfortunatamente, ho dovuto sopportare un danno molto grosso per tutta la gara. Ho avuto un sacco di sottosterzo quindi è stata una gara molto difficile. Nonostante questi problemi, abbiamo avuto un buon passo e sono stato dietro Esteban nella parte finale della gara, poiché entrambi abbiamo cercato di superare Grosjean. Non siamo riusciti a essere 'i migliori della metà dello schieramento', ma tutto sommato abbiamo fatto un buon lavoro oggi. I risultati delle ultime due settimane mostrano quanto sia forte questa squadra. Saremmo teoricamente quarti in campionato e stiamo facendo buoni punti. A Singapore avremo alcuni aggiornamenti, il che, si spera, significa che potremo continuare a correre bene nelle ultime gare del campionato".

31 | ESTEBAN OCON

"Oggi mi sento felice del risultato. Stavamo prendendo il sesto posto, ma non avevamo abbastanza margine di vantaggio per passare Grosjean. Tuttavia, settimo e ottavo posto per la squadra è un grande risultato. La mia partenza è stata davvero buona, ma sono stato spinto sull'erba, il che mi è costato un paio di posizioni. Da lì in poi abbiamo avuto un buon passo e siamo riusciti a superare Sainz. Sono stato in grado di badare alle mie gomme e farle durare. Ho avuto un'opportunità realistica per cercare di ottenere Grosjean verso la fine della gara, ma non ha funzionato. Ci dirigiamo verso i Gran Premi più lontani in buona forma e abbiamo un buon potenziale".

WILLIAMS

18 | LANCE STROLL

"Sentirsi bene è un eufemismo. Non me lo aspettavo. Non ci aspettavamo di andare a punti oggi. Abbiamo seguito Sainz per tutta la gara e lo abbiamo raggiunto un po' verso la fine, quindi sono davvero contento del lavoro svolto oggi e per tutto il weekend. La chiave è stata un buon lavoro per tutto il fine settimana e tutti nella squadra hanno fatto la loro parte. Penso che questa pista sia adatta a noi, ma sarò comunque positivo andando a Singapore, visto che l'anno scorso abbiamo avuto un passo piuttosto scarso in qualifica, ma ho finito la gara all'ottavo posto. Ci sono sempre opportunità".

35 | SERGEY SIROTKIN

"E' stata una buona gara ma non abbastanza buona. Abbiamo avuto il ritmo per andare a punti ma sfortunatamente, come abbiamo visto, non ero l'auto più fortunata con le bandiere blu. C'è stato molto tempo perso, il che è un peccato".

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG

"È sempre difficile quando si inizia in fondo alla griglia, ma sono contento oggi. Abbiamo dato il massimo per entrare nella zona punti andando a lungo con la gomma soft dopo una sosta anticipata. L'usura delle gomme era troppo alta dopo aver 40 giri, quindi alla fine non ha pagato molto come scelta. Sono contento di aver avuto una gara pulita e di essere arrivato a vedere la bandiera a scacchi. È difficile fare sorpassi qui, ma possiamo trarre gli aspetti positivi dal fine settimana e dirigerci verso Singapore sentendoci un po' più incoraggiati".

55 | CARLOS SAINZ JR.

"Possiamo essere felici con il fine settimana in generale. Abbiamo dato tutto ciò che avevamo oggi. Siamo riusciti a conquistare quattro punti in un weekend in cui ci aspettavamo difficoltà, quindi possiamo essere contenti. Il ritmo era buono, ma ci siamo persi un po' sui rettilinei e abbiamo perso alcune posizioni in quella zona. Dal lato positivo, abbiamo fatto buoni progressi da Spa e mi sono sentito molto meglio in macchina. Ora attendiamo con impazienza Singapore dove speriamo di essere più competitivi".

TORO ROSSO

10 | PIERRE GASLY

"Chiaramente non è la giornata che volevamo. All’inizio della gara sono rimasto bloccato sia alla prima che alla seconda curva e ho perso un paio di posizioni. Poco dopo ho avuto un incidente con Fernando e il mio fondo si è danneggiato sul lato destro e, più avanti, ho avuto un altro contatto con Daniel che ha compromesso il retrotreno. In queste condizioni, la macchina scivolava dappertutto e la gara era praticamente finita per me, è stato molto difficile arrivare fino alla fine. Sapevamo che questa sarebbe stata una gara difficile per noi, ma il danno alla vettura ha reso tutto più complicato. Ho fatto del mio meglio, ma abbiamo perso il ritmo che avevamo mostrato durante il fine settimana. Adesso devo voltare pagina e concentrarmi su Singapore, una pista sulla quale possiamo fare molto bene".

28 | BRENDON HARTLEY

"Non vedevo l’ora di correre il mio primo GP a Monza. Per tutto il weekend mi sono sentito competitivo e in qualifica ero davvero molto vicino a Pierre, anche se poi sono partito alcune posizioni più indietro sulla griglia di partenza. Ero fiducioso di poter fare una gara consistente. Sfortunatamente, appena si sono spenti i semafori, Ericsson si è spostato un po’ a sinistra nel tentativo di passarmi. La sua non è stata una manovra troppo aggressiva, ma è bastata per mettere fine alla mia gara ancora prima della prima curva. Dall’esterno è stata una bella corsa, ma ovviamente avrei preferito essere in pista e poter tagliare il traguardo".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.