F1 GP Gran Bretagna, qualifiche: la parola a Mercedes, Ferrari e Red Bull

Hamilton radioso dopo la pole a Silverstone, Ferrari in caccia, Red Bull deluse di 08 luglio 2018, 13:27 Condividi

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull dopo le qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna, che hanno visto Lewis Hamilton ottenere la 76a pole position in carriera.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON

"Quel giro mi ha portato via tutto. È stato il giro più difficile che abbia dovuto fare in una sessione di qualifica. Sono dovuto andare oltre il limite per tirare fuori quel tempo dalla macchina ed avrei potuto non mettere insieme tutto il giro, quindi sono davvero grato per esserci riuscito. Sapevo che i fan erano con me, ogni volta che esco mi salutano. Il supporto che ho in questo tracciato è fenomenale, vuol dire tanto per me e mi carica. L'inizio e la gestione gomme saranno la chiave della gara. Stasera dirò ai miei ragazzi di spingere il più possibile per ottenere il massimo dalla gara di domani.".

77 | VALTTERI BOTTAS

"Sono contrariato. Il nostro passo era buono oggi e stava andando tutto bene, ma ho perso tempo nelle ultime due curve. Sono andato un pelo lungo in curva 16, ho perso un paio di decimi lì e sono sceso in quarta posizione. Senza l'errore credo che avrei potuto lottare per la pole. Le Ferrari sono sembrate forti già da ieri e la lotta è stata dura tra loro e noi in qualifica, quindi mi aspetto che sia così anche domani. Non sarà facile passarli, ma abbiamo già visto che qui è possibile sorpassare, quindi qualche possibilità c'è. Abbiamo visto del blistering in Austria, quindi tenere le gomme in buone condizioni sarà la chiave per domani viste le alte temperature. Sarà una lunga e calda gara, una battaglia dura, ma non vedo l'ora di iniziare".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL

“Oggi il distacco da Hamilton era meno di mezzo decimo, per cui abbiamo praticamente fatto lo stesso giro. Sono stato contento del mio primo tentativo in Q3, ma poi durante il mio ultimo run ho perso tempo sul rettilineo. Non so perché, altrimenti avrei potuto prendermi la pole. Comunque domani dovremmo andar bene. Non ci voleva il dolore al collo, ma domani dovrei essere a posto. Anche se oggi non siamo riusciti a battere una Mercedes per la pole, abbiamo fatto enormi passi avanti in termini di squadra, per cui desidero congratularmi con tutta la Scuderia perché ognuno, in pista e a Maranello, ha fatto del suo meglio. La macchina funziona e siamo più veloci dello scorso anno”.

7 | KIMI RAIKKONEN

“Nel mio ultimo run in Q3 ho bloccato leggermente le ruote anteriori nella penultima curva e ho perso tempo. E’ difficile mettere insieme il giro perfetto; di certo si può sempre migliorare, ma questo è il risultato ottenuto oggi. Finora la macchina è andata bene, e non abbiamo avuto problemi di assetto o altro. Speriamo che domani vada anche meglio. La terza posizione non è il massimo, ma non è neanche un brutto risultato. E’ impossibile sapere se le alte temperature ci aiuteranno; ieri abbiamo fatto dei long run e ci siamo fatti un’idea, ma domenica è un’altra storia e le condizioni potrebbero essere leggermente diverse. Sarà una gara lunga e difficile per gli pneumatici. Cercheremo di fare una buona partenza per poi prendere le giuste decisioni”.

RED BULL

3 | DANIEL RICCIARDO

"Oggi è stato difficile e frustrante. Nel miglior giro in Q3 non avevo il DRS a disposizione tra le curve quattro e sei quindi abbiamo perso tempo, ma ne abbiamo perso comunque. Silverstone ha dimostrato di essere un circuito di motore in questi giorni, molte curve sono da fare in pieno. Le curve uno, due e nove non sono più curve in realtà, è solo questione di motore. Sapere quanto perdiamo sul dritto p frustrante. Ieri sapevamo che avremmo sofferto per fare meglio della terza fila, quindi abbiamo cercato un assetto più favorevole per la gara nella speranza di migliorare domani. Spero diventi caldissimo in modo che le gomme diventino importanti, è una gara da uno stop che ovviamente limita le nostre possibilità, ma se fa molto caldo potrebbe diventare interessante. Siamo lontani da Ferrari e Mercedes ma in gara le cose possono cambiare rapidamente, anche in Austria non sembravamo veloci e poi abbiamo visto com'è andata".

33 | MAX VERSTAPPEN

"In realtà sono felice della qualifica ed abbiamo fatto uno step avanti con la macchina, ma se perdi un secondo o più nei dritti inizia ad essere difficile. Il tracciato sta diventando sempre meno favorevole per noi e questo è un peccato. Alla fine eravamo otto decimi dietro ma in realtà dobbiamo essere felici per quello che abbiamo fatto e la macchina si è comportata bene. Nessun rimpianto, ma ci vorrebbero più cavalli. Per domani sarà dura e credo che senza colpi di fortuna potremo finire quinti perché questo è il passo che abbiamo. Spero non sia una gara noiosa perché al momento non abbiamo molto scampo. Sicuramente in gara perderemo meno terreno sui rettilinei, ma ci sono sempre cinque o sei decimi di differenza. Quest'anno ci ha mostrato che quando ci si aspetta una gara lineare diventa in realtà interessante, quindi spero che tutti tengano accesi i loro televisori!"

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.