F1 GP del Messico: Hamilton vince e raggiunge Prost

51a vittoria per l'inglese davanti a Rosberg. Vettel 3° dopo penalità a Verstappen
F1 | GP del Messico: Hamilton vince e raggiunge Prost
di 30 ottobre 2016, 22:10

Lewis Hamilton entra nella storia vincendo il Gran Premio del Messico 2016 e raggiungendo a quota 51 vittorie Alain Prost. Rosberg arriva alle spalle dell'inglese e vede ridursi il suo vantaggio a 19 punti con due gare ancora da disputare. Vettel torna sul podio dopo un episodio controverso con Max Verstappen, che viene penalizzato quando è già nel retropodio.

La Cronaca

Romain Grosjean parte dalla pitlane, mentre le Mercedes e le Ferrari sono su gomme soft (usate in Q2) contro le supersoft degli altri piloti ai primi 10 posti.

In partenza Hamilton va lunghissimo in curva 1 mentre Rosberg viene spinto verso l'esterno da Max Verstappen con una sportellata. Hulkenberg si inserisce tra le Red Bull mentre Massa si inserisce tra le Ferrari. La Williams si tocca con la Ferrari di Vettel, mentre alle spalle Wehrlein va a sbattere dopo un contatto con Gutierrez.

Entra la VSC con Ricciardo che approfitta per entrare ai box e montare gomme medie. All'inizio del quarto giro la Safety Car (entrata al posto della VSC) lascia spazio ai piloti per la ripartenza.

Hamilton mantiene il comando seguito da Rosberg e Verstappen. Sul contatto al via tra loro si apre un'investigazione che non porta ad alcuna conseguenza nonostante il contatto tra i due.

Nel frattempo Ricciardo è risalito in 13a posizione.

Dopo 10 giri Hamilton ha 3.2 su Rosberg, 5.5 su Verstappen e 7.2 su Hulkenberg. Raikkonen è 5° davanti a Massa e Vettel.

13° giro: rientra Verstappen per montare gomme medie. Intanto Vettel tenta in ogni modo di passare Massa senza riuscirci, mentre Raikkonen è vicino a Hulkenberg.

All'inizio del 15° giro entrano ai box sia Massa che Hulkenberg, lasciando libere entrambe le Ferrari di tirare.

17° giro, rientra Alonso per montare gomme medie. Un giro dopo è Hamilton a fermarsi sempre per montare le gomme bianche. L'inglese rientra dietro le Ferrari, con Rosberg che resta in pista tre giri prima di rientrare al 21° giro così come Raikkonen.

Ricciardo è risalito fino alla quarta posizione, con Verstappen dietro di lui che è più veloce e ha gomme meno usate. Il team decide per lo switch della posizione.

Al 23° giro Vettel, che non si è ancora fermato, è primo con 3.3 su Hamilton e 8.6 su Rosberg. La Ferrari è la vettura più veloce in pista con 27 giri sulle gomme soft.

Dopo 27 giri Vettel è ancora in testa senza soste con 4 secondi su Hamilton e 9 su Rosberg, che nel frattempo ha leggermente ridotto il distacco dal compagno. Verstappen è quarto davanti a Ricciardo e Raikkonen.

Arriva al 33° giro il pit stop della Ferrari #5 che monta gomma media: il tedesco rientra alle spalle di Raikkonen. Conclusa la prima serie di top la situazione vede due Mercedes, due Red Bull e due Ferrari. Vettel è sesto a 18 secondi.

A metà gara Hamilton guida con 4.2 sul compagno e 5.8 su Verstappen.

La regia imperversa sulla lotta tra Perez e Massa per la nona posizione. Intanto le Ferrari recuperano piano piano sulle Red Bull. Raikkonen, con dietro Vettel, è arrivato a 4 secondi da Ricciardo.

46° giro: Raikkonen rientra ai box per rimontare gomme medie, stranamente visto che le bianche dovrebbero arrivare alla fine.

50° giro: Rosberg va lungo in curva uno in una fase di doppiaggio, Verstappen non ci pensa due volte e in curva 4 si lancia all'interno della Mercedes andando lungo a sua volta ed evitando il contatto. Nel frattempo Ricciardo torna ai box e abbandona le medie per andare sulle soft negli ultimi 20 giri.

In tutto questo Hamilton ci guadagna e si trova con 7 secondi su Rosberg a 18 giri dal termine. Al 55° giro l'inglese ha appunto 7 secondi su Rosberg, 9 su Verstappen e 15 su Vettel in rimonta. Dietro, invece Ricciardo con gomme nuove gira due secondi più veloce del tedesco.
Romain Grosjean parte dalla pitlane, mentre le Mercedes e le Ferrari sono su gomme soft (usate in Q2) contro le supersoft degli altri piloti ai primi 10 posti.

In partenza Hamilton va lunghissimo in curva 1 mentre Rosberg viene spinto verso l'esterno da Max Verstappen con una sportellata. Hulkenberg si inserisce tra le Red Bull mentre Massa si inserisce tra le Ferrari. La Williams si tocca con la Ferrari di Vettel, mentre alle spalle Wehrlein va a sbattere dopo un contatto con Gutierrez.

Entra la VSC con Ricciardo che approfitta per entrare ai box e montare gomme medie. All'inizio del quarto giro la Safety Car (entrata al posto della VSC) lascia spazio ai piloti per la ripartenza.

Hamilton mantiene il comando seguito da Rosberg e Verstappen. Sul contatto al via tra loro si apre un'investigazione che non porta ad alcuna conseguenza nonostante il contatto tra i due.

Nel frattempo Ricciardo è risalito in 13a posizione.

Dopo 10 giri Hamilton ha 3.2 su Rosberg, 5.5 su Verstappen e 7.2 su Hulkenberg. Raikkonen è 5° davanti a Massa e Vettel.

13° giro: rientra Verstappen per montare gomme medie. Intanto Vettel tenta in ogni modo di passare Massa senza riuscirci, mentre Raikkonen è vicino a Hulkenberg.

All'inizio del 15° giro entrano ai box sia Massa che Hulkenberg, lasciando libere entrambe le Ferrari di tirare.

17° giro, rientra Alonso per montare gomme medie. Un giro dopo è Hamilton a fermarsi sempre per montare le gomme bianche. L'inglese rientra dietro le Ferrari, con Rosberg che resta in pista tre giri prima di rientrare al 21° giro così come Raikkonen.

Ricciardo è risalito fino alla quarta posizione, con Verstappen dietro di lui che è più veloce e ha gomme meno usate. Il team decide per lo switch della posizione.

Al 23° giro Vettel, che non si è ancora fermato, è primo con 3.3 su Hamilton e 8.6 su Rosberg. La Ferrari è la vettura più veloce in pista con 27 giri sulle gomme soft.

Dopo 27 giri Vettel è ancora in testa senza soste con 4 secondi su Hamilton e 9 su Rosberg, che nel frattempo ha leggermente ridotto il distacco dal compagno. Verstappen è quarto davanti a Ricciardo e Raikkonen.

Arriva al 33° giro il pit stop della Ferrari #5 che monta gomma media: il tedesco rientra alle spalle di Raikkonen. Conclusa la prima serie di top la situazione vede due Mercedes, due Red Bull e due Ferrari. Vettel è sesto a 18 secondi.

A metà gara Hamilton guida con 4.2 sul compagno e 5.8 su Verstappen.

La regia imperversa sulla lotta tra Perez e Massa per la nona posizione. Intanto le Ferrari recuperano piano piano sulle Red Bull. Raikkonen, con dietro Vettel, è arrivato a 4 secondi da Ricciardo.

46° giro: Raikkonen rientra ai box per rimontare gomme medie, stranamente visto che le bianche dovrebbero arrivare alla fine.

50° giro: Rosberg va lungo in curva uno in una fase di doppiaggio, Verstappen non ci pensa due volte e in curva 4 si lancia all'interno della Mercedes andando lungo a sua volta ed evitando il contatto. Nel frattempo Ricciardo torna ai box e abbandona le medie per andare sulle soft negli ultimi 20 giri.

In tutto questo Hamilton ci guadagna e si trova con 7 secondi su Rosberg a 18 giri dal termine. Al 55° giro l'inglese ha appunto 7 secondi su Rosberg, 9 su Verstappen e 15 su Vettel in rimonta. Dietro, invece Ricciardo con gomme nuove gira due secondi più veloce del tedesco.

A 10 giri dalla fine Hamilton è tranquillo con 7.6 su Rosberg, che gestisce ormai 3.5 di vantaggio su Verstappen. Vettel invece recupera sull'olandese.

Negli ultimi giri si accende la lotta tra Verstappen, Vettel e Ricciardo. Il tedesco recupera sull'olandese e tenta l'attacco. Max va lungo in curva 1, il team gli dice di consegnare la posizione alla Ferrari ma si rifiuta, con il risultato che Ricciardo ritorna sul suo ex compagno e tenta il sorpasso con toccata, ma fortunatamente senza conseguenze.

Termina così con Hamilton che porta a casa la 51a vittoria davanti a Rosberg e Verstappen. Sul traguardo Vettel si affianca all'olandese e gli fa cenno di no con il dito.

Mentre Max è già nel retropodio arriva la penalità di 5 secondi a Verstappen, che finisce anche dietro a Ricciardo, con Vettel che si riprende il podio.

Raikkonen conclude sesto davanti a Hulkenberg. Bottas, Massa e Perez chiudono la top ten.

Segue il risultato di gara.

gp-messico-gara

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.