F1 GP Giappone, qualifiche: Hamilton pole #80, disastro strategico Ferrari. Kimi 4°, Vettel 9° (poi 8°)

Le rosse sono le uniche a presentarsi in Q3 con le intermedie. Costrette a tornare su slick pagano la pioggia che poi arriva davvero
F1 | GP Giappone, qualifiche: Hamilton pole #80, disastro strategico Ferrari. Kimi 4°, Vettel 9° (poi 8°)
di 06 ottobre 2018, 09:17

Lewis Hamilton conquista la sua ottantesima pole position nel Gran Premio del Giappone 2018, ma quello che colpisce è l'ennesimo disastro strategico della Ferrari. L'inglese gira in 1:27.760 nell'unico giro a disposizione in Q3 prima dell'arrivo della pioggia, assicurandosi la pole davanti al compagno di squadra Valtteri Bottas. Max Verstappen è terzo con la Red Bull davanti alla Ferrari di Kimi Raikkonen, l'unico a salvarsi nel buio totale per la Rossa. Kimi e Vettel vengono mandati fuori per primi in Q3 con gomme intermedie dopo che la Q2 era terminata con un leggero scroscio di pioggia. La scelta è quella sbagliata, perché tutti gli altri escono con supersoft e possono completare il loro primo ed unico giro veloce prima del ritorno della pioggia. Le Rosse tornano ai box per cambiare gomme ma ormai è troppo tardi. Raikkonen agguanta al pelo la quarta posizione, Vettel che si trova dietro non riesce a mettere insieme un giro e resta addirittura nono (edit: scalerà ottavo per una penalità ad Ocon). Incredibili le Toro Rosso, che chiudono sesta e settima con Hartley e Gasly. 

CRONACA

Q1 | Fuori subito nove piloti, tutti con supersoft tranne Vandoorne che esce con soft. Nico Hulkenberg dovrebbe riuscire a girare dopo che i meccanici Renault hanno quasi finito di riparare la sua monoposto dopo il botto in FP3. I primi tempi sono di Vandoorne, Grosjean e Magnussen. Arrivano poi le Ferrari di Vettel e Raikkonen in prima e seconda posizione con il tedesco che gira in 1:29.049. Hamilton scende a 1:28.702 mentre Bottas si porta in terza posizione dietro la Ferrari #5. La sessione viene sospesa a 10 minuti dalla fine: dopo un testacoda proprio di Vettel al tornantino arriva un botto di Ericsson in curva Dunlop che costringe all'esposizione della bandiera rossa. Si riparte con le Renault in pista insieme alle Haas, alle Force India e Vandoorne. Al di là di Ericsson, che resterà escluso, è drammatica la situazione di Williams e Mclaren che occupano le ultime posizioni. In top ten, invece, le Haas e le Force India si uniscono a Ferrari, Mercedes e Red Bull. A due minuti dal termine arriva un po' di pioggia in pitlane. Gli ultimi giri sono per evitare l'esclusione, con tutti i piloti che si stanno migliorando. Restano fuori Hulkenberg, Sirotkin, Alonso, Vandoorne ed Ericsson con Stroll che si salva per 44 millesimi in quindicesima posizione. 

Q2 | Subito in pista le Mercedes che provano il tempo con gomme soft, mentre tutti gli altri sono su supersoft. Anche le Haas provano un tempo con la gomma gialla. Il ptimo tempo è di Raikkonen in 1:28.595 ma arrivano subito le Mercedes: Hamilton scende a 1:28.017, Bottas fa 30 millesimi meglio. Vettel si porta in terza posizione a meno di tre decimi, davanti a Raikkonen e Verstappen. Intanto ci sono ancora una volta problemi per Ricciardo: la Red Bull dell'australiano si ammutolisce in pitlane e deve essere spinta verso il box. Al momento grande prestazione della Honda con le Toro Rosso nona e decima con Gasly e Hartley. Intanto la pioggia è arrivata davvero. Leclerc fa un 360 completo alle Degner, mentre Hamilton viene beccato senza guanti a guidare tra la zona verifiche ed il suo box. Niente da fare per Ricciardo che resterà escluso dalla sessione. A questo punto restano fuori Leclerc, Magnussen, Sainz, Stroll e Ricciardo.

Q3 | Due Ferrari, due Mercedes, due Force India, due Toro Rosso, una Red Bull ed una Haas per in pista per l'ultima parte di qualifiche. Le due Ferrari si portano in uscita di pitlane con gomme intermedie. Le Mercedes invece escono su supersoft così come tutti gli altri. Le Rosse rientrano subito ai box per cambiare gomme ma intanto gli altri possono fare il primo giro veloce con Vettel e Raikkonen che si devono sbrigare prima che la pioggia arrivi davvero. Hamilton si porta in testa con 1:27.760, Bottas è dietro di 299 millesimi. Verstappen è momentaneamente terzo in attesa delle Ferrari. Raikkonen è dietro Verstappen, Vettel abortisce il giro dopo un errore alla Spoon e gira lento per tornare ai box. Raikkonen torna ai box per un nuovo set di supersoft, lo stesso fa Vettel ma il tedesco è al momento nono. Si rilancia anche Hamilton ma l'inglese è lento, con Bottas che va lungo in curva uno. La pioggia è tornata ma ora è impossibile migliorare. Vettel non riesce a tenere la Ferrari in pista. Finisce con Hamilton in pole davanti a Bottas, Verstappen e Raikkonen. Grosjean è quinto davanti alle Toro Rosso di Hartley e Gasly che festeggiano una qualifica storica. Ocon è ottavo davanti a Vettel e Perez. Disastro Ferrari. 

Edit ore 12:00 | Ocon penalizzato di tre posizioni.

Segue il risultato delle qualifiche.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.