F1 GP Gran Bretagna, qualifiche: Hamilton in pole di un soffio su Vettel, Raikkonen 3°

Il campione in carica infila la quarta pole consecutiva in casa, la numero 76 di 07 luglio 2018, 16:17 Condividi
F1 | GP Gran Bretagna, qualifiche: Hamilton in pole di un soffio su Vettel, Raikkonen 3°

Un emozionato Lewis Hamilton al termine delle qualifiche conquista la pole numero 76 della carriera, la quarta consecutiva davanti al pubblico di casa di Silverstone con un giro fantastico all'ultimo tentativo, con il quale riesce a sopravanzare di soli 44 millesimi la Ferrari di Sebastian Vettel.

Ottima la qualifica delle Ferrari con il tedesco che partirà in prima fila, mentre Kimi Raikkonen è terzo ma a soli 98 millesimi da Lewis Hamilton.

Red Bull opache in terza fila, Leclerc ancora in Q3, malissimo le Williams. Hartley non ha partecipato alle qualifiche dopo il botto del mattino.

CRONACA

Q1 | Le Haas, Sirotkin e Gasly sono i primi a scendere in pista per la prima parte delle qualifiche. La sessione viene subito fermata quando Lance Stroll perde la sua Williams nello stesso punto di Hartley di stamattina insabbiandosi. Stroll entra in curva, il posteriore si alleggerisce e dopo la prima correzione la macchina finisce in un effetto pendolo incontrollabile. La cara, vecchia ghiaia non perdona e così il canadese deve abbandonare le qualifiche. Le monoposto tornano ai box per permettere ai commissari di recuperare la Williams, mentre proprio Brendon Hartley segue il tutto dal muretto. I meccanici non sono riusciti a riparare la sua Toro Rosso dopo il botto delle FP3. Al momento ci sono solo tre piloti con un tempo: Grosjean, Gasly e Magnussen. Si torna in pista a 14 minuti e 25 dal termine della Q1. Kimi Raikkonen fa in tempo a piazzare il primo tempo in 1:27.647, con Charles Leclerc alle sue spalle di quattro decimi, quando anche Sirotkin va in testacoda con la sua Williams, questa volta alla Stowe. Il russo al contrario del compagno, riesce ad uscire dalla ghiaia portandosi verso i box. Lo stesso Sirotkin è sotto investigazione per non essere rientrato subito ai box con bandiera rossa dopo l'uscita di Stroll. Raikkonen migliora ancora, ma arrivano anche gli altri: gradualmente si mettono davanti a lui Verstappen, Bottas, Hamilton e Sebastian Vettel che si porta in testa con 1:26.585. Ricciardo è sesto. Hamilton e Bottas, però, hanno girato con le medie così come Raikkonen, contro le Soft degli altri. Ottimo comunque il settimo posto di Leclerc davanti a Fernando Alonso. La battaglia per non retrocedere premia Gasly e lascia esclusi Carlos Sainz, Stoffel Vandoorne e Sergey Sirotkin, insieme ovviamente a Lance Stroll e Brendon Hartley. Lo spagnolo della Renault lamenta un rallentamento durante il suo giro. Da notare come dal sesto al sedicesimo tempo, cioè da Leclerc a Sainz, ci siano solo 5 decimi di differenza. 

Q2 | Mercedes subito in pista per la seconda parte delle qualifiche insieme alle Ferrari, alle Red Bull ed alla Toro Rosso di Gasly. Hamilton abortisce il primo tentativo, mentre Bottas si porta in testa con 1:26.413 prima di essere scavalcato da Vettel per soli 41 millesimi. Giungono poi Raikkonen, terzo ad un decimo, Verstappen e Ricciardo. Il secondo tentativo di Hamilton è buono, con l'inglese che si porta in testa con il tempo di 1:26.256. I primi quattro sono racchiusi in 227 millesimi, gli altri sono lontani: Le Red Bull sono a sette decimi ed un secondo e uno. Dopo la prima tornata di giri restano tutti ai box fino a quasi tre minuti dal termine. L'ultima ondata di tempi vede la battaglia per andare in Q3 vinta ancora da Charles Leclerc che porta la Sauber in nona posizione davanti ad Esteban Ocon. Restano esclusi dall'ultima parte delle qualifiche Nico Hulkenberg, Sergio Perez, Fernando Alonso, Pierre Gasly e Marcus Ericsson. Dal replay a fine sessione si vede un largo di Hamilton all'ingresso dell'Hangar Straight. 

Q3 | A giocarsi l'ultima sessione sono due Ferrari, due Mercedes, due Red Bull, due Haas, una Force India (quella di Ocon) ed una Sauber, quella di Leclerc. Si parte con in pista tutti tranne Haas e la Sauber del monegasco. Il primo tempo è di Raikkonen in 1:26.296. Seguono Hamilton, Bottas e Raikkonen con il tedesco che si mette in testa in 1:25.936, 57 millesimi più rapido del campione in carica. Bottas è a 281 millesimi, Kimi a 360. Daniel Ricciardo lamenta il non funzionamento del DRS. L'australiano è sesto dietro il compagno Verstappen. Si torna in pista a 2 minuti dal termine. Lewis Hamilton migliora il suo tempo e si mette in testa per 44 millesimi! Bottas sbaglia all'ultima curva e si mangia la possibilità di andare in prima fila mentre arriva Sebastian Vettel. Il tedesco resta secondo alle spalle dell'inglese, mentre Raikkonen sopravanza il connazionale portandosi in terza posizione. I primi tre sono in 98 millesimi. Bottas, come detto resta quarto: in terza fila le due Red Bull di Verstappen e Ricciardo, in quarta le Haas di Magnussen e Grosjean, in quinta Charles Leclerc si mette dietro la Force India di Ocon.

Seguono i tempi delle qualifiche.

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.