F1 GP Giappone: Hamilton sbanca anche Suzuka, 5° titolo ad un passo. Ennesimo harakiri Vettel

L'inglese domina senza problemi. Il tedesco parte bene, poi sbaglia ancora su Verstappen e deve rimontare. Termina 6°
F1 | GP Giappone: Hamilton sbanca anche Suzuka, 5° titolo ad un passo. Ennesimo harakiri Vettel
di 07 ottobre 2018, 08:46

Sembra davvero finita. Lewis Hamilton vince ancora, la Mercedes fa doppietta e Sebastian Vettel commette un altro errore fatale. Questo il riassunto del Gran Premio del Giappone che vede l'inglese portare il vantaggio sul tedesco a 67 punti con la vittoria numero 71 quando mancano quattro gare alla fine della stagione. Ad Austin Hamilton avrà il primo match point mondiale.

Il tedesco parte bene portandosi in quarta posizione in fretta ma poi vuole troppo alla Spoon su Max Verstappen. L'olandese resiste ad un tentativo di attacco ottimistico visto l'avversario ed il tedesco si gira finendo in fondo. La rimonta successiva lo porta in sesta posizione, ma è un altro disastro. Verstappen va sul podio con Hamilton e Bottas, Ricciardo rimonta in modo fantastico fino alla quarta posizione e Raikkonen è quinto. A punti anche Perez, Grosjean, Ocon e Gasly. Ritirati Leclerc, Hulkenberg e Magnussen.

CRONACA

La Sauber di Marcus Ericsson parte dal fondo della griglia. Dopo l'incidente delle qualifiche sulla monoposto dello svedese sono stati sostituiti Power Unit e cambio. Mercedes e Grosjean con soft usata, gli altri su supersoft. Dalla decima posizione in poi tutti su soft tranne Ocon (SS) e Hulkenberg, l'unico su media.

Partenza | Ottima partenza di Vettel che sfila subito le Toro Rosso mentre davanti tutti mantengono le loro posizioni. Vettel passa anche Grosjean prima della Spoon. Alla fine del primo giro Raikkonen tenta di superare Verstappen, l'olandese va lungo alla chicane e rientrando in pista accompagna all'esterno la Ferrari. Ne approfitta Vettel che passa anche il compagno.

2° giro | Magnussen viene colpito da Leclerc sul rettilineo iniziale dopo avergli cambiato direzione in faccia. Il danese rimedia la foratura della posteriore sinistra.

3° giro | Hamilton allunga a 2.6 su Bottas. Vettel è sul secondo da Verstappen.

4° giro | Viene chiamata la Safety Car per pulire la pista dai detriti persi dalla Haas di Magnussen. Il danese torna ai box.

5° giro | Leclerc torna ai box per cambiare ala anteriore e montare gomme medie. Pit anche per Sirotkin, Cinque secondi di penalità a Verstappen per aver spinto fuori Raikkonen nel tentativo di sorpasso.

6° giro | Magnussen si sdoppia ma è sotto investigazione per essersi mosso di fronte a Leclerc in modo pericoloso. Sotto investigazione anche Alonso e Stroll per aver superato i track limits. La SC sta per rientrare.

8° giro | Si riparte senza spunti da segnalare. Hamilton comanda su Bottas, Verstappen, Vettel, Raikkonen, Grosjean, Gasly, Perez, Ocon e Ricciardo. Vettel ci prova con Verstappen alla Spoon ma l'olandese resiste ed i due si toccano. Il tedesco si gira e riparte dal fondo.

10° giro | Disastro ormai per la Ferrari. Mentre la regia ci mostra Ericsson che tampona Leclerc alla chicane, prima della ripartenza, il tedesco finisce anche sotto investigazione.

11° giro | Bello il sorpasso di Ricciardo su Perez per la settima posizione. L'australiano ci prova prima della 130R ma come esce dalla scia si pianta. Va dentro invece alla chicane senza problemi.

13° giro | Altro sorpasso da master di Ricciardo su Grosjean per la quinta posizione.

15° giro | Hamilton comanda senza alcun problema. Leclerc lascia sfilare Vettel per la 14a posizione alla Spoon.

16° giro | Vettel passa anche Hulkenberg e torna 13°. Il prossimo sarà Fernando Alonso.

18° giro | Dentro Raikkonen per la sua sosta. Gomma media per la Ferrari del finlandese.

19° giro | Vettel passa anche Alonso, che resiste alla chicane ma non può niente sul rettilineo iniziale. Intanto Ricciardo è risalito in quarta posizione ed è in lotta per il podio. Le gomme soft hanno dato una grande mano a chi è partito dietro.

20° giro | Raikkonen ha passato Ocon per l'ottava posizione e punta Perez per la settima.

21° giro | Il finlandese passa anche il messicano mentre Vettel ha passato Hartley ed è undicesimo.

22° giro | Tempi perfetti in Red Bull. Verstappen rientra ai box per montare gomma soft e scontando i 5 secondi di penalità e riesce a tornare in pista davanti a Raikkonen.

23° giro | Verstappen si libera subito di Grosjean mentre fioccano penalità: 5 secondi ad Alonso per track limits e 5 a Stroll per aver causato un contatto che non è stato riproposto. Davanti le Mercedes fanno quello che vogliono alternandosi nei giri veloci. Nessun azione per il contatto tra Verstappen e Vettel che è costato il testacoda al tedesco. Raikkonen passa a sua volta Grosjean.

24° giro | Dentro Bottas per montare medie, così come per Ricciardo. Giro più veloce per Verstappen con l'australiano che gli rientra alle spalle in uscita box, davanti a Raikkonen.

25° giro | Dentro anche Hamilton per la sua sosta. Gomme medie per il campione in carica.

26° giro | Intanto ci viene mostrata la lotta tra Alonso e Stroll costata la penalità ad entrambi.

27° giro | Arriva il pit di Sebastian Vettel che monta gomma soft. Il tedesco rientra davanti ad Ocon che ha cambiato insieme a lui,

29° giro | Hamilton comanda con 5 secondi su Bottas, 14 su Verstappen e 17 su Ricciardo. Raikkonen è quinto a 22 secondi, seguono Grosjean, Gasly, Sainz, Leclerc, Perez. Vettel è 13° dopo il pit.

30° giro | Dentro per il pit Grosjean e Gasly per i loro pit. Grosjean rientra mentre sopraggiungono Perez e Leclerc, mantenendo la settima posizione. Vettel passa sia Ocon che Leclerc e va alla caccia di Perez per l'ottava posizione.

33° giro | Vettel passa Perez e sale in settima posizione.

35° giro | Gasly passa le due Sauber in due giri e si riporta in zona punti. Vettel intanto è davnati a Grosjean in sesta posizione. Ora i secondi da Raikkonen sono tantissimi, 40. Difficilmente potrà cambiare qualcosa.

37° giro | Pit di Leclerc.

39° giro | Arriva il ritiro di Nico Hulkenberg. La situazione nelle prime possizioni è ormai delineata.

40° giro | Verstappen si è incredibilmente riavvicinato a Bottas, mentre Leclerc ferma la sua Sauber in pista dopo un problema.

41° giro | Virtual Safety Car in attesa che la monoposto di Leclerc venga rimossa.

42° giro | Si torna in regime di bandiera verde.

43° giro | La VSC ha aiutato Verstappen e lo aiuta anche Bottas andando lungo al tornantino durante il doppiaggio di Alonso. L'olandese ne approfitta ma non riesce per ora a trovare lo spunto per passare il finlandese.

44° giro | GPV per Hamilton che va per il Grand Chelem.

45° giro | Verstappen ancora vicino a Bottas che fatica a resistere anche per colpa dei doppiati che danno un po' fastidio al ritmo del finlandese.

47° giro | Bottas lungo alla chicane, Verstappen si avvicina ancora.

49° giro | Difficile capire che problemi abbia Bottas, finito a 10 secondi da Hamilton e con l'olandese in agguato.

51° giro | Carlos Sainz riesce a passare Pierre Gasly per la decima posizione che porta un punto.

52° giro | Per mettersi al sicuro Hamilton migliora ancora il suo giro più veloce. Verstappen intanto è ancora alle spalle di Bottas ma il motore Renault non riesce ad aiutarlo. Vettel però si prende una magrissima consolazione levando il GPV all'inglese.

Termina così con Lewis Hamilton che vince davanti a Valtteri Bottas e Max Verstappen. Daniel Ricciardo è ottimo quarto davanti a Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel, che abbandona così i sogni mondiali. Perez è settimo davanti a Grosjean, Ocon e Sainz. Prossimo appuntamento ad Austin per il Gran Premio degli Stati Uniti tra due settimane.

Segue il risulato di gara.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.